Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Pistoia: positivo il monitoraggio della migratoria

| 17 gennaio 2014 | 2 Comments

migratori21Pistoia. fauna selvatica: positivo il monitoraggio della migratoria

Si è svolta con successo, per il secondo anno consecutivo, l’attività di monitoraggio della migratoria tramite inanellamento delle specie ornitologiche, messa in campo dalla Provincia di Pistoia a scopo scientifico e finalizzata ad analizzare gli spostamenti e verificare le consistenze delle popolazioni migratrici.

Il campo di inanellamento, realizzato in collaborazione con il COT (centro ornitologico toscano) all’interno dell’oasi di protezione Dynamo di Limestre, tramite personale qualificato e sotto il coordinamento dell’ISPRA, si è svolto dal 14 al 28 ottobre 2013 (in contemporanea con il “Progetto Alpi”, avviato alcuni anni fa dall’ ISPRA e dal Museo Tridentino di storia naturale, allo scopo di indagare il passaggio dei flussi di migratori attraverso le Alpi durante la migrazione post riproduttiva).

Alla campagna hanno partecipato 17 soci del COT e alcuni studenti delle università di Firenze e di Pisa intenzionati ad approfondire le loro conoscenze in ambito ornitologico.
Sono stati circa 130 i soggetti catturati appartenenti a 21 specie, tutte dell’ordine dei passeriformi (fra questi, pettirosso, tordo bottaccio, codirosso spazzacamino, cincia mora, cincia bigia, pispola, codirosso comune, luì piccolo, saltimpalo, ecc).

Particolare attenzione ha meritato la cattura di un codazzurro: un evento davvero eccezionale che avviene con rarissima frequenza, in quanto si tratta di specie segnalata come “accidentale” nel nostro paese. Il codazzurro, infatti, un piccolo passeriforme della famiglia dei muscicapidi con la caratteristica distintiva della coda di colore blu, dalle regioni dell’est Europa migra in Cina occidentale attraversando l’Himalaya e la sua presenza in Italia è casuale

In contemporanea con quella dell’Oasi Dynamo di Limestre, è stata attivata un’ulteriore stazione di inanellamento anche presso la zona di protezione Val di Luce, nel Comune di Abetone.

Questa stazione, attiva dal 18 al 21 ottobre, è stata gestita in collaborazione con l’Associazione Unifauna, le associazioni provinciali Arci Caccia, Libera Caccia e ANUU Migratoristi e il CAI di Pistoia, che ha messo a disposizione il rifugio del Lago Nero. La stazione, con uno scopo maggiormente didattico e il coinvolgimento degli studenti dell’Università di Firenze, ha realizzato 51 catture di 8 specie diverse di passeriformi migratori.

L’ inanellamento scientifico è una tecnica di ricerca basata sul marcaggio individuale degli uccelli: uno dei metodi più efficaci per studiare la biologia, l’ecologia, il comportamento, i movimenti, la produttività delle popolazioni e la demografia delle diverse specie.

Una rete di stazioni di monitoraggio, coordinate attraverso i centri nazionali (ISPRA per l’Italia) è alla base della gestione delle attività di inanellamento scientifico in tutta Europa. La cattura viene effettuata con reti verticali e gli esemplari raccolti vengono inanellati, sottoposti ai rilievi biometrici standard e successivamente rilasciati. L’anello ha un numero univoco a livello mondiale e i dati raccolti vengono inviati a una banca dati gestita dall’Euring (organismo dell’Unione Europea per l’inanellamento).

“Il monitoraggio della fauna è una delle attività che la Provincia ha scelto come indicatore nel nuovo piano faunistico venatorio recentemente approvato – ha sottolineato l’assessore alla caccia e pesca della Provincia, Rino Fragai – attraverso i campi di inanellamento, infatti, coordinati da ISPRA con il contributo dell’amministrazione provinciale, è possibile raccogliere dati oggettivi e ampliare le conoscenze sulle diverse dinamiche delle popolazioni, al fine di ottimizzare le politiche di conservazione e gestione della fauna selvatica”.

http://www.ladeadellacaccia.it/

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: ANLC, ANUU, Arcicaccia, Toscana

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    “Pistoia. fauna selvatica: positivo il monitoraggio della migratoria”
     
    Bene fateglielo sapere a quei …non animalisti che tanto con loro è inutile….ma a quei cacciatori disfattisti che piangono “miseria”  in continuazione!!!

  2. Giacomo scrive:

    Tutti positivi sti monitoraggi, poi quello che resta di negativo è sempre il fatto che la caccia ogni anno ha la sua dose di riduzione ! Non vi sembra sia meglio  monitorare anche le restrizioni che si fanno e che hanno fatto immancabilmente ogni anno ? Così tanto per cambiare troverete risultati positivi anche in questo. Ve lo dico io un monitoraggio da fare  in questo campo: andate a vedere le restrizione sulle ZPS di Natura 2000. Si fa lo studio del passerone, ogni risultato è buono… per la dose di restrizione.   :mrgreen:    Salutiamo

Leave a Reply


1 + 3 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.