Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piemonte Caccia al cinghiale anche sulla neve

| 18 novembre 2013 | 5 Comments

«Caccia al cinghiale anche sulla neve»
La richiesta arriverà in Regione

CinghialiaPiemonte Caccia al cinghiale anche sul territorio coperto da neve, svincolo dei piani di prelievo per la caccia dei caprioli, destinazione del denaro delle tessere dei cacciatori in via prioritaria al risarcimento dei danni causati alle colture agricole dalla fauna selvatica.
Sono queste le tre istanze che il Commissario Straordinario della Provincia di Asti Alberto Ardia si è impegnato a portare innanzi all’Assessore regionale alla caccia. Lo ha dichiarato lo stesso Ardia alla prima riunione del nuovo tavolo di coordinamento ungulati selvatici della nostra provincia composto da Provincia, Prefettura, Corpo Forestale dello Stato, Regione Piemonte, Ambiti Territoriali di Caccia, Organizzazioni Professionali Agricole, Associazioni Venatorie, Enti di gestione delle Aree Protette e Agenti di Vigilanza faunistico ambientale.

«L’organismo – ha dichiarato il Commissario – è stato istituito sulla base di sollecitazioni pervenute dai sindaci dell’Astigiano in accordo con il Prefetto. I Comuni hanno evidenziato la necessità di adottare provvedimenti incisivi per contrastare gli effetti che le popolazioni di cinghiali e caprioli determinano sul territorio provinciale: elevati danni alle colture agricole, incidenti automobilistici, problemi di sicurezza in generale».

Il tavolo verrà riconvocato alla fine di novembre, per monitorare l’andamento del fenomeno e nel contempo valutare la proposta della Provincia di autorizzare i “selecontrollori” e le Guardie Venatorie Volontarie in possesso dell’abilitazione alla caccia di selezione, a effettuare interventi di contenimento, in collaborazione con gli agenti di vigilanza, con carabina e ottica di mira durante la notte, da autovettura con l’ausilio del faro, nel territorio provinciale dove se ne ravvisi la necessità.

http://www.lanuovaprovincia.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Cinghiale, Piemonte

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    Poi dalle “mie” parti, a pochi km dall aprovincia di asti, da quest’anno il cacciatore che fa la generica se vuole poter abbattere il cinghiale deve pagare 50 euro in più dei 125 o 135 già versati per il tesserino, munirsi di fascette e imbucare la sera prima in apposita cassetta la richiesta di poter cacciare il suide.
    Tutto ed il contrario di tutto. Nulla di nuovo su questi schermi. :(

  2. Renzo scrive:

    Il tavolo verrà riconvocato alla fine di novembre, per monitorare l’andamento del fenomeno e nel contempo valutare la proposta della Provincia di autorizzare i “selecontrollori” e le Guardie Venatorie Volontarie in possesso dell’abilitazione alla caccia di selezione, a effettuare interventi di contenimento, in collaborazione con gli agenti di vigilanza, con carabina e ottica di mira durante la notte, da autovettura con l’ausilio del faro, nel territorio provinciale dove se ne ravvisi la necessità.
    —————————————————————————————————————-
    QUESTO NON MI PIACE PER NULLA ! MA NEMMENO UN POCHETTO !  :twisted:

  3. Lentini Marcello scrive:

    E così difficile dire no!, siamo disintegrati dal tar con i ricorsi fatti dagli animalisti, paghiamo con i nostri soldi i risarcimenti e poi basta che ci propongono di cacciare anche con la neve che facciamo?? rispondiamo si???. Che si arragino i diffensori degli animali a pagare loro i danni dei loro animalucci.
    Pace e bene :wink:

    • ghibli scrive:

      bravo ma vallo a far capire a quei testoni di cacciatori che sono accecati dal kilo di carne che si portano a casa
      la proposta della caccia sulla neve sarà la causa di un nuovi ricorso degli animalisti  ma intanto i cacciatori avranno pagato e non potranno andaare a caccia
      è ora che si indica un vero sciopero delle licenze , ormai non più per quest’anno , ma per il prossimo e si chieda a gran voce che i danni siano pagati dagli animalisti

Leave a Reply


3 + 8 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.