Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Terni: chi ha sbagliato deve pagare

| 18 ottobre 2013 | 4 Comments

Sergio GunnellaTerni: chi ha sbagliato deve pagare.

Io sono nato in un dolce paese, dove chi sbaglia non paga le spese, dove chi grida più forte ha ragione…’. Negli anni settanta era Sergio Endrigo a lodare in tal modo l’ Italia. E intanto, mentre dedicava a Marianne e a Teresa le sue quartine d‘ amore, sottolineava in maniera megarica le contraddizioni che caratterizzano da sempre il nostro paese. Qualcuno ricorda chi ha pagato gli sconci perpetrati alle fertilissime pianure calabresi per piantarvi un inutile quanto inattivo centro siderurgico? Chi ha chiesto un risarcimento a coloro che hanno deciso di fare di Porto Marghera – a un soffio da Venezia – un imponente supermercato dell’ inquinamento? Quali sono stati i sindacati bacchettati dopo aver saccheggiato le casse dello Stato che, con la scusa dei Caf, hanno rimpinzato le gole dei pensionati fasulli, degli invalidi felloni, dei controllori cialtroni? Chi ha fronteggiato accuse specifiche e richiesto danni ai responsabili dello sfascio della sanità e della scuola? E ai membri dell’ ordine giudiziario che con ignavia, complicità e disattenzione hanno consentito ruberie e violenze di ogni tipo? C’ è nessuno chiamato a spiegarne i comportamenti e a risponderne in solido? Perché nessuno – vivadiana – ha mai chiesto ragione del proprio operato alla partitocrazia, quando questa si dimostra in modo palese, balia e incubatrice del terrorismo e della criminalità organizzata?

In questi giorni, a Terni, qualcuno ha colpito il cuore verde dell’ Umbria venatica. Ne ha violato con arroganza e protervia il sentimento, l’ orgoglio. Quanto si legge sulle prime pagine dei quotidiani, non umilia solo noi, Uomini dei Boschi, ma anche tutti i cittadini che vedono nel proprio padre, nel proprio fratello o amico che sia, il cacciatore senza macchia e senza paura che ha ispirato per decenni pittori e musicisti, scrittori e poeti di tutto il mondo. Vergogna! Non ci sono parole per definire gli autori di tali viltà.

Mentre mi leggo e mi rileggo l’ interminabile requisitoria inviatami dal procuratore della Corte dei Conti umbra sui fatti contestati all’ ATC n° 3 Ternano/Orvietano e ai presunti responsabili, mi accorgo di quanto e quante volte il sottoscritto fosse arrivato vicino alle stesse conclusioni. Scusate la presunzione, miei cari lettori, ma a volte ho perfino l’ impressione di rivedere in quelle pagine le stesse parole che ho usato nella compilazione delle tante denunce inviate ai giornali e al web sull’ argomento. Tuttavia, se proprio lo volete sapere, la cosa non mi rallegra affatto. Anzi. Perché vedete amici, la domanda che mi pongo è sempre la stessa: se i presunti responsabili risultassero colpevoli del danno erariale ad essi ascritto, chi renderà alla nostra categoria il suo antico splendore? E se la Magistratura decidesse di far restituire loro il maltolto, come è auspicabile, chi saranno i prescelti alla guida del nuovo? Avranno costoro la capacità di scegliere un timoniere dotato dell’ indispensabile onestà intellettuale per ricominciare tutto da zero? E soprattutto, quanto tempo dovrà passare ancora, prima di recuperare il tempo irrimediabilmente perduto? Riportare un territorio saccheggiato per anni a riprodurre la fauna selvatica ecologicamente equilibrata auspicata dal 1992, non sarà cosa facile. Il frutto che si consuma in un attimo è stato sul ramo per un anno intero…

Adesso il mio appello è questo: Uomini dei Boschi! Non è il momento di starsene con le mani in mano. Rimbocchiamoci le maniche, tanto ne siamo avvezzi. Non c’ è responsabilità senza libertà, né libertà senza responsabilità. Se aggiungiamo che non c’ è progresso senza libertà, ecco assiomi dai quali non si può prescindere. Riprendiamoci al più presto ciò che ci appartiene e ciò che altri, fingendosi cacciatori, ci hanno scippato con la menzogna. La caccia cacciata è appannaggio esclusivo dei cacciatori veri. Agli altri, ai fasulli, se hanno sbagliato, non resta che pagare.

 

Sergio Gunnella    

 

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Radio bosco

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Marco scrive:

    Bellissimo articolo, da sottoscrivere fino all’ultima virgola. Le do atto Sig. Gunnella di aver denunciato molte volte, anche sui principali forum venatori quello che tutti immaginavano, e che forse ciò ha contribuito all’indagine della guardia di finanza e per questo a nome mio, ma credo anche di tutti i cacciatori umbri, la ringrazio sentitamente.
    Ps: secondo il mio parere il suo sarebbe un buon nome come nuovo Presidente dell’atc3.

    • piccolocacciatore scrive:

      E bravo Marco, la prima parte del tuo scritto non fa una grinza.
      il PS potevi risparmiarlo, perchè? o sei di parte o sei uno sprovveduto,
      è tipico del buon p…………..scrivere controbattere ecc. ecc. pere poi
      presentarsi come sostituto, tu ci sei caduto.
      Saluti
       

  2. Springer scrive:

    “”…Riportare un territorio saccheggiato per anni a riprodurre la fauna selvatica ecologicamente equilibrata auspicata dal 1992, non sarà cosa facile. Il frutto che si consuma in un attimo è stato sul ramo per un anno intero…””
    ______________________________________________________
    Sante parole….  :wink:

  3. Bartoccini Mario scrive:

    Bravo Sergio,
    non rammaricarti se i solti leccaculo/ladroni/buoni a nulla borbottano cazzate al solo scopo di seminare zizzania.
    Speriamo che anche a Perugia arrivi un “Sor” ammazzaladroni!
    Cordialità.

Leave a Reply


+ 4 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.