Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: Ho fatto un sogno

| 6 dicembre 2013 | 5 Comments

TacconiSDopo aver letto con attenzione le 75 pagine redatte dalla Procura Regionale della Corte dei Conti per l’Umbria sulla spinosa vicenda inerente la verifica fiscale effettuata dal Nucleo di Polizia Tributaria di Terni presso il Comitato di Gestione dell’ATC 3 (con molti dei coinvolti rinominati addirittura in seno al neo Comitato), ho stentato a prendere sonno, a causa della profonda sensazione di fastidio e irritazione che il contenuto del faldone mi aveva provocato.
Tale particolare condizione psicologica ha sicuramente preparato la mia mente a elaborare uno strano sogno, che non vorrei diventasse realtà prima e incubo poi, portandomi a “immaginare” che le due ex più alte cariche degli ATC Perugini, nel corso del periodo di “autonoma e solitaria” gestione delle funzioni istituzionali dei Comitati appena rinominati, sancito da un tocco di bacchetta magica (leggi Delibera di Giunta) della Provincia di Perugia, si erano studiate, preparate, firmate e mandate all’incasso delle sostanziose buste paga, definendole con termine tecnico-amministrativo, indennità di fine mandato.
Nel corso della gestione Presidenziale del periodo giugno-settembre 2013, usufruendo del potere di “provvedere alle incombenze urgenti e indifferibili necessarie durante il periodo di vacatio” citate nella Deliberazione di G.P. 258/2013 e senza coinvolgere almeno per un parere i componenti degli ex Uffici di Presidenza sulle decisioni autonomamente assunte, le due ex più alte cariche degli ATC Perugini si erano quindi garantiti e messi in tasca Trattamenti di Fine Rapporto (meglio chiamarle più volgarmente e semplicemente liquidazioni) a cinque cifre, senza neanche pensare alla mancanza del necessario e obbligatorio accantonamento del futuribile TFR nei Bilanci degli anni precedenti, al limite dell’abuso di Atti d’Ufficio!!!
Nel corso del tormentato sogno ho addirittura immaginato che uno dei due Ex non aveva neanche provveduto a farsi applicare nella sostanziosa “busta paga mensile” la riduzione del 10 per cento prevista dalle norme dello Spending Review approvate con Legge Finanziaria, ma questa parte del sogno merita un più attento approfondimento!!!
Dal sogno già tormentato sono passato all’incubo, quando ho immaginato che, nonostante i pareri di illegittimità espressi dai rispettivi Collegi dei Revisori dei Conti degli ATC Perugini sull’incasso delle “liquidazioni” e dalle conseguenti e tempestive richieste di “idonea giustificazione al rilievo formalizzato dai Collegi” inviate dai neo Presidenti degli ATC alla Regione dell’Umbria, all’Assessore Regionale Caccia e Pesca, al Dirigente Regionale del Servizio Politiche Faunistiche e alla Provincia di Perugia, tutto potrebbe finire nell’italico “tarallucci e vino”.
Ho sognato che gli Ex stanno evocando l’intervento di qualche Santo presente nel Paradiso Politico locale al fine di convincere la Giunta Regionale, o chi per essa avrà l’incarico giuridico-legislativo di esprimere il Giudizio Divino, che i pareri unanimi dei due Collegi dei Revisori dei Conti, presieduti da professionisti di nomina della Giunta Provinciale di Perugia e che hanno dichiarato e sottoscritto che “solo il compenso mensile dei Presidenti degli ATC viene equiparato all’indennità di funzione dei Sindaci dei Comuni fino a 5.000 abitanti e non anche a tutte le altre competenze previste per tale carica, escludendo quindi l’applicabilità dell’indennità di fine mandato” venga modificato, cambiato, stravolto con un tocco immorale di bacchetta magica.
La politica si sa ha anche questo immenso potere, compreso quello di modificare in corso d’opera il senso e il significato legislativo di un R.R. approvato cinque anni prima e corredato dal necessario Atto Istruttorio, senza darne alcuna giustificazione neanche e soprattutto alla propria coscienza.
Mi sono svegliato di soprassalto e con un dubbio…ma sarà tutto vero o è frutto della mia contorta fantasia???
Chiaramente mi assumo tutte le responsabilità per aver divulgato un sogno che potevo tranquillamente cancellare dalla mente, se mai qualcuno si identificasse nei personaggi e si sentisse “parte lesa (?), ma se tutto corrispondesse alla realtà saranno i classici c…. amari per chi ha sbagliato, anche se “le somme incassate” avranno uno stiracchiato avallo, a mio avviso immorale, da parte di chi si assumerà l’onere di esprimersi sulla spinosa questione!!!

Stefano Tacconi

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: ANLC, Umbria

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Alessandro Cannas scrive:

    A Ste’, ma che te sei magnato na cofana de peperoni con l’aglio?
     :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  2. ross scrive:

    in effetti come in tutte le amministrazioni pubbliche
    o aziende partecipate i documenti sempre sembrano in regola….
    è il sistema delle  prebende ( diciamo cosi…) legalizzate a norma di legge !

  3. tortoioli claudio scrive:

    Un caro saluto Stefano, oggi i politicanti regionali di maggioranza , in testa Bracco uno dei peggiori politici e sopratutto il più grande alimentatore di sprechi e spese inutili della nostra regione hanno preso le difese dei premi da 15,000 EURO dei dirigenti regionali. 
    Soggetti che sanno soltanto produrre burocrazia, problemi a chi lavora, favori agli amici dei politici, una vera piaga pesante per tutti i cittadini onesti.
    Quindi caro Stefano copriranno pure il tuo sogno ne sono certo, ormai la moralità è cosa rara forse l’ingiusto è la normalità. desolante un Cordiale Salute Claudio

  4. giannirm scrive:

    Caro Stefano i sogni spesso si trasformano in realtà e diventeranno “uccelli per diabetici” è tutto un circolo alla fine tutto torna basta aspettare. :wink: (up)

  5. Stefano Tacconi scrive:

    Per puro dovere di cronaca informo che il “sogno” l’ho fatto a occhi aperti…i due ex Presidenti si sono appropriati indebitamente delle “liquidazioni”, come da parere espresso con “moralità” dalla Regione Umbria.
    Uno dei due EX (rinominato Consigliere) è stato obbligato a dimettersi (ATC Perugia 1), ora aspettiamo che anche l’altro (ATC Perugia 2 e addirittura insediatosi nel nuovo Ufficio di Presidenza) faccia la stessa fine.
    “La fine di un Impero”…questo il titolo del prossimo comunicato che invierò al portale.

Leave a Reply


1 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.