Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arezzo: agricoltori lasciano gli ATC

| 6 novembre 2013 | 3 Comments

Arezzo: agricoltori lasciano gli ATC
ATC: Tira la corda oggi e tirala domani, ecco che lo strappo si è consumato

agricolturaArezzo, gli agricoltori via dall’Atc; il Pdl contro la Provincia «Strappo indice di una situazione grave e delicata Avanti con azioni e piani di controllo degli ungulati» In campo i Consiglieri regionali del Pdl Stefano Mugnai e Paolo Ammirati con i colleghi della Commissione regionale Agricoltura Benedetti e Marignani e la Capogruppo Pdl in Provincia di Arezzo Lucia Tanti

Tira la corda oggi e tirala domani, ecco che lo strappo si è consumato, con le associazioni degli agricoltori che ad Arezzo han preso banchi e chicchi e hanno abbandonato, dimettendosi, gli Ambiti Territoriali di Caccia. Motivo? Le scorribande di cinghiali e altri ungulati che devastano loro campi e colture senza che la Provincia di Arezzo proceda a stipulare con loro un accordo sulla questione. «Il fatto ha del clamoroso e testimonia una situazione grave e delicata su cui più volte siamo intervenuti con sollecitazioni che, a livello regionale, qualcosa alla fine hanno prodotto. E ora tocca alla Provincia che, però, nicchia». L’analisi arriva dal Pdl. La affermano i Consiglieri regionali pidiellini del territorio Stefano Mugnai e Paolo Ammirati, la ribadiscono i loro colleghi di gruppo in Commissione regionale agricoltura Roberto Benedetti e Claudio Marignani, la conferma la capogruppo del Pdl in Provincia di Arezzo Lucia Tanti che più e più volte ha suonato la sveglia proprio alla Provincia su un tema che mette quotidianamente a rischio molte, troppe imprese agricole del territorio.

Anche perché, pungolata dal Pdl, la Toscana qualcosina ha fatto: «Nel 2012 – ricordano i Consiglieri regionali – con l’approvazione del Piano regionale agricolo e forestale, si è ribadito il concetto di massimo controllo sugli ungulati. Lì vengono inoltre stabilite delle “densità obiettivo” basse rispetto a quelle storiche, delegando successivamente alle Province la fissazione dei tempi per la selezione degli ungulati con il parere vincolante dell’Ispra (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, ndr)». E quindi avanti, incalzano unitamente alla Capogruppo Tanti: «Cosa si aspetta? Più di così gli agricoltori che devono fare? Sono stati inviati i piani di prelievo all’Ispra? A che punto siamo? Su!»

http://www.informarezzo.com

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Cinghiale, Toscana

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Giacomo scrive:

    A che punto siamo? Su!»
    ————————————————————–
    Siamo al punto che dovete fare quello che dice ispra ! :mrgreen:  Salutiamo

  2. antonio scrive:

    Forse non hanno ancora capito che in futuro non avranno più un euro di risarcimento danni dai cacciatori. Facciano pressioni sulle Forze Armate forse è meglio delle missioni di pace.  saluti Antonio

  3. Mari scrive:

    Spostino i nostri soldati dall’afganistan a ontrollare gli ungulati, avremmo un doppio beneficio si risparmiano i soldi delle missioni e si lmitano. Danni agli agricoltori

Leave a Reply


8 + 7 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.