Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Elena Cattaneo, difende la sperimentazione e attacca gli animalisti

| 25 settembre 2013 | 11 Comments

Elena Cattaneo, la neo-senatrice a vita che difende la sperimentazione animale
Elena Cattaneo contro Michela Vittoria Brambilla, pasdaran berlusconiana dell’animalismo da salotto.

elena-cattaneoMENTONO SAPENDO DI MENTIRE – La neo senatrice a vita e scienziata esperta di staminali Elena Cattaneo, ha risposto così agli animalisti che oggi hanno organizzato a Roma il convegno “Fermiano la vivisezione”: «Chi afferma che oggi esistano metodi alternativi in grado di sostituire completamente la sperimentazione animale nella ricerca biomedica dice il falso. E questo è particolarmente grave se a farlo sono persone delle istituzioni».

I PASDARAN CONTRO LA SPERIMENTAZIONE – All’incontro è intervenuta anche l’onorevole Michela Vittoria Brambilla (Pdl), annunciando la presentazione di una legge per l’abolizione della sperimentazione animale. «Metodi che non comportino l’utilizzo di animali, come simulazioni al computer o test su cellule, sono in uso da anni – ha aggiunto Cattaneo – e ci hanno sicuramente permesso di ridurre il numero di animali utilizzati. E grazie all’avanzamento tecnologico saremo sempre più in grado di ridurre questi numeri, come raccomanda anche l’Unione europea. Ma oggi, se vogliamo continuare a capire perché ci ammaliamo e come possiamo curarci non possiamo rinunciare del tutto alla sperimentazione animale: dobbiamo mettercelo in testa e pensarlo ogni volta che prendiamo un farmaco, che ci sottoponiamo a un intervento chirurgico e anche quando portiamo il nostro cane dal veterinario»

UNA QUESTIONE DI BUON SENSO – Dice la scienziata che «…è il buon senso, prima delle competenze tecniche, a dirci che una cellula singola non è un organismo intero, così come una simulazione non può ancora essere così sofisticata da prevedere tutte le possibili variabili con cui un organismo può reagire a un trattamento. Se si potesse davvero rinunciare alla sperimentazione animale tutti – dai ricercatori, alle istituzioni, alle case farmaceutiche – sarebbero disposti a farlo, per ragioni non solo etiche ma anche semplicemente economiche. Trovo intellettualmente disonesto verso i cittadini, in particolare verso tutti i malati, continuare a diffondere questi messaggi privi di fondamento, forti di campagne mediatiche fuorvianti, che stanno minacciando pesantemente il futuro della ricerca biomedica e quindi della nostra salute

I DISONESTIDisonesti sono i politici che diffondono queste menzogne mirando ai voti di quanti amano gli animale senza se e senza ma, spesso senza pensarci troppo e sorvolando su ovvietà evidenti, come quella per la quale se certe sostanze non fossero testate sugli animali, finirebbero inevitabilmente per essere testate sugli umani. Fuorviante è anche il focus sulla vivisezione, pratica ormai bandita che c’entra veramente poco con la sperimentazione scientifica odierna, ma si sa, ai politici piace cavalcare i temi caldi e usare gli “argomenti” che fanno presa sul target di riferimento, il resto sono dettagli.

Tratto da http://www.giornalettismo.com

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Curiosità

Comments (11)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    internet fa molti danni….specie nel reclutare bimbominkia da tastiera

  2. Renzo scrive:

    E questa come la mettiamo ? Voglio proprio sentire la replica della rossa o dell’inviato di striscia , così mi faccio un bel pò di risate che fa bene alla salute 

  3. Giacomo scrive:

    A occhio e croce, noi cacciatori lo stiamo dicendo da molto tempo ! Bisogna mettere un serio punto e basta a queste iniziative  :roll:   che sono mine anti uomo.  :-?   Salutiamo

  4. Argo scrive:

    Si profilano tempi duri per gli animalisti da quattro soldi..
    La dottoressa Cattaneo nominata Senatrice a vita e il dottor Garattini nel nuovo consiglio della sanità.
    Garattini, direttore dell’istituto Mario Negri di Milano, è stato oggetto delle attenzioni morbose degli animalisti. Il 20 Aprile gli hanno RUBATO le cavie dai laboratori di ricerca senza possibilità di difesa.
    Quel giorno gli animalisti non sapevano cosa fare, Garattini gli ha aperto un fronte antianimalista per cui d’ora in poi gli sarà difficile continuare a raccontare barzellette oscene.
    Buon lavoro Senatrice Cattaneo e Professor Garattini. Fate voi per la scienza quello che non sono riusciti a fare i nostri rappresentanti venatori per la caccia…

  5. LASER scrive:

    lo ripeto per l’ennesima volta: CONSENSO INFORMATO, ovvero richiedere al paziente il nulla osta alla terapia o intervento, una volta informato che il farmaco o l’intervento a lui prescritto è frutto di sperimentazione animale; poi vediamo quanti di costoro nel momento del bisogno lo rifiutano, tutti bravi a predicare il digiuno a pancia piena…..

  6. begallo scrive:

    I deputati del PDL hanno annunciato le dimissioni in massa…..tra di loro c’è anche Pel di Carota, sarà il caso di mettere una bottiglia di spumante nel frigorifero……

  7. Renzo scrive:

    Se accade veramente, ma non lo credo , prendo la prima e unica sbronza della mia vita . Notare che sono astemio ! 

  8. laser scrive:

    considerato che: in caso di dimissioni di un parlamentare, fra l’altro vanno presentate singolarmente ed approvate dalle camere (camera e senato), quindi potrebbero anche venire respinte, verrebbe eletto il primo dei non eletti alle passate elezioni; insomma sarebbe un buon metodo per cambiare qualche faccia, no??
     

  9. Peter scrive:

    Si fa che si sono dimessi, tra il dire e il fare c’è sempre e comunque di mezzo il mare. Per quanto riguarda gli animalari, visto e considerato che la sperimentazione sugli animali non la vogliono, quando avranno da curarsi, i farmaci testati sugli animali per loro non dovrebbero essere coerentemente usati anche se salverebbero loro la pellaccia. Un grandissimo plauso alla Cattaneo.

Leave a Reply


4 + 5 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.