Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Sabato 25, manifestazione dei cacciatori veneti

| 21 gennaio 2014 | 8 Comments

cacciatore tramontoGrande manifestazione dei cacciatori del Veneto
Sabato 25 gennaio 2014 ore 15,00 – Fiera di Vicenza (sala Palladio)

l’Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI e l’Associazione Enalcaccia Pesca e Tiro hanno deciso di organizzare una grande manifestazione dei cacciatori del Veneto nella giornata di

sabato 25 gennaio 2014 a partire dalle ore 15,00 presso la Fiera di Vicenza (Sala Palladio).

Sono stati invitati a questa manifestazione tutti i cacciatori aderenti a tutte le associazioni venatorie del Veneto. Sono stati invitati anche tutti gli assessori regionali del Veneto, tutti i consiglieri regionali di tutte le forze politiche presenti in Consiglio regionale del Veneto, tutti i deputati eletti in Veneto in rappresentanza di tutte le forze politiche presenti in Parlamento nazionale ed in Parlamento europeo.

Scopo della manifestazione è quello di sensibilizzare tutte le forze politiche sulle problematiche che continuano ad affliggere i cacciatori del Veneto, iniziando dal pericolo di approvazione della nuova proposta di Piano Faunistico Venatorio Regionale recentemente adottata dalla Giunta regionale del Veneto che, se venisse approvata dal Consiglio regionale, comporterebbe danni irreparabili alla caccia ed ai cacciatori del Veneto.

Ricordiamo che in questa singolare proposta di nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale presentato dalla Giunta regionale del Veneto, è previsto, tra le tante nefandezze, l’aumento della quota associativa a carico dei cacciatori, fino a sei volte l’attuale, per pagare i danni provocati dalla fauna selvatica; la drastica riduzione del territorio cacciabile; l’innalzamento degli indici di densità venatoria con la conseguente espulsione di un numero notevole di cacciatori dagli attuali ATC e Comprensori alpini; l’esautorazione dei cacciatori dal diritto di partecipare all’assemblea dei soci degli ATC; l’applicazione di nuove, ulteriori ed inaccettabili limitazioni all’esercizio dell’attività venatoria.

L’incontro pubblico del 25 gennaio 2014 avrà anche lo scopo di richiedere a tutte le forze politiche di ripristinare le cacce tradizionali in Veneto, a partire dalle cacce in deroga, così come esplicitamente previsto e consentito da tutte le normative vigenti, sia a livello nazionale che a livello europeo.

Durante l’incontro alla Fiera di Vicenza del 25 gennaio 2014 non mancheremo di ricordare a tutte le forze politiche la richiesta di veder semplificate le normative sugli appostamenti ad uso venatorio, che attualmente prevedono una serie di ingiustificati, costosissimi e complicatissimi adempimenti di natura burocratica.

I cacciatori del Veneto ed i portatori della Cultura rurale vogliono vedere fatti concreti da coloro che, indipendentemente dallo schieramento politico di appartenenza, sono stati chiamati a rappresentare i cittadini veneti a tutti i livelli istituzionali.

Maria Cristina Caretta   – Associazione Cacciatori Veneti-CONFAVI

Tarcisio De FranceschiAssociazione Enalcaccia P.T.

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: ACV, Enalcaccia, Manifestazioni, Veneto

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Hai voglia di manifestare,  :roll:    non otterrete niente farete la fine che abbiamo fatto noi in Campania dove la caccia è quasi chiusa, adesso anche messe anche le ZPS in territorio libero a stringere la corda, spero di sbagliarmi ma….   :-?    Salutiamo 

    • Nico scrive:

      E guardacaso tutta questa situazione e’ stata causata dall’indecente gestione della materia caccia da un assessore leghista consigliato Esclusivamente da fidc…scopo finale:tutti a caccia di polli colorati nelle riserve gestite da aavv che dopo 30 anni sono riuscite a raggiungere il loro obiettivo

  2. Giovanni59 scrive:

    …se a proporlo è la giunta regionale vuol dire che il problema è “POLITICO”..come sempre del resto… :cry:. Come se ne esce?…manifestando?…ma quando mai!!!. Organizzatevi, parlatene, discutetene quanto volete ma se non fonderete un movimento politico, “siamo” destinati a soccombere..prima o poi :cry:

    • Bekea scrive:

      Giovanni :la questione è questa. Il PFV và discusso in Regione entro la fine di gennaio o viene prorogato quello attuale. Questa manifestazione , dove sono invitati i politici regionali,nazionali, europei del Veneto, serve per far sapere alla politica cosa pensiamo,e come vorremmo fosse cambiata la bozza di questo piano, prima della sua discussione in regione. Fondare un altro partito è una cosa che esula da questa manifestazione, qui sono i cacciatori contro chi vuol approvare questa fesseria di PFV, come sempre caccia contro cattiva politica.

    • faganeo scrive:

      Giovanni 59, e secondo te non abbiamo ottenuto niente manifestando sabato 25 gennaio??
      Lo dicevo io come sempre in queste occasioni: vai avanti tu che i meriti li prendo io.

  3. faganeo scrive:

    Bravo Giovanni 59, e dopo aver fondato un movimento politico dal nome “METTIAMOCI TUTTI A 90°”  dove tu sicuramente potrai fare il segretario generale  ci indicherai quale posizione dovremmo tenere davanti alle altre forze politiche per ottenere qualcosa di consistente in materia venatoria. Il solito “vai avanti tu che a me vien da ridere” Complimenti!!!!

    • Giovanni59 scrive:

      Sono disposto ad accettare le critiche, i chiarimenti, le altrui ragioni e considerazioni,….ma il sarcasmo nudo e crudo solo x il gusto di sentirsi un gradino più in alto lo trovo semplicemente INSOPPORTABILE sopratutto se fatto da un collega cacciatore. C’est la vie…come dicono i francesi…

      • faganeo scrive:

        Il mio era solo un invito al tuo”Come se ne esce?…manifestando?…ma quando mai!!!. Organizzatevi, parlatene, discutetene quanto volete ma se non fonderete un movimento politico, “siamo” destinati a soccombere..prima o poi ”
        Perchè è facilissimo dire “fondate un partito politico” agli altri!!!!!! Ma tu in prima persona se il coraggio non ti manca, cosa aspetti?????
        Ecco perchè mi sono espresso sarcasticamente.Senza rancore.

Leave a Reply


9 + 7 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.