Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Abruzzo: l’odioso fenomeno dei furti di cani da caccia

| 25 novembre 2013 | 1 Comment

segugio_italianoFurto di cani da caccia, un altro episodio a Schiavi di Abruzzo

La cronaca locale è costretta a tornare sull’odioso fenomeno dei furti di cani da caccia. L’ultimo colpo la notte di venerdì in frazione Taverna di Schiavi di Abruzzo, in un sito praticamente circondato dalla provinciale che scende verso la fondovalle Trigno.

I delinquenti hanno agito con tutta calma, nononstante il luogo non fosse isolato. I ladri hanno avuto il tempo di rimuovere alcuni pesanti blocchi in cemento che costituivano il muro di sostegno del recinto dentro il quale era custodito il cane da caccia. Una volta rimossi i blocchi i ladri hanno tagliato la rete metallica di protezione per accedere dall’alto al ricovero dell’animale. Agguantato il segugio si sono dileguati.
Nessuno sembra aver notato nulla, anche perché quella notte il tempo era pessimo, con una pioggia intensa che è andata avanti fino alle prime luci dell’alba. L’amara scoperta di quanto accaduto solo l’indomani mattina, quando il proprietario è giunto sul posto per occuparsi del suo cane.

Si tratta di un segugio maschio di circa quattro di età, Argo il suo nome, di taglia media, un incrocio, dal mantello maculato bianco nero e marrone, dotato ovviamente di microcip. Un ottimo cane per la caccia al cinghiale che sul mercato nero sarà venduto ad una cifra molto elevata. Il furto è stato ovviamente denunciato ai Carabinieri della locale stazione che hanno avviato le indagini.

http://www.quiquotidiano.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Abruzzo

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Renzo scrive:

    E’ un vero peccato che i cani da caccia siano per indole notoriamente docilissimi. Bisognerebbe che la Natura li avesse dotati della cattiveria giusta per sbranare senza pietà, cominciando dalla gola, chi è deciso a far loro del male , o allontanarli da quello che loro giudicano come branco per la vita . Delinquenti è un eufemismo per non definirli in altro modo . Mi auguro che ARGO sia ritrovato, in salute, e trattato ancor meglio di come lo era sicuramente già .Tutto per lo sporco danaro

Leave a Reply


3 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.