Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Panettoni con sorpresa

| 23 dicembre 2013 | 4 Comments

Sergio GunnellaPANETTONI CON SORPRESA

Siamo in odore di Natale. Dicono i teologi che sia stata proprio questa ricorrenza a porre l’ inizio di tutto ciò che c’ è d’ importante al mondo. E forse è vero. Una parabola umana di Cristo che nel Natale trova il suo avvento e che senza il Natale, probabilmente, non sarebbe mai neppure stata pensata. Tuttavia, in queste ore di gaudio forzato, dove qualcuno al governo trova perfino auspicabile il far assaggiare agli italiani un panettone che, pur se un po’ acido, intende anticipare il buon sapore di quello del Natale del prossimo anno (?), ci sono persone per le quali la giornata del 25 dicembre rappresenta solo una grande festa consumistica, un momento per scambiarsi regali e farsi delle grandi abbuffate.
Gli Uomini dei Boschi che, come tutti ben sappiamo, provengono da estrazioni sociali ed economiche variegate, vivono il Natale assimilando le pulsioni di ciascun essere vivente. Tuttavia tali pulsioni, fondate spesso e ahimè su due pilastri ben distinti di mancanza di conoscenza, rivelano un approccio diverso, derivante da una diversa idea della società; è arcinoto, infatti, che l’ ignoranza rappresenta quasi sempre l’ assenza di cognizioni scientifiche e del palinsesto umanistico, adeguati al momento storico e al tipo di organizzazione sociale nel quale noi viviamo tutti, quanti siamo. Se è vero – come è vero – che la cultura è quel che resta quando le nozioni sono state dimenticate, è altrettanto vero che l’ ignorante non può essere persona colta; e neanche se si autodefinisce ‘intellettuale’. Ergo, sarà soltanto la sua mancanza di corretta capacità critica, conseguente alla sua non conoscenza delle cose (ergo anche a quelle legate allo sforzo di caccia) a renderlo sensibile unicamente alle suggestioni che solleticano i suoi interessi più immediati. Uno di questi è rappresentato dallo pseudo e becero animalismo col quale ognuno di noi si è ormai abituato a convivere ogni santo giorno.
La sorpresa è appannaggio esclusivo dell’ uovo di Pasqua. Tuttavia il sottoscritto – quest’ anno – pregherà Babbo Natale affinché voglia metterla anche all’ interno del panettone. E che diamine, panettoni per tutti!… ergo… sorprese per tutti!
All’ uomo dei Boschi chiedo venga recapitato il dolce natalizio imbottito di ‘voglia di continuare a coltivare la propria illusione’; un sogno perpetuo di incontri fatali, di ferme, di inseguimenti, di battere d’ ali, di rincorse mozzafiato. Guai se a costoro venisse a mancare l’ illusione! L’ attaccare il fucile al chiodo prenderebbe il sopravvento, e con esso il risveglio improvviso da un sogno iniziato in gioventù e in verità mai assopito…
Ciò che io chiederò a Babbo Natale quest’ anno per i ‘chiacchieratori professionisti’ di Camera e Senato, è un ‘buono per ritirare dal Creatore un etto di conoscenza venatica’. Un etto basta e avanza per gente che, come costoro, non sa distinguere la differenza che corre fra un coniglio e una lepre.
Agli ultrà dell’ animalismo senza frontiere e a tutti coloro che vedono la caccia come un’ occasione per ‘confessare la propria ignoranza’, il Vecchio di Rovaniemi dovrebbe mettere all’ interno del panettone una dose per far venire loro un’ attacco di diarrea; leggero leggero, tanto per tenerli impediti nel momento dell’ arringa o della votazione referendaria contro la caccia.
Agli indecisi, ma soprattutto agli indifferenti, una bella medaglia in similoro con su scritto ‘Grazie: i cacciatori contano su di voi’. Amen.
Comunque vadano a finire le mie preghiere, e qualunque sarà il contenuto della sorpresa che Babbo Natale vorrà riservarci quest’ anno, voglio augurare a tutti voi, Uomini dei Boschi, i miei fraterni voti di un felice Natale.

Sergio Gunnella

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Radio bosco

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Renzo scrive:

    Caro Gunnella , forse non serve un attacco diarroico come regalo per i nostri conosciuti. Meglio sarebbe un bel panettone pregno di essenze di buon senso, condite con delicati canditi di “”guardati allo specchio “” ; cosicchè questi “”nostri “” amiconi vedano finalmente la luce in fondo al loro tunnel di ignoranza. Cultura, nozionismo, l’essere professori o talentuosi uomini d’affari o artisti , semplici metalmeccanici o operai da miniera , non prescinde dall’essere obbiettivi e guardare le cose come veramente sono ; soprattutto guardare la Natura come è, e non come si è solamente costruita stando comodamente seduti sul divano di casa , sognando viaggi impensabili ai comuni mortali; magari sognando di elargire cibo con le proprie mani alla feroce Tigre. Accontentiamoci di ammirare il volo saettante del Tordo, il chioccolare del Merlo, il volo radente dell’Alzavola, o lo spettacolo dell’arrivo dei Colombacci, senza disdegnare la galoppata del Re della foresta: l’irsuto cignale . Se poi tutto questo porta noi a premere il grilletto su uno di loro, senza sognare Tigri o Giaguari da smacchiare , per poi poterlo onorare in tavola , ben venga …. prima o poi capiranno, è solo questione di tempo. Regalare quattro chili di carne di cinghiale a chi si è manifestato sempre contro, e ricevere sorrisi e ringraziamenti… non ha prezzo . E questo è stato il mio panettone personale non più di due giorni fa . AUGURI DI BUONE FESTE A TE e a  TUTTI i lettori . 

  2. Giacomo scrive:

    Quest ‘anno nel mio presepe ho voluto mettere due cacciatori uno in montagna beccacciaro con annesso amico fedele ed uno in mezza collina a tordi le mie cacce preferite. Ambedue credo che non ostante un passo sfavorevole di quelli che fini ad ora non se ne sono mai visti, credo che riusciranno a portare un po di selvaggina alla Triade più famosa del mondo. Questo anche per l’auspicio che l’anno prossimo possano darci ( e di questo mi sono raccomandato a tutti e tre ) un po più di libertà per mantenere in vita questa nostra passione che oltretutto ci possa far portare come i pastori un po di gustosa selvaggina sulla nostra tavola di Natale tanto per non perdere l’abitudine, se non anche sulla tavola di chi sfortunatamente non si può permettere neanche una fettina di carne per ragioni economiche. Come dite ? Per i vegani animal non plus ultra ? Beh ! Per loro bastano le rape, sempre che i cinghiali gliene lascino qualcuna. Un augurio dal cuore a tutti gli uomini dei boschi per un felice Natale in famiglia ed un anno nuovo prospero e pieno di aria salutare dei nostri amati, invidiati e verdeggianti boschi di montagna.  :wink:   Salutiamo

  3. Pasquale (Nato cacciatore) scrive:

    Approfitto del sempre eccellente Sergio Gunnella per fare gli auguri di un sereno e felice Natale. Per farli mi faccio aiutare da una donna che ha fatto del Natale la sua ragione di vita. Basta leggere le sue parole per rendersene conto.
    Buon Natale a tutti.
     
    E’ Natale ! di Madre Teresa di Calcutta
     
    E’ Natale ogni volta 
    che sorridi a un fratello 
    e gli tendi la mano.
    E’ Natale ogni volta 
    che rimani in silenzio 
    per ascoltare l’altro.
    E’ Natale ogni volta 
    che non accetti quei principi 
    che relegano gli oppressi 
    ai margini della società.
    E’ Natale ogni volta 
    che speri con quelli che disperano 
    nella povertà fisica e spirituale.
    E’ Natale ogni volta 
    che riconosci con umiltà 
    i tuoi limiti e la tua debolezza.
    E’ Natale ogni volta 
    che permetti al Signore 
    di rinascere per donarlo agli altri.

Leave a Reply


6 + = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.