Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Asti: tavolo di coordinamento ungulati selvatici

| 12 novembre 2013 | 0 Comments

Istituito il tavolo di coordinamento ungulati selvatici presso la Provincia di Asti

Selezione Daino CaprioloAl fine di operare una verifica sulla situazione dell’eccessiva proliferazione, da più parti segnalata, degli ungulati selvatici sul territorio provinciale, il Commissario Straordinario della Provincia di Asti Alberto Ardia ha istituito il “Tavolo di coordinamento ungulati selvatici”.
Il Tavolo è composto da Provincia, Prefettura, Corpo Forestale dello Stato, Regione Piemonte, Ambiti Territoriali di Caccia, Organizzazioni Professionali Agricole, Associazioni Venatorie, Enti di gestione delle Aree Protette e Agenti di Vigilanza faunistico ambientale.

La prima seduta ha avuto luogo martedì 5 novembre. “L’organismo – ha dichiarato il Commissario – è stato istituito sulla base di sollecitazioni pervenute dai sindaci dell’Astigiano in accordo con il Prefetto. I Comuni hanno evidenziato la necessità di adottare provvedimenti incisivi per contrastare gli effetti che le popolazioni di cinghiali e caprioli determinano sul territorio provinciale: elevati danni alle colture agricole, incidenti automobilistici, problemi di sicurezza in generale”.

Paolo Guercio, dirigente del Servizio Agricoltura e Alimentazione, ha informato i presenti che l’Ente sta seguendo attentamente la problematica: “Già al termine della scorsa stagione venatoria – ha precisato – si erano operati sulla popolazione dei cinghiali interventi incisivi, che avevano sortito risultati soddisfacenti. E’ necessario comunque mantenere alta l’attenzione, anche attraverso il monitoraggio dell’attività effettuata dalle squadre di caccia al cinghiale che operano sul territorio, per far sì che il prelievo durante tutta la stagione venatoria conduca agli effetti sperati”.

Il Commissario Ardia si è impegnato a rappresentare le istanze dei componenti del Tavolo all’Assessore regionale alla caccia, in particolare: consentire l’attività venatoria al cinghiale sul territorio coperto da neve; svincolare dai piani di prelievo la caccia alla specie capriolo, come avviene per il cinghiale; destinare le risorse introitate dal tesseramento dei cacciatori prioritariamente per il risarcimento dei danni causati alle colture agricole da fauna selvatica.

Il Tavolo verrà riconvocato alla fine di novembre, per monitorare l’andamento del fenomeno e nel contempo valutare la proposta della Provincia di autorizzare i “selecontrollori” e le Guardie Venatorie Volontarie in possesso dell’abilitazione alla caccia di selezione, a effettuare interventi di contenimento, in collaborazione con gli agenti di vigilanza, con carabina e ottica di mira durante la notte, da autovettura con l’ausilio del faro, nel territorio provinciale dove se ne ravvisi la necessità.

Al termine dell’incontro, i partecipanti hanno manifestato apprezzamento all’iniziativa, ritenuta molto efficace per gestire questa delicata problematica, che richiede l’impegno di tutti i componenti per conseguire gli obiettivi prefissati.

http://www.atnews.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Capriolo, Cervo, Cinghiale, Piemonte

Leave a Reply


6 + 6 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.