Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Verona, via alla cattura dei cinghiali

| 24 settembre 2013 | 3 Comments

CinghialeVerona, via all’abbattimento cinghiali: “Causano incidenti e devastano tutto”
Provvedimento valido per tre mesi e “necessario” a causa dei frequenti avvistamenti in particolare nell’area compresa tra Quinzano, Avesa e le Torricelle, in Valpantena, Valsquaranto, Pian di Castagnè

Non sono pericolosi per l’uomo in se’ ma causano incidenti e devastano campi e giardini. Per questo il sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha firmato l’ordinanza che permette la cattura o anche l’abbattimento dei cinghiali selvatici nel territorio comunale. Il provvedimento, analogamente a quanto attuato da altri Comuni della provincia, si è reso necessario a causa degli avvistamenti sempre più frequenti di cinghiali selvatici nel territorio comunale, in particolare nell’area compresa tra Quinzano, Avesa e le Torricelle, in Valpantena, Valsquaranto, Pian di Castagnè.

“La diffusione rapida e incontrollata di questi animali – spiega Tosi – ha portato ad un aumento delle incursioni nelle proprietà private. A causa della loro stazza ed aggressività, i cinghiali possono arrecare danni alle proprietà, in particolar modo ai prati e ai fondi agricoli, oltre ad essere fonte di pericoli per la sicurezza stradale. Da qui la necessità del provvedimento, per consentire la cattura o l’abbattimento di quegli animali potenzialmente pericolosi che sconfinano dai loro territori”.

LE REGOLE – Allo scopo di evitare possibili rischi dovuti anche alle reazioni degli animali sull’uomo o sulle cose, in prossimità delle zone abitate è consentita unicamente l’operazione di cattura mediante speciali gabbie dette “chiusini”, così come previsto nelle “Disposizioni tecnico operative in ordine all’attivazione del piano di controllo del cinghiale e sue eventuali ibridazioni per il periodo 2011-2015”, introdotte con deliberazione della Provincia di Verona del 5 luglio 2012.
Le operazioni di cattura e/o abbattimento si svolgeranno sotto la responsabilità e il diretto controllo del personale di vigilanza del Corpo di polizia provinciale e sono consentite nelle zone del comune di Verona, con esclusione del Sito di interesse comunitario “val Galina e Progno di Borago”. L’ordinanza ha una durata di 90 giorni dalla sua entrata in vigore, tempo ritenuto sufficiente per affrontare l’emergenza.

http://www.veronasera.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Cinghiale, Veneto

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. peppol@ scrive:

    ma dopo dove li buttano ?

  2. franc scrive:

    In pratica hanno fatto una ordinanza che serve solo per 30 giorni per accontentare qualche amico, in quanto dal 1 novembre l’area indicata è soggetta ad attività venatoria.

  3. begallo scrive:

    adesso ricorrerò al TAR…………………

Leave a Reply


+ 6 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.