Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Grosseto: Predatore ucciso a pallettoni e legato

| 7 novembre 2013 | 10 Comments

LupoPredatore ucciso a pallettoni e legato
Macabro ritrovamento a Grancia, sono in corso indagini e analisi. È un altro segnale del malessere che vivono gli allevatori

Un predatore legato e ucciso a pallettoni , trovato il 2 novembre, intorno alle 22, in via Santa Maria in località Grancia a Grosseto. Una macabra esposizione che è l’istantanea di uno scenario, quello delle razzie di greggi, che ha messo in ginocchio l’economia ovina di tutta la provincia di Grosseto, cancellando con un colpo di spugna secoli di lavoro e di sudore.

Lo scorso 2 novembre, alle 21,50, una telefonata alla polizia municipale di Grosseto avverte che in Grancia c’è un cane morto sulla strada. La polizia si precipita e fa la cruda scoperta. Con le gambe legate da filo di ferro, sulla strada insanguinata, c’è un “canide” ucciso a fucilate.

La polizia municipale allerta subito il servizio di veterinaria della Asl che ne dispone la rimozione e la sistemazione nella cella frigorifera. Di seguito, poi, l’affidamento del canide agli uffici della Provincia di Grosseto dove, da tempo, è in corso il progetto Ibriwolf. Si tratta, infatti, di accertare di che tipo di predatore si tratti, se lupo in purezza, se ibrido o cane inselvatichito.

di Fiora Bonelli

http://iltirreno.gelocal.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Lupo, Toscana

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Ezio scrive:

    L’esasperazione è da sempre una cattiva consigliera, così come ogni fondamentalismo nuoce in primis proprio alla causa che si prefigge di difendere.
    Ed a fare le spese della religione animalista  fondamentalista italica saranno per primi e soprattutto proprio gli animali. :(
     
     

  2. claudio ge scrive:

    e i pastori… per adesso (:n)

  3. luca grosseto scrive:

    Quando chi deve prendere decisioni , magari anche impopolari , non le prende si arriva a questo punto che chi subisce i danni si fà giustizia da solo ! 8)

  4. Peter scrive:

    Che dire………… se a questo punto se ci si ostina ancora a non capisce………….

  5. Springer scrive:

    Un predatore e’ un termine moooooooolto generico…. Comunque concordo con Ezio…. :wink:

  6. Renzo scrive:

    Ma è semplicissimo concordare con Ezio. A farne le spese sono proprio gli animali che dicono di amare tanto. Un esempio ? Ecco fatto : per la via cittadina pedonale, della cittadina dove vivo, si incontrano nella media un cane ogni tre persone. Ora, i cani sono invogliati dai conduttori ( nel caso specifico da donne ) ad incontrarsi accompagnati dalla frase : dai dagli il bacino così fai amicizia ……….. Risultato: la rissa canina è sempre in agguato e quando accade , per fortuna raramente , a farne le spese sono proprio i “”cagnolini”” , che magari impacciati nei movimenti da cappottini e guinzagli a molla che li avvolgono come salamini , finiscono ,loro, sul tavolo del veterinario a suon di punti di sutura e antibiotici. I padroni affranti , se va bene in tribunale . I CANI NON SONO BAMBINI UMANI, MA ANIMALI . E COME ANIMALI HANNO ISTINTI E COMPORTAMENTI DIVERSI DA QUELLO CHE CERTUNI CREDONO . E’ così complicato capire che la moda del cagnolino da coccolare lanciata dagli animalisti con l’aiuto di svariate trasmissioni televisive ( Striscia in primis ) alimenta il mercato deprecabile della tratta di animali indifesi su cui specula la delinquenza per avere facili guadagni ?  Questo vuol dire amare gli animali ? Bho ?

  7. Maurizio scrive:

    …………….Una macabra esposizione che è l’istantanea di uno scenario, quello delle razzie di greggi, che ha messo in ginocchio l’economia ovina di tutta la provincia di Grosseto, cancellando con un colpo di spugna secoli di lavoro e di sudore……….
    Non conosco la realtà, ma così, a pelle, mi sembra la solita esagerazione.
     

  8. fedeli massimo scrive:

    Ma cane o lupo? le solite notizie buttate lì……….

  9. Banzai scrive:

    A mio modesto avviso, doveva trattarsi di un lupugio ( incrocio con il segugio :-D :-D ) e, dalle gambe legate, come riportato dalla sapiente giornalista, non sono state trovate tracce di giarrettiere nei dintorni.. :( :( :( :cry:

  10. fiore scrive:

    cane-lupo  pallettoni- cacciatore  vai con l’enfasi!!

Leave a Reply


+ 6 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.