Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: Legambiente invita Bastioli a chiedere lo stop della caccia ad ottobre

| 28 settembre 2013 | 21 Comments

legambienteNota di Legambiente Umbria

Legambiente a Bastioli: “Invece che deroghe per uccidere, chieda in onore di San Francesco e del Papa lo stop nel mese di ottobre all’uccisione per divertimento degli animali.”

Bastioli evita di dire ai cittadini umbri che la legge da poco approvata non propone o invita a fare deroghe per sparare alle specie protette, come sono i poveri fringuelli, ma le regolamenta rigidamente per tentare di fermare il diffuso malcostume italiano.

La sua proposta di deroga per far uccidere questi piccoli uccelli canori è solo una sua libera scelta politica.

Ritiene davvero Bastioli che le “sentinelle dell’ambiente” devono essere ricompensate del loro impegno autorizzandole a sparare per divertimento contro uccellini canori protetti? E’ questo il biglietto da visita che la Provincia di Perugia vuole recapitare all’imminente visita di Papa Francesco?

Il prossimo 4 ottobre (che sarà un venerdì, giorno in cui vige sempre il divieto di caccia) infatti, giorno in cui si ricorda San Francesco di Assisi, ci sarà la visita in Umbria del Papa e ci permettiamo di suggerire a Bastioli che sarebbe molto più consono se i Capogruppo in Consiglio Provinciale proponessero di dedicare il mese di ottobre allo stop all’uccisione, per divertimento, degli animali selvatici, quale omaggio alla vita del Santo di Assisi.

27 settembre 2013

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Legambiente, Umbria

Comments (21)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. franchi maurizio scrive:

    Buonasera!
    Ero convinto che Legambiente fosse una delle associazione ambientaliste più serie. La “nota” sopra pubblicata mi lascia quindi alquanto perplesso!! Credo che non mi sia capitato mai di leggere una sintesi di pura demagogia come queste righe vergate non si sa bene da chi. Da Assisano, da cacciatore, da devoto fedele di San Francesco sono davvero indignato! Non avrei mai commentato tanta inutilità, ma visto che si fa appello al “MIO SANTO” e a Papa Francesco rispondere mi appare una inderogabile necessità. Pertanto, inviterei l’estensore del piccolo articolo a documentarsi su San Francesco, sulla cultura assisana, su Papa Francesco, su cosa significhi la parola rispetto e, da ultimo, si documenti sulla caccia. Infatti, faziosamente, la chiama “divertimento” e mente sapendo di mentire. La cultura venatoria umbra è un fatto sociale diverso, molto più profondo! Non vado oltre, per non rendere ulteriore onore di commento, ma rimango pronto al civile e costruttivo confronto! Un sincero e rispettoso saluto a Legambiente! Con viva cordialità! Maurizio Franchi

    • Peter scrive:

      Che siano di legambiente, della lac, lav o ww, sempre animalari sono e, com’è noto anche alle pietre, il lupo perde il pelo ma non il vizio.

      • Alessandro scrive:

        ma…dico solo che non sanno piu che scuse tirar fuori, pur di rompere le scatole a noi cacciatori, un saluto dal veneto……..

  2. Renzo scrive:

     Non serve nemmeno più commentare oltre. Associazione tra le più serie ? Legambiente ? Come film di fantascienza potrebbe andare anche bene . Non sanno più come attaccarsi e propongono il blocco della caccia nel mese di ottobre per evitare la cosiddetta “”strage “” di uccellini canori , per divertimento .
    Siamo arrivati al punto che solo due cose ci possono salvare : una pandemia devastante ,oppure uno sbarco alieno di esseri indignati da tale presenza ignorante , che possano con la loro tecnologia rimettere sul binario giusto questo povero popolo maltrattato. Lo sbarco alieno è improbabile… lo scoppio di qualche vulcano distruttivo o una brutta pandemia non tanto . oww oww oww oww

  3. igor radere scrive:

    Non siete degni di nominare le sentinelle dell’ambiente. E’ aggettivo che non vi riguarda, ma opera di un’ Uomo, che se fosse ancora frà noi, non sareste degni neppure di alacciargli le scarpe.
    VERGOGNATEVI.

  4. Argo scrive:

    Sentir parlare Legambiente di San Francesco e del Papa, è come sentire parlare di Dracula in favore dell’AVIS…
    Dev’essere frutto della sconsiderata autostima che questi signori hanno di se…  (:-p)

  5. Cacciatore cortese scrive:

    Finchè ci sarà per gli animalari il finanziamento pubblico, seguiteranno a fare le cicale..ma il generale inverno è alle porte!  :twisted: :lol: :twisted: :lol: :twisted: (dw)

  6. Ezio scrive:

    Non sanno più veramente cosa inventarsi!!
    Piangere o ridere?? :roll:
    Malinconia di sicuro. :(
     

  7. Ezio scrive:

    Dimenticavo…Per Maurizio Franchi. Il tuo commento non postarlo solo qui, fanne una lettera da inviare ai giornali umbri in risposta a quella ….”roba” li.
     
    Grazie!

  8. Giacomo scrive:

    8-O  Commentate voi che a me viene da ridere !?  :lol:   :lol:   :lol:   :wink:  Salutiaaamo

  9. ennio scrive:

    ci mancava solo questa…..poi abbiamo fatto tombola !!!!

  10. Alessandro federighi scrive:

    ,,,,,,,,,,,,,,,,,scusate :oops: :oops: :oops: …..ho appena letto………… :oops: :oops: …………….vado a vomitare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!…………….x nn dire altro……………. :oops: :oops: :oops: :oops:

  11. fedeli massimo scrive:

    E certo chiudemo a ottobre, e forse novembre x ricordare i morti…………dicembre è la natività e poi aprimo la caccia! oww oww :mrgreen:

  12. fedeli massimo scrive:

    Ricordo che nel lazio ancora…………….certo che cè famo piglià x il culo …….grazie alle nostre aavv. Dimenticavo gennaio potrebbe scendere la temperatura …..quindi sarebbe giusto sospendere il prelievo…… (:n) :lol: :lol:

  13. zeuss scrive:

    Questa degli animal-ambientalisti, è “l’armata Brancaleone”.
    La caccia è già chiusa per quasi 8 mesi all’anno, e si vorrebbe sospenderla per il mese di ottobre commemorando un santo.
    Tutti i miei rispetti al Santo, ma abbiamo tolto i crocefissi dai luoghi pubblici per non offendere chi la pensa diversamente, ed ora un ateo si vede chiudere la caccia per un Santo?
    Cose d’altro mondo!!!!
     

  14. zeuss scrive:

    Ci vorrebbe una bella “purga” per questa gente, così le stro…te le possono evacquare nel WC direttamente.

  15. Bartoccini Mario scrive:

    E’ il classico esempio di “bamboccioni” privi di cultura storica, di amore per il prossimo, di conoscenze ambientali e, più che mai, privi d’intelligenza concatenante!
    Chissà se San Francesco spennava starne e fringuelli – abbondanti in Umbria a quei tempi – oppure le faceva “custodire” il tutto a Santa Chiara?   
     
    “Laudato sì, mì Signore,
    per sora nostra matre Terra,
    la quale ne sustenta et governa,
    et produce diversi fructi
    con colorati fiori et herba.” (dal Cantico di Frate Sole)
     
    E’ del 1242 – pochi anni dopo la morte di S. Francesco – una testimonianza inequivocabile che durerà per tutto il medioevo: la caccia era libera sulle selve di Monte Malbe – a ridosso di Perugia – tanto che una convenzione tra episcopato e comunità di Corciano, obbligava la comunità a donare al vescovo ogni Natale “almeno 100 tordi” che “non significavano pagamento o tassa, ma invece il riconoscimento del dominio del Vescovo”.
    Il Pellini- nell’Historia di Perugia (1385) – evidenzia che fu istituita una taglia di “50 libbre di denari” per ogni lupo ucciso, precisando che: “In que tempi n’era tanta gran quantità per lo contado, che ne venivano alle volte in fin dentro della città et erano tanto feroci, che ammazzavano et sbraniavano gli uomini non che le bestie”.
    Il rispetto che hanno i cacciatori per S. Francesco non deve essere messo in dubbio, anche perché il gesto dell’ammansimento de lupo, assume un vero e proprio significato religioso.
    Come gli stolti di Legambiente non possono mettere in dubbio la determinazione dei cacciatori nel difendere con ogni mezzo la Pace: per cultura congenita, per rispetto di Capitini “predicatore” della non violenza.
    C’è però una considerazione da fare: circa 10.000 anni fa, l’homo, addomesticò il lupo senza colpo ferire, tanto che tutte le razze canine sono direttamente discendenti del
    LUPO ADDOMESTICATO DALL’HOMO.
    In merito ai fringuelli – vero sostentamento per quell’homo sofferente – speriamo sempre nel “coraggio” di chi non ha dimenticato i ritmi procreativi delle specie selvatiche. 
    Cordialità.   
     

  16. Giannirm scrive:

    i comunisti di Legambiente che si raccomandano a papa Francesco per 5 fringuelli e fermare la caccia nel mese che tutti aspettano, non sono poi solo i cacciatori ad usufruirne dei prodotti della natura ottobrini, ma sono solo essi che si devono sacrificare, a raccontarlo non ci si crede (:n)

Leave a Reply


2 + = 5

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.