Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Marche: gli ATC diventano figure giuridiche

| 18 dicembre 2013 | 7 Comments

ArcicacciaMarche. Arci caccia: “Bene la legge regionale che mette in sicurezza gli Atc”

Approvato dal Consiglio regionale delle Marche il progetto di legge di modifica della normativa regionale sulla caccia nella parte che definisce ruoli, funzioni e figura giuridica degli Atc.
In particolare con la nuova legge, relatori i consiglieri Fabio Badiali ed Elisabetta Foschi) agli Atc viene riconosciuta la personalità giuridica di diritto privato ed in virtù di questo, entro i limiti delle risorse loro assegnate o disponibili, possono erogare contributi per il risarcimento dei danni arrecati alle produzioni agricole dalla fauna selvatica e al contempo possono, concordandolo con la provincia di stretta competenza, effettuare interventi ai fini della prevenzione degli stessi danni.

Soddisfazione per l’approvazione della legge è stata espressa dalla Presidenza regionale dell’Arci Caccia che ha inteso rimarcare “come la nuova norma vada nella giusta direzione, a suo tempo sollecitata dall’associazione, di messa in sicurezza del lavoro degli Atc e dei suoi comitati di gestione.
Rafforzare il ruolo degli Atc è importante per consolidare la buona gestione del territorio e la conservazione della fauna selvatica”. “Un ringraziamento particolare va all’assessore regionale Paola Giorgi che, insediata da pochi mesi, ha saputo mantenere gli impegni assunti con celerità e determinazione”.

L’Arci Caccia delle Marche ora auspica una migliore definizione del quadro normativo che consenta agli Atc interventi finalizzati di governance del territorio rispetto alla presenza massiccia degli ungulati.

——————

ARCI CACCIA NAZIONALE
Largo Nino Franchellucci, 65
00155 Roma
Tel. 06/4067413 – Fax 06/40800345
Web: www.arcicaccia.it – E_Mail: info@arcicaccia.it

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Arcicaccia, Marche

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. gianluca scrive:

    Nel Lazio siamo ancora fermi al Piano Faunistico del 1998……………

  2. gianni scrive:

    SCUSATE,MA LA SELVAGGINA NON E’ UN BENE DELLO STATO?PERCHE’ I DANNI LI DEVONO PAGARE I CACCIATORI?

  3. ennio scrive:

    comunque la si metta o la si veda,la gestione da parte di questi ATC è semplicemente  VERGOGNOSA,clientelare …o se vogliamo  usare un altro termine che pare si stia insediando fino al nord…di stampo mafioso.Le Province che avrebbero dovuto vigilare  non  lo hanno mai fatto,tanto  meno la Regione,abbiamo comitati di gestione e presidenti che stanno in carica da quando sono stati  istituiti gli ATC,ovvero ben diaciannove(19) anni , nemmeno mai nessun Pm  si è mai incuriosito ,leggendo articoli o ascoltando malcontenti  a tali problebamatiche , andando  a metterci il naso per vederci più  chiaro…ehhh sì perchè questi argomenti non portano alla ribalta come certi  bunga bunga..

  4. laser scrive:

    temo che la prima cosa che faranno, se non l’unica, sara’ quella di aumentare la quota di iscrizione all’atc di residenza, che gia’ ammonta ad euro 75.00. 

  5. Bartoccini Mario scrive:

    Non vi sono dubbi, la figura giuridica degli ATC italiani è stata ben individuata dalla Legge 157/92:
    “ASSOCIAZIONE PRIVATA DI DIRITTO PUBBLICO”!
     
    Che dire poi dell’art.14, comma 14 della Legge Nazionale sulla caccia?
    “L’ORGANO DI GESTIONE DEGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA PROVVEDE, ALTRESI’, ALL’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL RISARCIMENTO DEI DANNI ARRECATI ALLE PRODUZIONI AGRICOLE DALLA FAUNA SELVATICA E DALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ VENATORIA NONCHE’ ALLA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI, PREVIAMENTE CONCORDATI, AI FINI DELLA PREVENZIONE DEI DANNI MEDESIMI”.
     
    Resta altresì chiaro, a mio avviso, che gli ATC d’Italia restano ben identificati come associazioni “promanenti” (emanazione) delle amministrazioni provinciali:
    ECCO ALLORA L’AUTENTICO SIGNIFICATO DI “ASSOCIAZIONE PRIVATA DI DIRITTO PUBBLICO”!!!
    Che dire poi dell’Art. 1 (157/92), “La fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelata nell’interesse della comunità nazionale ed internazionale”???
    Se per il prelievo di ciò che è consentito paghiamo le tasse più “salate” d’Europa, perché dovremmo tirar fuori altri quattrini per i danni arrecati dalle specie “patrimonio indisponibile dello Stato”?
    Per favore: basta prenderci per i fondelli!!
    Cordialità.      

  6. Bartoccini Mario scrive:

    Bravo signor Ennio!!
    Si “cuccano” i nostri €uro e poi ci prendono anche in giro!
    Cordialità.

  7. tortoioli claudio scrive:

    L’arci e compagni plaudono un altro  baraccone che può tassare i cacciatori e ridistribuire ( al risarcimento dei danni da fauna selvatica).
    Mentre ci annunciano una minore pressione fiscale, ci troviamo ha sborsare risorse ingenti, vedi imu, nettezza urbana, addizionali, siamo il popolo più tartassato d’ Europa, con la caccia più restrittiva.
    Come è ammissibile dare tanta forza ed autonomia ad un comitato di gestione, questo sistema fallimentare ed irresponsabile evidenzia l’incapacità superficiale della politica Italiana, c’è veramente da preoccuparsi nel vedere certe assurdità.
    Purtroppo questa situazione di alimentare spese e tasse, conduce il paese intero al disastro.
    Auguri 

Leave a Reply


+ 5 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.