Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

SVI: Il Popolo in rivolta, Solidarietà e Partecipazione

| 11 dicembre 2013 | 12 Comments

SVIIl Popolo in rivolta: Solidarietà e Partecipazione

Dal 09.12.2013 gli Italiani sono in strada a manifestare la loro legittima irritazione per uno Stato che non rappresenta più il suo Popolo, fatto di politici corrotti, di burocrati nulla facenti e di idolatri delle inezie.
Il Popolo ha fame di giustizia, lavoro e libertà e i nostri inutili rappresentanti pensano solo ai loro bisogni di casta ed ad arricchirsi dietro le nostre spalle.
Siamo all’assurdo parossistico di assistere a vicende, quali:
Operai che percepiscono emolumenti da fame e politici che pensano al fabbisogno degli animali;
Gente costretta a vivere, con la propria famiglia, con una misera pensione di 280 euro mensili mentre i canili, spesso gestiti da associazioni di volontariato, percepiscono fino a 5 euro al giorno per ogni cane – quindi 150 al mese ad animale;
Persone che hanno perso lavoro, casa e famiglia e rappresentanti del Parlamento che pensano a cure sanitarie gratuite per gli animali da affezione, a chiudere i circhi, a vietare la macellazione dei cavalli o ad abrogare il Palio di Siena (altra gente in mezzo ad una strada insomma).
Politici che si fanno immortalare in foto con i loro amici animali, ben pettinati, curati e financo vestiti – con maglioncini e scarpette – mentre la gente comune non riesce a pagare la retta per i pullman scolastici per mandare i figli a scuola o a comprargli un cappotto per l’inverno.
Milioni di euro gettati alle ortiche con sovvenzionamenti di progetti, a dir poco, fantasiosi per foraggiare associazioni di volontariato, in nome di un animalismo insensato e inumano, mentre imprenditori ed operai si suicidano per una crisi non voluta da loro ma dai giochi di potere di Stati, Governi e Banche.
Agricoltori portati sull’orlo del baratro da una concorrenza sleale, con importazioni di prodotti agricoli da paesi dove la mano d’opera costa un ventesimo di quella italiana e dove non vi è controllo sui prodotti chimici utilizzati e i nostri politici, negletti rappresentanti di una realtà surreale, ci propinano soluzioni fantasiose fatte di vuote parole.
Noi andremo in pensione a 70 anni (dopo una vita di stenti e lavoro) loro già ci sono in pensione, per grazia ricevuta, già dal primo giorno in cui sono entrati in Parlamento, con un vitalizio di 2.000 euro – solo per essersi seduti un giorno sugli alti scanni del potere, si badi bene.
Il Sindacato Venatorio Italiano non può accettare questo stato di cose, non può chiudere gli occhi davanti a tanta sofferenza, quindi, per quel che può valere, da pieno sostegno ai manifestanti che sono in piazza a rivendicare il diritto di vivere e si dichiara a fianco di tutti quei movimenti, fatti di gente comune (agricoltori, operai, disoccupati, studenti, ecc..) che oggi sono lì a manifestare il loro sdegno e la loro riprovazione per una classe politica che se avesse un po’ di dignità ed amor proprio avrebbe già fatto il mea culpa e dato da tempo le dimissioni.

Lì 11.12.2013

Ufficio Stampa
Sindacato Venatorio Italiano

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Generale

Comments (12)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. gianni scrive:

    MI PIACE.COME FACCIO AD ISCRIVERMI AL VOSTO SINDACATO?GRAZIE E AUGURI.

  2. Giacomo scrive:

    Non mi sembra che i sindacati hanno dato voce su quello che sta succedendo ! Non so o forse non ho capito, ma i nazionali sono d’accordo con questa manifestazione generale ? Lo dicano chiaramente come ha fatto il nostro sindacato SVI, o forse mi sbaglio ? :-?  :wink:  Salutiaaamo

    • fedeli massimo scrive:

      è no caro Giacomo questa non è una protesta da sindacato …..quelli sono allineati e coperti,questa è spontanea ,viene dal popolo quindi……!!? (:i) (:-p) (f)

  3. valentino carbone scrive:

     bene così…… (up) (n) delegato comunale svi battipaglia(sa)

  4. Bepi scrive:

    I sindacati o meglio ex sindacalisti ora deputati hanno anche il coraggio di chiedere cosa vogliono questi manifestanti,ve lo dico io cosa vogliono che andiate a casa classe di nullafacenti ladri di stipendio che non siete altro. 

  5. laser scrive:

    non va’ messo qui questo comunicato,(sono cose che sappiamo benissimo) Va’ affisso sui muri delle citta’.

    • Francesco R. scrive:

      Caro Iaser
      Lo SVI, umanamente, non puo stampare centinaia di migliaia di manifesti ed andarli ad affigere città per citta e comune per comune in tutta Italia ma un comunicato, una volta divulgato, diviene patrimonio della collettività, quindi, chiunque ne abbia interesse o volontà può stamparlo e farlo girare come meglio crede……..A buon intenditor……

  6. Renzo scrive:

    Ma se persino i giornali danno informazioni ,diciamo, “”come vogliono “” o “”come sono comandate a darle “”…. pensate che durante lo sciopero dellla AMT a Genova ( Azienda Trasporti ) c’era gente che leggendo i giornali credevano che scioperassero per avere più ferie e più riposi. Come si può chiedere che certi comunicati vengano divulgati in tutta la penisola ? Ci dobbiamo accontentare dilla rete , e anche questa …..

  7. LASER scrive:

    se siamo solo noi a leggerli, sono utili come la carta igienica…. PURTROPPO!!!!!

  8. Marco C scrive:

    Non è sufficiente essere solidali con i manifestanti semplicemente scrivendo un post su questo sito. Questi manifestanti stanno mettendoci del loro a livello economico e personale, bisogna scendere nelle piazze ed unirsi alla loro protesta. Se non riusciamo a cacciare ora questi politici truffatori non so quando avremo la prossima occasione per poterlo fare. Questi magnaccia si sono studiati una bellissima legge elettorale che gli permette di rimanere incollati alle loro poltrone semplicemente impedendoci di poter scegliere noi stessi i nostri rappresentanti, ecco perchè per numerose votazioni non è stata mai cambiato questo maledetto porcellum e a tutt’ora non sembrano avere proposte alternative nonostante la pronuncia di anticostituzionalità da parte della consulta costituzionale. Vorrei vedere chi voterebbe la Brambilla o la Santanche dichiaratamente servili al pregiudicato Berlusca, ora lo possiamo affermare senza possibilità di essere querelati semplicemente perchè stiamo dicendo la verità. Non ascoltate chi è politicamente contro la magistratura, anzi per fortuna che esiste una magistratura al di sopra delle parti che sta svelando i vergognosi e spudorati raggiri truffe e corruzioni che ruotano attorno alla casta politica. Se non lo fa la magistratura chi crediamo lo possa fare, i giornalisti forse??? campacavallo….. I nostri politici stanno tentando in tutti i modi possibili di deligittimare la magistratura ma noi cittadini non dobbiamo assolutamente permetterglielo, pena la misera democrazia rimasta in questo paese. Meglio fermarsi qua…saluti

Leave a Reply


+ 2 = 5

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.