Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Radicondoli (Siena): squadre cinghialai unite per beneficenza

| 30 gennaio 2014 | 6 Comments

Radicondoli (Siena): Nove squadre di caccia al cinghiale unite da un gesto di beneficenza a favore della Pubblica Assistenza

CinghialiaLe nove squadre di caccia al cinghiale presenti sul territorio comunale di Radicondoli si sono unite in un gesto di beneficenza rivolto al tessuto associativo locale, consegnando alla Pubblica Assistenza del paese una somma in denaro raccolta nelle scorse settimane.
Il contributo andrà a sostenere l’attività dell’associazione, rivolta, in particolare, all’assistenza di anziani e disabili e al coinvolgimento nel servizio di soccorso 118 nell’area della Valdelsa grazie all’impegno di 50 volontari, numero significativo per un piccolo Comune dislocato in un territorio periferico e con una popolazione di circa 1.000 abitanti.
La consegna della somma raccolta è avvenuta nei giorni scorsi nella sala consiliare del Municipio di Radicondoli, alla presenza, fra gli altri, del sindaco di Radicondoli, Emiliano Bravi, del vicesindaco e assessore all’attività venatoria, Roberto Radi e dell’assessore alla caccia della Provincia di Siena, Anna Maria Betti, accanto ai promotori del gesto.
In rappresentanza delle squadre coinvolte – per il distretto ‘B’ Montesano, per il distretto ‘C’ Le Carline, Canard-Fiorentina, Pippo-Stellino e Spinelli, e per il distretto ‘D’ Campiglia, Giubbe Rosse, Speranza d’Arca e Garganella Gracciano – hanno partecipato il presidente del distretto di caccia ‘C’, Fabrizio Cambi, il presidente del distretto ‘B’, Silvio Boldrini e il responsabile della squadra ‘Le Carline’, unica squadra locale, Vasco Carli.
Il contributo è stato ritirato dal presidente della Pubblica Assistenza di Radicondoli, Lido Tozzi, che ha ringraziato sentitamente tutte le squadre coinvolte.
Il valore sociale del gesto compiuto dalle squadre di caccia al cinghiale è stato sottolineato dal sindaco di Radicondoli, Emiliano Bravi, che ne ha evidenziato “la notevole sensibilità e attenzione al territorio”, e dal vicesindaco Roberto Radi che ha affermato come “la collaborazione e il confronto costruttivo in questi anni tra cacciatori, Atc, Provincia e Comune ha portato a risultati davvero positivi, andando anche oltre la gestione dell’attività venatoria nel nostro Comune, come dimostra questa iniziativa”.
“Mi ha fatto molto piacere che il Comune di Radicondoli abbia coinvolto la Provincia di Siena in questa iniziativa – ha aggiunto l’assessore provinciale alla caccia, Anna Maria Betti – a conferma della proficua collaborazione attivata in questi anni su tanti temi.
Questo appuntamento ha visto protagonisti pezzi significativi del volontariato locale, una risorsa molto preziosa, soprattutto in territori piccoli e marginali, e che le istituzioni devono sostenere e valorizzare.
Rivolgo, quindi, i miei complimenti al Comune di Radicondoli, che ha voluto evidenziare ufficialmente questo bel gesto dei cacciatori verso la Pubblica Assistenza locale, ai presidenti dei Distretti e alle squadre, che ringrazio per aver mostrato sensibilità e attaccamento verso il proprio territorio con un’iniziativa che mi auguro possa diventare un modello per altri gesti simili”.

http://www.gonews.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Cultura, Toscana

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    ottime squadre quelle in grassetto

  2. Giacomo scrive:

    Bravi ! tanto…. poi vi ripagate con la ciccia, noi migratoristi invece non possiamo fare beneficianza perchè ci rimettiamo dalla tasca con la caccia.  :mrgreen:   Salutiamo

    • luca scrive:

      Faccio parte di una di quelle squadre che con il volontariato mantiene la baracca e riesce a fare beneficenza e ne vado molto fiero.Tutte le associazioni anticaccia dove sono?potrebbero partecipare anche loro anche perchè hanno molta più disponibilità economica di noi.Che amarezza

Leave a Reply


6 + = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.