Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Palazzo: inadeguatezza della Provincia di Arezzo su caccia e ATC

| 28 novembre 2013 | 0 Comments

Arezzo: Caccia e Atc. Palazzo: “Ennesima inadeguatezza della Provincia”
Dichiarazione del consigliere provinciale Simon Pietro Palazzo.

Cacciatore cane da traccia“Ennesima dimostrazione di inadeguatezza da parte della Provincia di Arezzo su caccia e gestione degli ATC – dichiara il consigliere provinciale Udc Simone Palazzo- Ci chiediamo quali sono i motivi per i quali, rispetto a tutto il territorio regionale, solo nella nostra provincia non si risolvono i problemi legati alla caccia.
Come mai solo ad Arezzo vengono commissariati gli ATC? Dalle altre parti, cinghiali, i cervi, caprioli e daini non arrecano danni? La risposta è semplice: le altre Province, insieme agli ATC, ai rappresentanti delle federazioni venatorie, a quelli delle associazioni agricole e ambientaliste, ai cacciatori, gestiscono in maniera più efficace una questione che negli ultimi anni sta creando grossi disagi.
Non riusciamo a capire perché in provincia di Arezzo nella trattativa su come cacciare gli ungulati nelle zone rosse non abbiano partecipato le associazioni venatorie. Questa Provincia sulla caccia ha fatto il suo tempo e il mancato accordo con gli agricoltori non può che ricadere negativamente sui cacciatori.
Non può esistere la caccia senza il coinvolgimento degli agricoltori perché è sui fondi agricoli e forestali che si esercita.
Ci pare che all’interno della istituzione Provincia ci sia chi vuole decidere tutto senza ascoltare i bisogni degli agricoltori e dei cacciatori.

Perché – domanda Palazzo-Sono stati commissariati gli ATC1 e ATC2, con un nuovo commissariamento?E l’ATC3? Sembra che alcune dimissioni siano state suggerite senza motivo, con bilanci in positivo, essendo uno dei pochi ATC che in Toscana è riuscito ad abbattere i costi dei danni degli ungulati reggendo l’urto dell’aumento dei cinghiali. Qualcosa, quindi, non torna! A chi giova il commissariamento?
Anche le associazioni agricole hanno forzato la mano facendo dimissionare i propri rappresentanti dopo 10 mesi di attività. Se ogni volta che non si trova l’accordo, si danno le dimissioni per far cadere enti o comitati, si va poco lontano.
I cacciatori, che sono i primi sostenitori degli ATC in quanto con la loro quota alimentano economicamente e principalmente l’attività gestionale per l’esercizio venatorio, sono i primi a farne le spese. E stiamo all’ennesima riprova di cattiva politica”

http://www.arezzonotizie.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , ,

Category: Toscana

Leave a Reply


2 + 8 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.