Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Liguria: oggi riunione delle ass. venatorie

| 29 ottobre 2013 | 4 Comments

cacciatore_con_cane1Liguria: Associazioni venatorie e cacciatori si riuniscono martedi 29 a Genova
Si esprimeranno sulla sospensione della caccia

Dopo la seconda sospensione del calendario venatorio da parte delle associazioni ambientaliste, il Coordinamento delle associazioni venatorie della Liguria (Federazione Italiana della Caccia, ANUU Migratoristi , Enalcaccia , Liberacaccia e Arcicaccia) organizza, per domani sera Martedì 29 Ottoble alle ore 21 presso la Sala Consorzio del porto di Genova in Via Albertazzi 1, un incontro a livello Regionale per organizzare le prossime iniziative a sostegno dell’attività venatoria. Segue il comunicato della Federazione Italiana della Caccia:

Il Coordinamento delle Associazioni venatorie della Liguria (Federazione Italiana della Caccia; ANUU Migratoristi; Enalcaccia; Liberacaccia; Arcicaccia) riunitosi a seguito dell’ennesima sospensione dell’attività venatoria in Liguria, nel prendere atto dell’ordinanza del Tar, esprime pieno sostegno al lavoro svolto dalla Regione in conformità delle normative europee, nazionale e regionali di settore.

- auspica che in tempi brevissimi, grazie ad un nuovo intervento regionale, la caccia in Liguria possa riprendere;

- continuerà a lavorare a stretto contatto con l’Assessore Briano per ripristinare la certezza del diritto;

- chiederà a tutti gli Ambiti territoriali di caccia (ATC) e ai Comprensori alpini (CA) liguri di sospendere le attività inerenti il controllo e la prevenzione dei danni causati dagli ungulati;

- interesserà i Prefetti delle quattro Province liguri della situazione;

- chiederà la revoca dell’ordinanza del Consiglio di Stato del 15/10 perché illegittima e si costituirà al Tar a fianco della Regione.

http://www.tigullionews.com

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: ANLC, ANUU, Arcicaccia, Enalcaccia, Federcaccia, Liguria

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Argo scrive:

    Cacciatori liguri, se non riapre immediatamente la caccia, organizzatevi e fatevi restituire i soldi delle tessere assicurative. Se non vi restituiscono i soldi, chiedete che la polizza assicurativa di quest’anno venga validata per la prossima stagione venatoria, altrimenti fate sapere all’associazione di appartenenza che dal prossimo anno si cambia. Cissà che non lo capiscano che così non si può andare avanti..

  2. Giacomo scrive:

    - chiederà a tutti gli Ambiti territoriali di caccia (ATC) e ai Comprensori alpini (CA) liguri di sospendere le attività inerenti il controllo e la prevenzione dei danni causati dagli ungulati;
    ————————————————————————————
    Questo mi piace moooolto ! Forza cacciatori liguri partecipate in massa a questo incontro, che sicuramente avrà risvolti per la caccia in tutte le altre regioni. :-D  :wink:  Salutiamo

    • andrea ge scrive:

      Grazie Giacomo, sappiamo di giocare una partita con ricadute Nazionali e stasera dovrebbe segnare un a svolta importante circa le strategie future. Purtroppo leggo ancora molti commenti di cacciatori che cavalcano l’onda antipolitica senza aver capito che in Liguria abbiamo superato da tempo, in merito alla caccia ma non solo, le divergenze ideologiche tipiche di questi tempi ove tutto ciò che fa una parte politica deve per forza essere avversata dalla controparte. Qui hanno lavorato tutti assieme e forse è proprio per questo che si riscontra tanta avversione strumentale.

  3. ghibli scrive:

    oltre a richiedere i soldi indietro , e non solo adelle assicurazioni ma anche delle licenze regionali, i cacciatori si devono astenere alle opre di prevenzione e anche andare a caccia quest’anno
    lasciate che gli ungulati mangino in testa alla popolazione
    bisogna considerare se come lo scorso anno il piano prevedeva l’abbattimento di 11.000 cinghiali se i liguri fossero furbi, non andrebbero a caccia e quest’altro anno ne troveranno quasi 30.000 da abbattere e la gente incazzata contro i vrdi
    ci sarebbe da divertirsi :mrgreen:
    purtroppo sono cacciatori e per sparare 4 colpi venderebbero anche la madre

Leave a Reply


+ 5 = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.