Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Veneto: Stival, si tenta di distorgere la realta’

| 28 gennaio 2014 | 5 Comments

CACCIA: STIVAL, “SUL PIANO VENATORIO SI TENTA DI DISTORCERE LA REALTA’”

Stival Daniele“Fa piacere sapere e vedere che tanti cacciatori si interessano e sono partecipi a tutte le manifestazioni che trattano gli argomenti inerenti la loro passione venatoria. Quello che dispiace è sentire alcuni dirigenti venatori e qualche politico raccontare mezze verità e mezze bugie dette con lo scopo di distorcere la realtà”.
Lo sottolinea l’assessore regionale alla caccia Daniele Stival, in merito alle polemiche di questi giorni sul Piano Venatorio Regionale.
“Fortunatamente – prosegue Stival -il popolo dei cacciatori, se correttamente informato, sa da solo tirare le sue conclusioni. Comprendo che nell’avvicinarsi delle elezioni europee, in mancanza di risultati a favore della caccia, per qualcuno ci sia il bisogno di distrarre l’attenzione del popolo delle doppiette o in mancanza di proposte concrete e non cassabili sull’argomento deroghe non ci sia stata nessuna proposta scritta”.
“Si vuole però offendere l’intelligenza dei cacciatori – aggiunge l’assessore – pensando che basti manipolare le informazioni per attaccare il nuovo piano faunistico venatorio,come ad esempio con le quote associative, perché se è vero che oggi gli ambiti di caccia possono aumentare la quota associativa fino a tre volte, ed i comprensori alpini fino a sei volte, è anche vero che la nuova proposta uniforma entrambe le realtà con la possibilità, non l’obbligo, di aumentare di sei volte.
Possibilità sulla quale decide ora e deciderà domani l’Ambito attraverso il suo Cda, il cui presidente è un cacciatore come la sua Assemblea dei soci e’ composta da cacciatori”.
“Qualcuno pensa che siano degli irresponsabili?– conclude Stival -Vogliamo lasciare i cacciatori decidere del loro territorio in piena autonomia? Io sono convinto di si!”

Comunicato stampa N° 222 del 28/01/2014
(AVN) Venezia, 28 gennaio 2014

http://www.regione.veneto.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Veneto

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. gianni scrive:

    Assessore,le ricordo le 11 specie in deroga che ci AVETE PROMESSO PRIMA DELLE ELEZIONI.Per fortuna che siamo padroni a casa nostra,MA SOLO X PAGARE.

  2. faganeo scrive:

    Comunicato stampa n 222. Ass.re quanti comunicati vuol fare ancora?? Non basterebbero altrettanti per convincere nemmeno il mio cane. Si rassegni è tempo perso. Gli addetti del  suo ufficio stampa gli impieghi al meglio.Lasci perdere questo PFV va bene solo ai pochi che lo hanno redatto.

  3. Bekea scrive:

    —- con la possibilità, non l’obbligo, di aumentare di sei volte.—Ma ass.re si dimentica di dire che sarnno gli ambiti ( ossia i cacciatori con iloro soldi )a risarcire i danni di tutta la fauna selvatica che è patrimonio indisponibile dello stato ( 157 ).Dunque non ha cambiato un bel niente rispetto al testo presentato in agosto.

  4. Baghy scrive:

    Senti chi parla 2, Assessore, lei ha fatto approvare dalla giunta regionale in data 12/08/13 il PFVR è l’ha pubblicato su un faldone in centinaia di copie distribuendolo ad associazioni venatorie e ad altre persone interessate, a tutt’oggi 29 gennaio nessuna modifica e dico nessuna è stata fatta, pubblicata o approvata in giunta regionale, come può dire che si distorce la verità se non  ha mai messo nero su bianco ad eventuali modifiche? Ma chi vuole prendere in giro se anche il presidente della iv commissione competente in materia di caccia fa richiesta di un’ulteriore proroga di almeno un anno, se il capogruppo PD Reolon richiede anch’esso la proroga di almeno due anni definendo entrambi questo piano un’eresia Ma lo vuole capire che lei è inadatto a ricoprire il ruolo che solo politicamente le è stato affidato, lasci fare a chi di caccia ne sa qualcosa e non a delle associazioni anticaccia (faunistici veneti). Ritorni ad occuparsi di quello che faceva prima di entrare in regione, noi le saremmo per sempre grati e forse anche per lei ci saranno giorni migliori. Baghy  

  5. Angelo scrive:

    Assessore, ci spieghi gli altri punti e non solo quello che le fa comodo!!!
    Questo PFV fa schifo in moltissimi punti ed è lei il responsabile anche se probabilmente non lo ha letto e capito. I suoi tecnici (federcaccia) stanno portando avanti la loro idea di caccia, cioè quella in cui si divertono solo quelli con i quattrini, e con quelli avete comprato il silenzio degli altri tranne di coloro che erano a Vicenza.

Leave a Reply


7 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.