Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Radio Bosco: Forconi per i chiacchieratori di professione

| 13 dicembre 2013 | 5 Comments

Sergio Gunnellaforconi per i chiacchieratori di professione
Sulla tragedia di Prato: la polizia municipale non controllava, gli ispettori del lavoro erano assenti, i vigili del fuoco guardavano altrove. Il Comune ignorava. Provincia e Regione non sapevano. Ergo, tra i responsabili del cataclisma sociale accaduto nella città del cencio, vanno compresi tutti costoro, più la Procura che si occupava d’ altro. Amen.
Per contro, a fronte di un ‘tira a campà’ generale e generalizzato, da qualche tempo, sono decuplicate sulle reti televisive le trasmissioni che si occupano di politica e di accadimenti mediatici. Organizzate per lo più in forma di dibattito, ospitano un certo numero di parlamentari, insieme a alcuni giornalisti e – se del caso – a qualche economista, o sociologo tuttofare. Rara la presenza di sondaggisti che pare abbiano il vizietto sbarazzino di apparire solamente dietro compenso.
Ecco quindi che per costoro, dopo il Parlamento, le redazioni giornalistiche e i gabinetti strizzacervelli, il chiacchiericcio continua in TV. E qui tutti, e quando dico tutti non intendo usare un’ astrazione di comodo, tutti – dicevo – ripetono la litania ormai trita e ritrita della diminuzione del numero dei parlamentari, della restrizione dei costi della politica, etc., etc.. Intanto diciamo subito una cosa: perché chi va in aula parlamentare soltanto per poche ore al mese, non rischia decurtazioni dal proprio stipendio? Perché, invece di ‘premiare’ la presenza dell’ ‘onorevole deputato’ a ogni votazione con un appannaggio di oltre 100 € che si aggiungono ai suoi già corposi emolumenti mensili, non si ‘penalizza’ invece la sua assenza, ergo il suo non voto, detraendogli la stessa cifra dallo stipendio?
Come ognuno di noi può confermare guardandosi le varie trasmissioni ornai in auge, dalla 7 a Retequattro, da Rai 1 a Rai 3, tutti gli ‘onorevoli’ ospiti sono d’ accordo sugli argomenti finalizzati al ‘risparmio dei costi della politica’. Per lo meno di fronte alla telecamera! Rientrati a palazzo, presi come sono a inseguire la fine del mese e con essa la busta paga, essi dimenticano ogni altra cosa. Perché? Alla Camera e al Senato, calare il numero dei chiacchieratori di professione, potrebbe significare per qualcuno perdere il posto di quarta o quinta fila (quello dove se non ci sei non se ne accorge nessuno!). Risparmiare sui costi poi, potrebbe intaccare privilegi sognati e inseguiti fin dalla campagna elettorale. Già: perché proprio adesso? E perché proprio io? Le province costano troppo e vanno abolite? Certo che sì. L’ importante, però, è che a farlo siano i miei successori! Qualcuno conosce un cappone che si mette a ridere, quando gli comunicano l’ anticipo del Natale?
Intanto, nell’ attesa del nuovo che non arriva, e che forse mai arriverà, la gente cambia la propria disperazione in protesta, e i forconi avanzano. Fra ‘fermi macchina’ e sequestri, fra pignoramenti e istanze di pagamento, qualcuno dedica il proprio tempo da disoccupato per marciare democraticamente verso i palazzi del potere. Le forze dell’ ordine si tolgono il casco e le mamme/coraggio li baciano. Anche questo si vede in TV.

Sergio Gunnella

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Radio bosco

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    Tempo fa ai lavoratori della scuola che si prendevano la malattia non veniva detratto nemmeno un soldo. Il “caro” ministro ( se non sbaglio Brunetta) decise che ai fannulloni della scuola venisse tolto la somma di Euro 7 (circa la sesta parte di una giornata di lavoro) per ogni giorno di malattia,   :-D   Si potrebbe fare anche nel caso in cui ci si assenta in parlamento, considerando che un parlamentare prende ( da come si vocifica ) circa 11000 mila Euro al mese netti, per ogni giorno di assenza gli si dovrebbe detrarre circa 11000 : 31 giorni di un mese = 354 Euro a giornata, la cui sesta parte è 354: 6 = circa 60 Euro meno ancora il gettone di presenza (da come dice Sergio) di 100 Euro gli si dovrebbe togliere 160 Euro per ogni assenza anche se per malattia,  o no ?  :mrgreen:    :-D    Salutiaaamo 

    • Peter scrive:

      Giustizia vorrebbe questo ma……………… solo per gli altri. E’ vero che con le malattie (in verità tante fittizie) si è esagerato, pur tuttavia un povero cristo che veramente non è in grado di lavorare a causa di malattia o convalescenza, perchè deve perdere 7 euro al giorno?  A questo punto è vietato anche ammalarsi? Ma tanto parole al vento. Con questi signori ci vediamo alle prossime elezioni.

  2. Bartoccini Mario scrive:

    Carissimo Amico Sergio,
    ho trovato un “ritaglio” di tempo per complimentarmi ancora una volta ed augurarti
    BUONE FESTE … FELICE ANNO NUOVO!! Auguri che estendo a Daniele ed ai frequentatori del sito!!
    Ho tralasciato il “PROSPERO” perché questo aggettivo – oggidì – vale soltanto per i politici di professione! soprattutto se dirigenti di associazione! 
    Che vale il nostro volontariato di qualche migliaio di €uro ogni anno, di fronte alla corruttela di coloro che si sono piegati - nel contesto venatorio – all’invadenza delle “facce di bronzo” che s’ingozzano persino di “VITALIZI”?????
    Un po’ come “ingozzarsi” di cinghiali sottratti con la compiacenza di qualche ex assessore LADRONE, dalle ZRC gestite con il danaro di tutti i cacciatori!
    Ebbene: la Regione dell’Umbria sostiene con “VITALIZIO” tutti gli ex consiglieri – persino mogli ed eredi – con oltre 3 milioni di €uro l’anno!!! 
    Altro che forconi!!!! … avrei dovuto adoperare!!! … dopo ben dieci denunce per diffamazione!!! … PER INDURMI AL SILENZIO!!!
    E per difendere la nostra cultura sino in fondo, ho sempre pagato gli avvocati di tasca (per essere chiaro sino in fondo: senza mai chiedere nulla al Club “Le Torri”!!!
    Che volete … credo alla “caccia di gestione”. E sono fermamente determinato a chieder la galera per i ladri!!  “finché la morte non mi separi”!!!! 
    Le nostre Associazioni??? speriamo che siano solo in letargo temporaneo!!!
    Cordialità.
     

  3. Bepi scrive:

    Avete visto il Letta quando ha detto che finalmente è stato tolto il finanziamento (rimborso spese) ai partiti, pareva avesse scoperto una miniera d’oro anch’io al momento ho avuto un sentore di gioia poi a mente fredda leggo questa farsa e vedo che per il momento non è vero, in quanto per i prossimi quattro anni lor signori si spartiranno la misera somma di 200 milioni non contenti si sono fatti aggiungere anche il 2 per mille come fossero un’associazione benefica!!! mica male come chiacchiere !!!!!!!!!!! 

  4. fedeli massimo scrive:

    W I Forconi !! :wink:

Leave a Reply


+ 7 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.