Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Governo inglese valuta di riaprire la caccia alla volpe

| 15 ottobre 2013 | 2 Comments

Bisogna ripristinare la caccia alla volpe
Governo inglese in pressing per togliere il divieto

VolpeGli allevatori britannici chiedono un cambiamento della legge per difendere il bestiame. Se passasse l’emendamento, la cattura diventerebbe più facile

E’ come discettare del tempo in Inghilterra parlare della caccia alla volpe: grandi discussioni che il giorno dopo riprenderanno come se fossero appena cominciate e così all’infinito. L’ultimo giro di ruota è adesso il governo che valuta se modificare la legge che sostanzialmente proibisce, o almeno limita radicalmente la caccia, consentendo agli agricoltori di uccidere gli animali con l’aiuto delle mute di segugi. Per i difensori degli animali si tratta di reintrodurre dalla finestra ciò che era stato messo fuori dalla porta.

Attualmente i contadini possono cacciare le volpi che minacciano le loro proprietà con l’ausilio di non più di due cani. In campagna si lamentano che gli attacchi agli agnelli sono in aumento e che il contenimento degli animali nocivi permesso dalla legge non funziona. Gli allevatori delle zone collinari, già in ginocchio per le nevicate tarde dell’inizio dell’anno, chiedono un cambiamento della legge per difendere il bestiame. Adesso possono già sparare a una volpe pescata sul loro terreno ma andare a inseguirla con più di due cani è un reato.

Un gruppo trasversale di deputati che comprende tutti i partiti, sta facendo pressione sul ministro per l’Ambiente Owen Patterson che a dire il vero dovrebbe essere facilmente convinto, date le sue posizioni radicalmente anti-ambientaliste e la sua nota ostilità al bando della caccia alla volpe. Il cambiamento richiederebbe un voto in parlamento ma non una nuova legge. Se l’emendamento passasse (com’è dovrebbe accadere) la legge in Inghilterra e Galles diventerà uguale e a quella, più permissiva, in Scozia.

Dice Derek Morgan, del sindacato degli allevatori del Galles: “Quando il Labour approvò il bando, pensava ai ricchi snob a cavallo, ma la gente che ha sofferto di più sono i lavoratori delle colline, i cui introiti sono sotto alla media nazionale”.

Gli animalisti, già sul piede di guerra per la decimazione dei tassi, in corso in numerose zone del paese, minacciano polemiche contromisure. Quelli della Lega contro gli Sport Crudeli ha subito fatto sapere che per loro: “La legge va bene così e non si tocca”.

claudio gallo

http://lastampa.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Curiosità

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Renzo scrive:

    Un cavallo per far contenti altri animali ha vietato la caccia ad un canide invasivo. Ora se ne richiede la nuova riapertura. La capiranno che la Natura va aiutata ? e Non servono lacrimucce e piagnistei ? Con scienza e coscienza però ! 

  2. tortoioli claudio scrive:

    La natura è come un quadro di valore, ha bisogno di una cura attenta e continua, questa labour lo capiranno.
    Il problema volpe si fa sentire anche in Umbria, è arrivato il momento di fare qualcosa di serio.

Leave a Reply


2 + = 4

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.