Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Ungulati, crescita esponenziale in Toscana

| 13 dicembre 2013 | 1 Comment

Regione Toscana
UNGULATI, CRESCITA ESPONENZIALE IN TOSCANA
Salvadori: “Dobbiamo riequilibrare ecosistema”

ungulati“Dobbiamo riportare in equilibrio l’ecosistema”: questo l’imperativo categorico emerso oggi al termine del convegno sul tema “Strategie e proposte per l’equilibrio naturale del territorio. Cinghiali, caprioli, daini, cervi e mufloni in Toscana” che si è svolto all’auditorium del Consiglio regionale. Il convegno, affollatissimo, è stato organizzato dalla Regione Toscana.
Vi hanno partecipato rappresentanti degli agricoltori, del mondo venatorio, di quello ambientalista, ma anche enti e istituzioni, mondo dell’associazionismo, rappresentanti del mondo scientifico e dell’Ispra.
Al termine dei lavori, che hanno occupato tutta la mattinata, l’assessore all’agricoltura della Regione Toscana ha lanciato una proposta operativa. “Entro gennaio – ha detto – dobbiamo redigere un documento, che va condiviso con tutti i soggetti che hanno competenza e interesse in materia, per definire le modalità di azione da adottare subito, già nel 2014.”
Dalle relazioni degli studiosi presentate al convegno è emerso, fra l’altro, che il numero di ungulati presenti in Toscana (per la maggior parte cinghiali e caprioli) si attesta sui 330-340 mila, un numero che supera abbondantemente la media dell’Italia e avvicina la Toscana all’Austria, che è il paese in Europa con la più alta densità di questi animali. “Dobbiamo affrontare la questione e riportare equilibrio – ha detto Salvadori – questo non è un problema dei soli agricoltori, o dei soli cacciatori, è una questione che riguarda l’equilibrio dell’ecosistema e lo stesso paesaggio della Toscana. Dunque questo è un problema che riguarda tutti.”
In precedenza l’assessore aveva fatto riferimento al principio di “responsabilità” nel ribadire che si devono trovare soluzioni condivise per affrontare la questione del “riequilibrio ambientale e naturale della regione”. E aveva indicato il 2014 come l’anno nel quale le soluzioni condivise vanno messe in atto, perché non più rinviabili.
“Il convegno di oggi – aveva detto Salvadori in apertura dei lavori – serve per fotografare la situazione, prenderne atto ed elaborare, con l’aiuto degli esperti e dei soggetti preposti, le soluzioni scientifiche più adeguate. Quello di oggi – aveva ribadito – non è un convegno che serve per parlare di caccia, l’attività venatoria è uno degli strumenti con i quali è possibile intervenire per il contenimento degli ungulati, ma non è certamente l’unico strumento”.

13/12/2013 15.42
Regione Toscana

http://met.provincia.fi.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , ,

Category: Capriolo, Cervo, Cinghiale, Toscana

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. estevan scrive:

    Speriamo arrivino nelle piazze!

Leave a Reply


8 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.