Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Toscana: Cambia la normativa sugli appostamenti fissi

| 24 ottobre 2013 | 20 Comments

capanno_cacciaToscana: Cambia la normativa sugli appostamenti fissi

In commissione Ambiente illustrata la proposta di legge della Giunta. Si potranno costruire manufatti che non alterino il paesaggio, realizzati in legno o materiali leggeri, ancorati al suolo senza opere di fondazione. Previsto il termine del 28 febbraio 2014 per adeguarsi

Dovranno essere manufatti “realizzati in legno”, con “materiali leggeri” o “tradizionali, tipici della zona e prescritti dalla disciplina comunale del territorio rurale”, potranno essere “semplicemente ancorati al suolo”, quindi “senza opere di fondazione, salvo diverse disposizioni contenute nella disciplina del Comune di riferimento” e “non dovranno avere dotazioni che ne consentano l’utilizzo abitativo, ancorché saltuario o temporaneo”. L’attività venatoria è prossima ad una modifica. In tema di appostamenti fissi, infatti, la Regione Toscana, anche per tener conto della recente evoluzione giurisprudenziale, ha redatto una proposta di legge per un “intervento organico”.

Le linee di indirizzo sono state illustrate in commissione Ambiente, presieduta da Gianfranco Venturi (Pd), chiamata ad esprime un parere secondario sulle parti di propria competenza e quindi quelle attinenti la salvaguardia e la tutela del territorio. La commissione ha espresso un parere positivo unanime e senza rilievi, tra cui spicca il voto del capogruppo Idv Marta Gazzarri, da sempre contraria alla caccia. “Voto convinta questo testo – ha detto al termine dell’illustrazione dell’atto – perché fissa significativi paletti alle modalità di costruzione degli appostamenti fissi”.

La proposta prevede che la “realizzazione di eventuali manufatti nel sito autorizzato all’esercizio dell’attività venatoria da appostamento, è soggetta alle disposizioni della legge regionale in materia di governo del territorio che disciplinano l’attività edilizia”. La realizzazione è “consentita a condizione che non comporti alcuna alterazione permanente dello stato dei luoghi e rispetti eventuali disposizioni previste dagli strumenti della pianificazione territoriale o urbanistica comunale”.

Prevista anche una norma transitoria, che non può e non deve intendersi come “sanatoria”, hanno spiegato i tecnici degli uffici regionali, per stabilire che “gli appostamenti fissi autorizzati precedentemente all’entrata in vigore della nuova legge, devono essere rimossi entro il 28 febbraio 2014”. Una norma pensata proprio per venire incontro ai cacciatori e dar loro la possibilità di “adeguarsi alla nuova disciplina”.

24/10/2013 18.10
Regione Toscana

http://met.provincia.fi.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Toscana

Comments (20)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Daniele scrive:

    … chissa’ se le altane fatte con le H (quelle dei ponteggi), ovvero la quasi totalita’ dei capanni per colombaccio,  rientrano nella fascia dei ….. “materiali leggeri” o “tradizionali, tipici della zona e prescritti dalla disciplina comunale del territorio rurale”,……

    chissa’…….

    :twisted:

     

     

    • el tega scrive:

      Le altane fatte con le H dei ponteggi dei muratori sono tutte pressochè non utilizzabili. Innanzitutto voglio vedere come fanno a non ancorarle stabilmente al terreno; in secondo luogo per la stragrande maggioranza sono state scartate dai costruttori perchè non più a norma di legge, quindi nemmeno per la caccia possono essere utilizzate. E infine di naturale han ben poco. Chiedere per credere ai nostri colombacciai in provincia di Vicenza.
       

  2. igor radere scrive:

    Ed ora voglio vedere i sapientoni che scrivono, non quì ma su altro sito, dove andranno a protestare :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:  li voglio vedere i palchi non ancorati al terreno e rimossi a fine stagione, ohhh se li voglio vedere.

    • Diego scrive:

      Caro Igor ora i nodi stanno arrivando al pettine a tutte le Regioni..come volevasi dimostrare (e tu e io lo abbiamo sempre sostenuto) la sentenza della Corte Costituzionale sugli appostamenti fissi non riguardava solo il Veneto….

  3. lucio scrive:

    c’hanno rotto il cazzo

  4. massimiliano scrive:

    io nn ho “goduto come un procio” quando han fatto girar le balle ai cacciatori veneti sulla questione appostamenti fissi.Anzi ho espresso la mia piena “solidarietà”………….anche in altro sito venatorio specifico !
    Evidentemente lo stile e la classe nn son acqua sporca…vero igor radere ?
     
    Daniele di questa questione ne avevamo già parlato e sei al corrente di tutto………potevi forse fare diversamente ?  punto di domanda ?

  5. tortoioli claudio scrive:

    Ma è mai possibile con tutti i problemi che abbiamo, a cominciare dal lavoro, l’economia, la sanità, la scuola e via dicendo.
    Che la politica  pensa ai capanni dei cacciatori, ma che fastidio daranno mai, quelli della caccia alle palombe  sono nascosti, e se molto alti è ovvio che hanno bisogno di cemento e una leggera buca.
    Mi spiegate per quale motivo quelli autorizzati e magari rispondenti alle nuove indicazioni, come i capanni in legno delle  nocette vanno demoliti entro il 28 febbraio?
    Ma le associazioni venatorie prendono o no le nostre difese ?
    Saluti Claudio Perugia

  6. Terfiro scrive:

    Non diamo colpe a chi non ne ha e non cerchiamo aiuto da chi non può avere il potere per darcelo come in questo caso associazioni venatorie. Quest’ultime quel che potevano fare lo hanno fatto sollecitando le istituzioni a fare una normativa transitoria atta a cercare di proteggere, con grande difficoltà e quanto più possibile, i possessori degli appostamenti fissi corredati di manufatti.  Quanto sta succedendo è derivato da una sentenza inappellabile della Corte Costituzionale che volente o nolente, ha fatto chiarezza sulla questione degli appostamenti fissi, dichiarando che quest’ultimi non possono essere svincolati dalle normative  edilizie e dai vincoli paesaggistici. Purtroppo il focolaio che da anni era sopito e tollerato sotto la cenere è stato smosso da una forzatura di legge emessa dalla regione Veneto, legge che è stata subito impugnata dal governo su sollecito dei soliti nostri nemici e la Corte Cost. ha fatto il resto. Adesso in tutte le regioni Italiane non rimane che limitarne i danni con leggi atte a garantire quanto più possibile i cacciatori interessati. Credo che non sia il caso di sottovalutare la questione perché in diverse parti d’Italia stanno già succedendo cose poco simpatiche.

  7. massimiliano scrive:

    fatemi togliere un sassolino dalle scarpe : ma per caso avete visto in tv le “nefandezze” e le “castronerie furbastiche” che perpetuano i lor signori giudici della Corte Costituzionale  ? arrivano perfino,tutti consensienti,ad innalzare a livello superiore il presidente prossimo alla pensione per far si che colui,anzichè 20 mila euro al mese ne percepisca perlomeno il doppio in veste di poero pensionato !!
    E certo che si possono permettere di occuparsi sopratutto di una catastrofe nazionale quali sono gli appostamenti fissi……………..
    Il cav..e per cav intendo l’omo di Arcore,non ha tutti i torti quando afferma che queste caste sono da eradicare o quantomeno da riformare completamente !!
    detto questo,riferito ai miei colleghi toscani,visto che qualcuno ha tirato in ballo una sorta di “mal comune mezzo gaudio- e/o federalismo venatorio”…da fonti molto molto molto importanti,e caposbruff lo sà quali sono,ci sono state rassicuranti parole e prospettive diverse da fisime e pippe mentali…quindi l’obbietivo primis è  DI EVITARE TROPPE PAROLE E INUTILI POLVERONI CHE ALTRO NON FANNO CHE CREAR DANNO ULTERIORE A QUESTA CAGATA PAZZESCA DEI SIGNORI TOGATI…(Altro non aggiungo)
    Vorrei metter loro con 1500 euro al mese,o spesso meno,per vedere se la voglia di pensare ai capanni fissi sarebbesempre la stessa…………povera italia
    Saluti
     

  8. Bepi scrive:

    Purtroppo era prevedibile che dopo il Veneto toccasse anche ad altre regioni almeno questa per quest’anno ti lascia andare poi si vedrà. leggo stamani sul giornale di vicenza che in settimana sono state sequestrate due altane dalla forestale, si prevedono sanzioni da capogiro essendo in territorio paesaggistico da 1 a 4 anni robe da matti.

  9. renato scrive:

    E adesso ? come la mettiamo ? mi dispiace ma era inevitabile.

  10. tortoioli claudio scrive:

    Massimiliano sei un grande soltanto tu hai capito bene la situazione. Ma che cazzo dite i capanni dei cacciatori che diavolo di fastidio danno. Ribellione subito, la casta dovrebbe vivere con 1200 euro al mese , poi vedrete se loro ri ribellano.
    I veri terroristi la casta politica e dei magistrati, pranzo al piombo
    Saluti

  11. massimiliano scrive:

    grazie per l’apprezzamento…Claudio Tortoioli…solo di statura e di peso sono grande…. :wink:
    non le mando a dire di dietro a nessuno….questo si !

  12. igor radere scrive:

    Evidentemente lo stile e la classe nn son acqua sporca…vero igor radere ?
    Vero, ma se tu o altri non hanno goduto come ricci, mooooolti tuoi colleghi hanno fatto l’opposto. Ora, che proveranno sulla loro pelle cosa vuol dire ritrovarsi con una denuncia penale che pende sul groppone per colpa di un’appostamento che e lì da 50 anni, forse riusciranno a comprendere come si sono sentiti molti nostri cacciatori, anche i più anziani a cui rimaneva solamente quello. Personalmente non me ne può fregar di meno degli appostamenti, non pratico quella caccia, ma per quanto possibile mi sono dato da fare per evitare a molti di ritrovarsi in situazioni spiacevoli.
    Che poi, non ti stia bene il commento che ho scritto in precedenza è affare tuo, me ne farò una ragione e vivro bene lo stesso senza stile magari, ma bene di sicuro.

    • massimiliano scrive:

      e perchè pensi che il sottoscritto non stia facendo nulla per evitare l’irreparabile ? Certo anche per interesse della mia passione maestra ma sopratutto per un convincimento personale che ogni battaglia persa è una mancanza irrecuperabile per tutto il mondo venatorio.
       Trovo di dubbio gusto questa tua parvenza di rivalsa contro chi e contro cosa non si capisce bene,che espleti quà nel forum di Daniele e in altro sito venatorio (big hunter) e che dà a notare una sorta di grande risentimento postumo non ben definito.
      un pò come quello che si stiacciava le palle per sentire il botto………..se ti garba godere e vivere così ti auguro sinceramente long life…igor rader

  13. cristian scrive:

    spero solo che facciano chirezza sulle varie modalità di costruzione e comunque con tutta la crisi e tutto il marcio che c’è in italia è perfino trano che pensino ad un ponteggio  e ad una baracca in mezzo a un poggio quando ci sono centinaia di capannoni dismessi o da finire di costuire:quesi sono considerati opere d’arte?in frania stasera avrebbero ribaltato l’Eliseo,noi purtroppo siamo pecore ed anche senza pastore dato che nessuno ci difende
     

  14. Giusti Giacomoo scrive:

    Non voglio scrivere nulla perche’ sono uno scaratterato sulle cose di caccia.Spero solo che qualcuno modifichi questo sciempio perche’ significa la fine della caccia dal palco ai colombacci.

    • Giusti Giacomoo scrive:

      Ciao Giacomo e’ proprio per il mio caratteraccio quando toccano la caccia che evito di scrivere un”regalino” l’ho gia preso,due sarebbero troppi. Ciao!

  15. Giacomo scrive:

    E ben ti sta ! Così impari ad abbandonarci, maremma parcaiola ! :mrgreen:  Salutiaaamo
     

Leave a Reply


2 + = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.