Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piacenza: chiude in anticipo la caccia alla lepre

| 8 novembre 2013 | 3 Comments

Piacenza: chiude in anticipo la caccia alla lepre

LepreChiude in anticipo nel Piacentino la caccia alla lepre. L’attività venatoria verso tale specie potrà essere esercitata fino al 10 novembre nell’Atc PC 3 e fino al 17 novembre nel resto della provincia.
La modifica al Calendario venatorio provinciale, deliberata questa mattina dalla Giunta provinciale di corso Garibaldi, nasce dall’oggettiva valutazione della sensibile riduzione dei popolamenti di lepre.
Tale calo, in base ai monitoraggi effettuati, interesserebbe anche gli Istituti faunistici destinati alla produzione di fauna (le Zone di Ripopolamento e Cattura), dove mediamente la riduzione della consistenza è pari a circa il 31 % di quanto censito nel 2012 ed al 56% del 2011.

Rimane ferma per i cacciatori la possibilità di addestramento dei segugi, annotando la giornata sul tesserino regionale. “Le recenti scelte del mondo venatorio – ha sottolineato l’assessore provinciale all’Agricoltura e alla Tutela faunistica Manuel Ghilardelli – che prudentemente e volontariamente si preclude la possibilità di esercitare la propria passione per tutelare popolazioni di fauna in difficoltà, sono una dimostrazione della maturità e consapevolezza che stanno raggiungendo i cacciatori piacentini”.
L’anticipo della chiusura della caccia alla lepre è stato deciso con il parere positivo della Commissione consultiva faunistico venatoria.

Si ricorda che, per motivi di sicurezza, corre l’obbligo per i cacciatori di indossare il giubbetto ad alta visibilità in collina e montagna, dove si esercita la caccia al cinghiale. Tale obbligo vige sempre, anche quando non risultano in atto battute per la caccia al cinghiale.

http://www.piacenzasera.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Emilia Romagna, Lepre

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Francesco Cattani scrive:

    Non credo che la provincia sia venuta a conoscenza dei risultati dei censimenti solo ora,perchè se così fosse si dimostrerebbe l’inutilità di tale strumento di conoscenza. pertanto la de3cisione poteva essere presa prima che i cacciatori espletassero gli obblighi di legge per esercitare il diritto alla caccia.Come sempre delle tasche dei cacciatori non interessa a nessuno perchè la provincia poteva prevedere una riduzione della tassa proporzionalmente alla riduzione delle giornate di caccia degli appassionati della caccia alla lepre.

    • Aldo Peruzzi scrive:

      Perfetta disamina di quanto importa ai politici del mondo venatorio e, conseguentemente, delle continue prese per il cu… alle quali siamo sottoposti. Perché non pensare ad una class action nei confronti degli enti che hanno questi comportamenti?                       Ah… dimenticavo che i nostri “sindacati” se ne fregano bellamente!

  2. Springer scrive:

    Molto piu’ probabile si sia tenuto conto degli abbattimenti da parte dei cacciatori.
    D’altra parte se si vuol andare a Caccia ottenendo sia il rispetto da parte degli ” altri ” , sia il risultato di avere sul territorio la presenza di popolazioni stanziali autoriproducenti senza azzerarle quasi completamente per poi dover spendere euro per acquistarne di dubbia provenienza e risultati pratici ( quanti soggetti acquisti e quanti effettivamente ne trovi poi durante la stagione venatoria ? ) e’ questa la strada da seguire. Alla fine quanto ti viene a costare un capo di selvaggina reintrodotto ? ( se ad esempio acquisti 100 Lepri a 150,00 Euro cad. o Fagiani a 17,00 cad. e di queste/i  50% muoiono prima dell’apertura- stima di mortalita’ media per la Stanziale immessa ormai piu’ che assodata – quanto ti viene a costare REALMENTE ognuna/o di quelle  Lepri o Fagiani rimaste/i …? )  
    Altrimenti non stiamo a lamentarci troppo se aumentano le quote ATC e parallelamente la stagione di Caccia alla Stanziale e’ sempre piu’ insoddisfacente…. :wink:
    Piacenza, e lo so per certissimo , e’ una delle poche Province in cui vai a caccia con regole severe ( a volte machiavelliche ) ….ma vai a CACCIA fino all’ultimo giorno consentito… :wink:
     

Leave a Reply


+ 3 = 5

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.