Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Atc 3 Terni–Orvieto: danno erariale di 1,2 milioni

| 8 ottobre 2013 | 6 Comments

Atc 3 Terni–Orvieto: danno erariale di 1,2 milioni
49 soggetti dell’Ambito territoriale di caccia 3 segnalati alla Corte dei Conti dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Terni per irregolarità riscontrate fra il 2007 e il 2011

soldi euroORVIETANO- Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Terni ha segnalato alla Corte dei Conti 49 soggetti del Comitato di gestione dell’associazione Ambito territoriale di caccia 3: secondo la Gdf avrebbero causato un danno erariale quantificato in 1.200.000 euro.
Alla Procura regionale della Corte dei Conti di Perugia sono state contestate una serie di irregolarità di cui è accusato l’Atc 3 Terni-Orvieto. L’associazione è deputata alla gestione della caccia sul territorio provinciale e finanziata, prevalentemente, con contributi regionali e provinciali.
Di varia natura le irregolarità che la Gdf segnala come riscontrate fra il 2007 e il 2011: dalle spese per seicentomila euro che sarebbero state indebitamente sostenute per assumere personale con contratti a tempo indeterminato in violazione al regolamento regionale, alla nomina di quattro consulenti esterni (nonostante la normativa regionale preveda la possibilità di nominare uno solo) assunti con contratti di collaborazione o a progetto che si rinnovavano tacitamente, come fossero, di fatto, dipendenti a tempo indeterminato ed erogando a loro vantaggio compensi per un totale di circa 450mila euro. La Gdf tributaria contesta inoltre all’associazione di essersi arbitrariamente avvalsa, per il raggiungimento dei propri scopi, dell’opera di un’altra associazione di volontariato, appositamente creata per sostenere spese finanziate dalle casse della stessa Atc3 e creando, in tal modo, una duplicazione di costi pari a circa 120mila euro.
Nel mirino anche i rimborsi richiesti dal presidente dell’Atc 3 per spese di viaggio, che non hanno trovato giustificazione in alcun tipo di documentazione o altre risorse finanziarie utilizzate per rimborso delle spese di gestione non inerenti all’attività dell’associazione, specie sotto il periodo natalizio sarebbero state effettuate spese per regali di natale, acquisti di profumi vari, strenne natalizie, ricariche telefoniche e simili.
Il tutto sarebbe venuto luce tramite lunghe indagini che secondo la Guardia di Finanza avrebbero evidenziato condotte non in linea con i principi di sana e corretta gestione amministrativa e per le quali viene ora richiesto un rimborso a vantaggio delle casse dello Stato.

http://www.frescodiweb.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: Umbria

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Springer scrive:

    Tristezza….!!!!!  :(   :(   :(   :(   :(

  2. fedeli massimo scrive:

    In galera in galera e senza indulto o patteggiamento!

  3. Bepi scrive:

    Il colmo sarebbe che facessero pagare ai soci dell’ambito!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. tortoioli claudio scrive:

    Un danno economico non solo per lo  Stato, ma sopratutto  per i  cacciatori, che sono i primi con la tassa raddoppiata ad essere danneggiati sul piano economico e ambientale.
    Altro che aumento del numero degli ATC come vorrebbe la Regione, da quando la politica occupa selvaggiamente ogni spazio, ruberie, intrallazzi,
    malaffare e sperperi sono un vero disastro.
    Dobbiamo ringraziare la Guardia di Finanza del lavoro scrupoloso ed attento che ha svolto, per accertare atti così gravi, auspicando che ora la Magistratura arrivi fino in fondo accertando tutte le responsabilità.
    Si parla di 49 invitati ha fornire chiarimenti atti ad esimiarli dalle presunte responsabilità imputate loro.
    Non vorrei che per salvare i veri colpevoli si mettano nel mirino anche coloro che non hanno nessuna responsabilità, sarebbe veramente un classico Italiano .
    Soltanto il volontariato come facciamo noi di NATA LIBERA ed altri sono la salvezza della caccia, dove passione ed etica caratterizzano ogni scelta nell’interesse esclusivo di tutti i cacciatori.
    Gravissimo l’operato anche delle associazioni venatorie.
    Va dato atto a chi da anni combatte l’andazzo dell’ATC 3 con fermezza, mi riferisco al carissimo amico Dott. Sergio Gunnella,.
    Caro Sergio dopo tante battaglie da te condotte con passione, dedizione e competenza, i fatti ti danno piena ragione alle tue ripetute denunce, un carissimo saluto Claudio.
     
     

    • Springer scrive:

       “”…da quando la politica occupa selvaggiamente ogni spazio, ruberie, intrallazzi,malaffare e sperperi sono un vero disastro…””
      __________________________________________________________
      Questo e’ il vero e UNICO problema dell’Italia… Con una classe politica diversa saremmo ai vertici mondiali come ricchezza procapite e benessere diffuso…
      Invece si fregano pure i soldi dei Fagiani e delle Lepri…  :(

  5. tortoioli claudio scrive:

    Condivido Springer, sei un grande, viva la caccia, anche se certi fatti ci danno grande amarezza saluti Claudio

Leave a Reply


1 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.