Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Progetto Migratoria: I cacciatori dalla parte degli animali

| 20 gennaio 2014 | 0 Comments

I cacciatori dalla parte degli animali
Il progetto «Migratoria» per una campagna di monitoraggio degli uccelli migratori

Tordo SasselloÈ appena sorto il sole, fa un freddo cane e sei da solo nel bosco. Hai un fucile, sei appostato in un capanno e aspetti solo il primo battito d’ali, per iniziare il tuo giorno di caccia. Ma, catturate le prede che la tua licenza ti assegna, d’improvviso posi l’arma da fuoco, prendi penna e quaderno, e inizi a scrivere: riporti quali specie volano davanti ai tuoi occhi, da dove vengono e dove vanno, quali le condizioni ambientali dell’avvistamento. E a fine stagione i tuoi studi, insieme a quelli raccolti da centinaia tra ornitologi, studenti e altri cacciatori, confluiranno in un database sulle migrazioni delle specie. È successo in autunno sui monti sopra Pistoia: il progetto «Migratoria», organizzato per il secondo anno dalla Provincia, ha attuato una campagna di monitoraggio degli uccelli migratori.

IL PROGETTO -All’iniziativa, ispirata ad altre svolte nei distretti di Pisa, Grosseto e Firenze, hanno preso parte il Centro ornitologico toscano, studenti dell’università ma anche associazioni venatorie (Arcicaccia, Libera caccia, Anuu) il cui contributo si è focalizzato sullo studio di allodole, storni e turdidi – merlo, bottaccio, sassello, cesena – presenti sul territorio. Il monitoraggio dei migratori somma, alla fase di studio, l’attività di «inanellamento»: alla cattura del volatile segue l’applicazione a una zampa di un nastro con un codice che, univoco a livello mondiale, permetterà a chi effettuerà il successivo avvistamento dell’animale di ricostruirne le migrazioni. Questa fase ha avuto luogo in ottobre in due stazioni: nell’oasi Dynamo di Limestre (S. Marcello p.se) sono stati catturati da ornitologi e studenti esemplari di 21 specie diverse. In val di Luce (zona Abetone) invece, dove all’inanellamento hanno preso parte anche le associazioni venatorie, sono state 8 le specie studiate. Scopo del progetto non è solo una più profonda conoscenza dei migratori: la partecipazione congiunta di enti di tutela ambientale e cacciatori alle attività di studio e protezione del territorio è, da alcuni anni, un’importante frontiera della politica ambientale toscana.

CONOSCENZA DELLA NATURA – Simili esperienze, in questo caso nella co-gestione di aree protette, sono state attuate nella Piana fiorentina (oasi Querciola, lago del Capitano, lago dell’Aeroporto) e presso il lago di Montepulciano (Si). E, fuori regione, va ricordato che già dagli anni ’90 il parco d’Abruzzo ha aperto al contributo di cacciatori selezionati la gestione delle zone contigue all’area protetta. Sono soprattutto, queste iniziative, un modo per mescolare le carte, ammorbidire le opposte ideologie, far incontrare persone che, al di là di un diverso approccio alla «Natura», sono comunque accomunate da una profonda conoscenza del territorio e dalla volontà di conservarne la fauna nel tempo. E quest’autunno nei boschi toscani cacciatori, studiosi e ambientalisti si sono mossi di pari passo per una maggiore conoscenza (e dunque una migliore tutela, al netto di un prelievo venatorio che, se rispettoso di regole e limiti e quindi «sostenibile», non incide sulla conservazione) dei migratori: un perfetto caso di eterogenesi dei fini.

http://corrierefiorentino.corriere.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , ,

Category: ANLC, ANUU, Arcicaccia, Toscana

Leave a Reply


8 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.