Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Provincia Perugia: chiesta deroga per fringuello

| 25 settembre 2013 | 10 Comments

FringuelloProvincia Perugia: caccia, chiesta deroga per fringuello

(AGENPARL) – Perugia, 25 set – La Provincia di Perugia chiede di attivare procedure per la deroga alla caccia al fringuello. Questa è la proposta che giunge dalla terza Commissione consiliare provinciale presieduta da Luca Baldelli.
La riunione avviene a seguito di un ordine del giorno in materia che porta la firma dei consiglieri Enrico Bastioli (Socialisti e riformisti) e Massimiliano Capitani (Pd) i quali chiedono, appunto, di “attivarsi con le Province e Regioni limitrofe per definire un percorso virtuoso che possa in tempi certi prevedere il prelievo in deroga alla specie fringuello”.
Ricordiamo che lo scorso 20 agosto sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale le modifiche alla legge 157/92 (articolo 19-bis) recentemente approvate dal Parlamento con gli adempimenti alle leggi comunitarie, ed ecco che la richiesta della Commissione si inserisce in questo contesto.
Per Franco Granocchia (Idv), che è anche il consigliere delegato alla caccia, “questo ordine del giorno giunge al momento giusto. Dobbiamo fare tutto ciò che è possibile per sostenere il mondo venatorio – ha aggiunto – visto che nella nostra regione il settore muove un giro di affari per 1,5 miliardi di euro, se si considera la caccia ed il suo indotto”.
Ai lavori hanno partecipato anche i dirigenti provinciale Roberta Burzigotti e regionale Umberto Sergiacomi. Per quest’ultimo “la norma stabilisce che l’unico parere valido sia quello dell’ISPRA. La procedura prevede di specificare il numero di capi giornalieri ed annuali da abbattere per ciascun cacciatore, fermo restando la necessità di predisporre una autorizzazione nominativa per i cacciatori che potranno abbattere tale selvaggina migratoria. Tuttavia un invito alla prudenza è d’obbligo in quanto l’ISPRA a livello nazionale dovrà determinare il censimento della selvaggina in deroga per poi ripartire la modica quantità alle varie regioni”.
Per Roberta Burzigotti (ndr: Responsabile Ambiente e Territorio del Servizio Gestione Faunistica e Protezione Ambientale Prov. di Perugia) “va fatto un monitoraggio dei fringuelli perché si tratta di una specie in diminuzione. Bisogna, quindi, calibrare gli interessi dei cacciatori con quelli ambientali. La fauna – ha concluso – va salvaguardata anche per gli stessi cacciatori”. Questo concetto trova d’accordo anche Laura Zampa (Pd).

http://www.agenparl.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Deroghe, Fringuello, Umbria

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    Per Roberta Burzigotti (ndr: Responsabile Ambiente e Territorio del Servizio Gestione Faunistica e Protezione Ambientale Prov. di Perugia) “va fatto un monitoraggio dei fringuelli perché si tratta di una specie in diminuzione.

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA

    • Daniele scrive:

      Scusi lei…. vorrebbe per caso mettere in dubbio cio’ che afferma il Responsabile Ambiente e Territorio del Servizio Gestione Faunistica e Protezione Ambientale della Provincia di Perugia ???

       

      Si vergogni !!!

      :wink: :-P

      • peppol@ scrive:

        Guardi, se vogliono porto loro e quelli dell’ispra a vederli passare ed a contarli….sempre che ci riescano
         
        :mrgreen: :mrgreen:

        • Daniele scrive:

          Te … opss Lei e’ di parte , in quanto bresciano, cellettaro e bruciasiepi per cui le sue affermazioni non contano, quando si parla di fringuelli

          :-P :-P :-P

           

        • peppol@ scrive:

          Dimentica gobbo….le mie affermazioni di parte valgono come quelle che dicono il contrario…e come può vedere  nonostante le NON deroghe ai bresciani i nostri nemici continuano nella loro battaglia riuscendoci bene direi….
           
           

        • Daniele scrive:

          Si figuri se me lo dimenticavo…. e’ solo perche’ in questo periodo, per me, non e’ “conveniente” parlare di calcio…

          oww :cry:

           

        • peppol@ scrive:

          rispetti il balotelli bresciano per piacere

  2. fedeli massimo scrive:

    Ancora cò sti fringuelli………….e basta !!

  3. tortoioli claudio scrive:

    Molto bene speriamo sia la volta buona.
    I gruppi spontanei come quello che rappresento, sono nati e cresciuti per migliorare la caccia e l’ambiente, iniziative di questo tipo vanno apprezzate dando atto a coloro che si sono impegnati nell’iniziativa ed ovviamente portarla a termine con successo.
    Alcuni consiglieri della regione lombardia hanno richiesto un incontro hai massimi vertici Europei per sbloccare la questione deroghe.
    Ci sono le condizioni per riconquistare questa bellissima caccia tradizionale, che riavvicinerebbe molti cacciatori alla pratica venatoria.
    Un invito per tutte le forze politiche  nel sostenere questa iniziativa, attesa da moltissimi cacciatori ormai da troppo tempo.
    Tornare a cacciare il fringuello, una specie in grande salute è uno dei tanti obbiettivi  di NATA LIBERA , voglio sperare che entro l’anno si concretizzi positivamente, evitando ancora una volta che tutto finisca in un fuoco di paglia.
    Tortoioli Claudio ASSOCIAZIONE VENATORIA AMBIENTALE NATA LIBERA PERUGIA

  4. leonardo scrive:

    Tutti gli anni di questi periodi escono annunci sulla possibilità di cacciare il fringuello e sistematicamente poi rimane tutto come prima, o peggio. Siccome vado a caccia e non a pesca, mi sono rotto i c—–i di abboccare e soprattutto mi sono stancato delle dichiarazioni che hanno solo lo scopo di tenere buono il mondo venatorio. Sono dispiaciuto per chi spera, ma purtroppo questa è la cruda verità.

Leave a Reply


+ 6 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.