Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Il Veneto lancia il progetto Lupo

| 18 dicembre 2013 | 8 Comments

Lupo-lunaNei primi anni Novanta il lupo è riapparso sulle Alpi occidentali italiane e francesi, fino a raggiungere oggi gli oltre trenta branchi stabili. Ma il lupo è sempre alla ricerca di nuovi territori, è accaduto così che, all’inizio del 2012, una femmina è giunta sulle montagne della Lessinia dove, pochi mesi dopo, è arrivato un secondo esemplare, maschio, proveniente dalla popolazione balcanico-dinarica, la cui migrazione era stata seguita dall’Università di Ljubliana (Slovenia), in quanto dotato di radio collare. Il loro incontro ha dato origine alla formazione del primo branco di lupo delle Alpi centro-orientali,ma la presenza del lupo è stata segnalata anche nelle confinati regioni del Trentino Alto Adige e del Friuli Venezia Giulia. Per questo, la giunta regionale del Veneto intende partecipare al progetto Life WolfAlps per la conservazione e la gestione del lupo, cofinanziato dall’Ue nell’ambito del programma Life + Natura. Con il provvedimento, proposto dall’assessore alla caccia Daniele Stival, oltre ad autorizzare la partecipazione al progetto (la cui denominazione è “Il lupo nelle Alpi: implementazione di azioni coordinate per la conservazione del lupo in core aree e nell’intorno”), si approva lo schema di convenzione per la partnership tra il Parco naturale Alpi marittime, coordinatore, e la regione Veneto, prevedendo per quest’ultima una spesa di 125 mila euro a fronte di una quota di cofinanziamento comunitario pari a oltre 430 mila euro.

In sette aree chiave saranno attuate misure di conservazione e gestionali, con particolare riguardo all’attenuazione dell’impatto della specie sulle produzioni zootecniche. Ma anche azioni di comunicazione, trasferendo le “best practices” già messe in atto nelle zone dove l’esperienza è più matura, come le Alpi occidentali. È prevista inoltre la definizione di linee guida di gestione della specie attraverso piani locali ai quali è affidata la “conciliazione” della protezione del lupo con le attività umane. “Ma l’aspetto strategico del progetto – sostiene l’assessore veneto – è la comunicazione. Il lupo non è solo una presenza faunistica da gestire sotto il profilo ecologico, è anche presenza alla quale si associano profili di natura culturale, con “stratificazione” negli anni di storie, leggende e mistificazioni. L’obiettivo, quindi, è divulgare in modo trasparente i risultati delle ricerche e degli interventi condotti e diffondere informazioni sulla presenza del lupo e su come verrà gestito il suo impatto sulle prede domestiche, cercando di favorire il rispetto e la curiosità per evitare preoccupazioni infondate”.

Stival Daniele“Per questa specie – conclude Stival – vanno riproposte le strategie che già abbiamo sviluppato per la specie orso, in stretta collaborazione con le Provincie e il Corpo forestale dello Stato, che contemplano il sistema di monitoraggio e allerta e la “corsia preferenziale” riservata al pagamento sollecito e integrale dei danni arrecati alle produzioni agro-zootecniche. E anche in questo caso, sottolineo la disponibilità delle Province di Belluno, Verona e Vicenza, del Parco Naturale Regionale della Lessinia e del Parco regionale delle Dolomiti d’Ampezzo, nell’ambito delle rispettive funzioni istituzionali, a supportare le attività del progetto che dovranno essere realizzate in Veneto”.

http://www.armietiro.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Curiosità, Veneto

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Mari scrive:

    I 120.000 usateli x le persone che non arrivno a fine mese…….fareste mlto meglio

  2. Bepi scrive:

    Altra CAGATA per buttare soldi al vento. avanti forconi e ora di colpire!!!!!

  3. gianni scrive:

    SE A STIVAL RESTA QUALCHE BRICCIOLA DEI 125000,00 EURI,GLI RICORDO CHE HO UN FIGLIO DISOCCUPATO DA QUASI UN ANNO.PENSO CHE X MANGIARE QUANDO NON CI SARO’ PIU’ IO,GLI INSEGNERO’ A PREDARE LE PECORE.CHE VERGOGNA.DISOCCUPATI A CASA NOSTRA.ROMA LADRONA.

  4. ross scrive:

    ecco dove porta la deriva animalista….
    ai contadini e pastori rimasti chi ci pensa ????
    chi pensa ai loro sacrifici ???
    il paesaggio che volete vedere la domenica chi credete
    che lo mantenga co lavoro e  sacrificio….
    non con i vostri discorsi da salotto….
    ma purtroppo non ci caca nessuno….

  5. fedeli massimo scrive:

    Il lupo si contiene con il p.000,parlo di contenimento non travisate (f)

  6. dardo scrive:

    non vi preoccupate se continuano così i politicini idaliani, il lupo servirà per lo spezzatino!

  7. federico vidoni scrive:

    Se il Sig. Stival crede fermamente in questo progetto può benissimo finanziare con propri denari il tutto!!!! Vedrete poi che in Veneto il progetto LUPO  non sarà più un progetto strategico … e la sua presenza una risorsa da gestire….
     

Leave a Reply


2 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.