Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Abbattere un rinoceronte per salvare rinoceronti

| 13 gennaio 2014 | 9 Comments

Uccidere rinoceronti per salvare rinoceronti
La Namibia ha messo all’asta una licenza per cacciare un rinoceronte nero (uno ben preciso) e il ricavato sarà usato per la conservazione della specie

rinoceronteNella notte tra sabato 11 e domenica 12 gennaio, il Dallas Safari Club, un associazione di cacciatori e “appassionati dell’ambiente”, ha venduto all’asta per 350 mila dollari una licenza di caccia che consente di uccidere un rinoceronte nero in Namibia. Tutto il ricavato, ha detto l’organizzazione, sarà devoluto al governo della Namibia e utilizzato per proteggere i rinoceronti neri, una specie in pericolo di estinzione di cui si ritiene siano sopravvissuti circa 4 mila esemplari.

L’asta è stata duramente criticata da diversi gruppi di ambientalisti, che hanno sottolineato l’assurdità dell’idea di cacciare rinoceronti per preservarne la specie. Mentre si teneva l’asta un gruppo di manifestanti ha protestato davanti alla sede dell’associazione. Gli ambientalisti – in particolare l’associazione IFAW – ritengono che, anche se uccidere un rinoceronte di per sé non mette in pericolo la specie, tenere un’asta come quella del Dallas Safari Club fa passare un messaggio sbagliato in relazione alla tutela della specie. Nei giorni scorsi il Dallas Safari Club sostiene di aver ricevuto minacce di morte nei confronti dei suoi dirigenti.

L’asta si è svolta sabato notte a porte chiuse ed è partita da una base di 200 mila dollari. La licenza di caccia è stata assegnata al club dal governo della Namibia, un paese africano dove vivono attualmente circa 1.800 rinoceronti neri. Recentemente il governo del paese ha deciso – non «alla leggera», ha scritto in una lettera al club – di concedere tre permessi di caccia ai rinoceronti ogni anno: i permessi sono vincolati all’uccisione di un preciso rinoceronte, non uno a caso; le risorse ottenute permettono di finanziare l’assistenza e i controlli allo scopo di salvaguardare gli altri esemplari.

Il permesso si riferisce quindi a un rinoceronte in particolare e la spedizione di caccia sarà monitorata da agenti del governo. Il Dallas Safari Club ha specificato che l’esemplare scelto è un maschio adulto che ha da tempo passato l’età in cui poteva riprodursi. Secondo il club l’animale sta diventando aggressivo e rappresenta un ostacolo alla riproduzione degli esemplari maschi più giovani. Ben Carter, direttore del club, ha dichiarato che probabilmente l’esemplare sarebbe stato abbattuto comunque per via dei problemi che potrebbe causare.

Il principale pericolo per i rinoceronti neri in Namibia sono i bracconieri. Il corno di rinoceronte è un ingrediente importante della medicina tradizionale cinese e viene venduto sul mercato nero fino a 60 mila dollari (circa 40 mila euro) al chilogrammo.

http://www.ilpost.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Curiosità

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. ennio scrive:

    redicola quanto deplorevole iniziativa.

  2. claudio ge scrive:

    Scusate, io questa volta vado in controtendenza, le solite Americanate….. io mi chiedo 350 mila $ per uno per salvarne altri? versatene anche di più, che poi, forse ne ammazzerete forse di più noo? (sempre che di caccia si parli ovvio!!!) (:n) (:n) (:n)

  3. Peter scrive:

    350.000 mila “ridicoli” dollari che anche per lo stato più disgraziato che ci possa essere sono poco più che una “miseria” per uccidere cosa? Un rinoceronte in via di estinzione; roba da strapparsi i capelli oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww è una miserevole vergogna (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n)Sono cacciatore da sempre, ma questa proprio no, no e ancora un miliardo di volte no.

  4. Ezio scrive:

    Vi prego! Siate più …freddi!  Così si GESTISCE un habitat e le relative specie.
    In Italy invece alcune specie rigorosamente non cacciate e non cacciabili diminuiscono costamtemente anche nei PARCHI.
    E’ meglio??
     
     

  5. Renzo scrive:

    Con quei 350.000 dollari che il riccone di turno spenderà per cercare e abbattere QUEL rinoceronte, malato vecchio e ormai pericoloso ,potranno finanziare quello che servirà per salvare gli altri dall’estinzione . Ricordatevi che non è un parco Italico ma la Nabibia. Lì con due dollari una famiglia ci vive per tre o quattro giorni 

  6. Ezio scrive:

    Bravo Renzo!! Inutile fare troppo i sofistici. Diversamente tanto quei soldi così puliti e semplici  a quel territorio non sarebbero arrivati MAI!!

  7. Giacomo scrive:

    Ma allora in Italia la figura del selezionatore dovrebbe scomparire !  :twisted:  O no ? Che differenza c’è tra selezionare rinnoceronti o selezionare cinghiali ? Booooh !??     :-?      Salutiamo

  8. ennio scrive:

    no non condivido….un paese come gli StatiUniti se vogliono aiutare a salvare  qualcosa,offrire 350000§  è come offrire un piatto di pasta……

  9. Ezio scrive:

    Ennio, questo non è un “Paese”, questo è un PRIVATO  che con i soldi suoi può farci quel che vuole.
    E ci sono persone (PRIVATI ed APASSIONATI ANCHE LORO!!!) lungimiranti che utilizzano la sua passione ed il suo denaro per fare cose buone e giuste per un habitat ed i suoi abitanti.
    Sorvolo poi sull’uso dei soldi PUBBLICI, DI TUTTI NOI, quelli si!!,  che da troppi anni si fa in ITALIA.
     

Leave a Reply


+ 2 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.