Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: 4 super consulenti per limitare le collisioni veicolari con la fauna

| 11 ottobre 2013 | 8 Comments

CinghialeUmbria: Investi un cinghiale? Ci pensa la Regione
L’ente ha assunto quattro super consulenti per limitare le collisioni veicolari con la fauna selvatica. Il budget del progetto sfiora i 2 milioni di euro

Nuovo innovativo progetto della Regione. Che riguarda la fauna selvatica e le collisioni.
Le collisioni stradali. A chi non sarà mai capitato di investire un animale dei boschi? E, se trattavasi di cinghiale, sfiorando la tragedia? Urge fare qualcosa. La Regione dell’Umbria si mobilita. Ebbene eccola pronta, con ben quattro consulenze. A seguire consulenti e relativi stipendi.
Con cinquecento giornate lavorative nel periodo che va dal 3 maggio scorso al prossimo 31 dicembre 2016 vengono sborsati 25.000 euro lordi ad Annette Dorothea Mertens, la project manager. E ancora a Roberta Mazzei, collaboratrice tecnica per 985 giornate lavorative. A Simone Ricci (coordinatore tecnico) per 630 giornate lavorative nel periodo dal 03/05/2013 al 31/12/2016 ecco pronti 19.781 euro. E infine per Gloriana Aloisio, la financial manager, 400 giornate lavorative nel periodo dal 24/05/2013 al 31/12/2016 valgono 56.000 euro.
Va detto che il progetto, cofinanziato dalla Commissione europea mediante il “Programma Life+”, può contare su un budget totale di 1 milione 978mila euro. L’obiettivo è limitare le collisioni veicolari con la fauna selvatica.

Alessandro Antonini

http://www.corrieredellumbria.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Cinghiale, Umbria

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. tortoioli claudio scrive:

    Avevo visto e rimarcato questa cosa del progetto Laif.
    Uno schifo con la crisi e le difficoltà di tante famiglie e imprese questi bruciano ben due milioni di euro in questo modo. 
    Bravo Alessandro, lo sai che rispondono? che sono finanziamenti della comunità Europea, pensa che teste neanche se venissero da marte.
    Se aggiungi a queste diavolerie, le porcate fatte da Eroili a Terni, viene da chiedersi in che ccc di mondo viviamo.
    Nessuno più si indigna, la disonesta è ormai una costante del vivere quotidiano, ma noi restiamo fermi con i nostri valori e grandi ideali.
    Un caro e cordiale saluto Alessandro 
    Claudio Associazione venatoria ambientale NATA LIBERA PERUGIA

  2. Renzo scrive:

    Un caloroso ringraziamento ai FANTASTICI QUATTRO . Almeno loro hanno trovato lavoro. Fermeranno con fischi e urla l’attraversamento dei grifi ?  Mia figlia LAUREATA lo sta ancora cercando e chissà se lo troverà….. che bel paesencolo di m…da è diventato . Un vero e proprio schifo !  (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n)

  3. Roberto scrive:

    CARICAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA  (:i)

  4. franc scrive:

    Ultimamente i nostri governati stanno solo pensando come fare per spendere i nostri soldi. Non si preoccupano mai di investirli per il fututo mettendo su qualche attività che porti utili per la collettività. Con due milioni di euro dati in mano anche al più scarso degli imprenditori italiani, questo ti mette su una attività che come minimo da occupazione a dieci lavoratori e garantisce lavoro e retribuzione agli stessi per minimo 10 anni.
    Francesco Marcazzan

  5. Peter scrive:

    Ci siamo mai chiesti come mai le tasse aumentano sempre e i soldi non bastano mai per coprire le spese? Ecco questo è uno dei tanti esempi di magna magna; e……………. non la finiscono mai.

  6. Banzai scrive:

    (..che il progetto, cofinanziato dalla Commissione europea..) però nessuno avverte che i i coofinanziamenti europei, in genere, arrivano fino al 10% ( se risponde al vero) e che il rimanente TOCCA pagarlo a noi. Bella la vita.. eehhh! :twisted: (up)

  7. flavioB scrive:

    Spending review all’italiana !!
    Sarebbe bello anche leggere i risultati di questa ricerca.

  8. paolo scrive:

     
    La Regione Umbria spende oltre 2.000.000 (due milioni) di euro all’anno per i risarcimenti degli incidenti stradali  causati da fauna selvatica. Il costo totale degli incarichi professionali citati, a carico del bilancio regionale è di circa 15.000 euro annui (tutto il resto è a carico dei fondi comunitari). I soldi stanziati dalla CEE per i progetti LIFE (non LAIF) possono essere destinati solo a quei progetti e non ad altre attività (aiuti alle imprese, asili, sociale ecc.) e quindi non si sottrae niente a nessuno (sull’opportunità di come vengono destinati i fondi prendetevela con Bruxelles). Il cofinanziamento è del 50 percento e non 10. Investire dei soldi per risolvere una problematica che causa un così grave esborso alle casse regionali credo sia sensato considerando che se di quei due milioni se ne potessero risparmiare almeno il 50 percento (un milione) quelli si che potrebbero essere destinati a risolvere tanti altri problemi più urgenti in regione.
     
    P.S. per i signori che si sono tanto scandalizzati della notizia suggerisco la prossima volta di chiedersi se quello che viene propinato corrisponde a realtà o se vengono proposte solo parziali e vaghe informazioni utili al massimo per spandere un po’ di demagogia di basso livello. Basta informarsi prima!
     

Leave a Reply


2 + = 3

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.