Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Arcicaccia Lazio: individuare e punire incapacita’ ed incompetenza

| 20 settembre 2013 | 10 Comments

ARCI CACCIA- Gestione della fauna: alla Regione Lazio è urgentissimo aprire la caccia ad incapacità ed incompetenza.

ArcicacciaLa Giunta Regionale del Lazio guidata dal Presidente Zingaretti in tema di gestione della fauna selvatica, patrimonio dei cittadini, ad oggi non ha fatto nulla, malgrado i problemi che derivano dai tanti danni alle colture agricole prodotti dalla consistenza di alcune specie selvatiche. Troppo facile e comodo affrontare la questione solo a spese delle tasche dei contribuenti. Tanto paga sempre Pantalone! Una sola norma è stata prodotta: il calendario venatorio per la stagione 2013 e, da oggi è sospesa. Che brutta figura!

La situazione che si è determinata non ha giustificazioni. Nella gestione della fauna “bene comune” la Giunta Zingaretti ha dimostrato superficialità ed incapacità non tollerabili.
In perfetta continuità con il “nulla” delle precedenti Giunte dai diversi colori politici alternatisi in questi anni prevale ancora e sempre l’”avanspettacolo ideologico”, il “politichese” la nefanda pratica del “baratto” opportunistico strumento di governo tra gli estremismi fondamentalisti di una parte o dell’altra delle “squadre” pro e anticaccia.
E’ tempo di uscire da queste “palude”. Servirebbe affermare urgentemente la certezza del diritto, per avere la quale i cittadini continuano a pagare le tasse che servono anche a stipendi ed indennità che non possono essere spesi per scrivere leggi sbagliate e a danno della comunità.
Il Presidente Zingaretti ci auguriamo vorrà coerentemente individuare e perseguire ai sensi di legge chi ha sbagliato e nel contempo chiediamo che venga rapidamente approvato almeno un provvedimento che fin da ora dia certezza e garanzie a chi pratica l’attività venatoria, agli agricoltori, ai cittadini.
L’ARCI Caccia del Lazio consulterà i suoi legali per esaminare attentamente le responsabilità personali e collegiali e per verificare le possibilità di chiedere risarcimenti per quanto subito dai titolari della licenza di caccia in questa brutta vicenda.
L’ARCI Caccia invita i cacciatori a tenersi informati per non incorrere in contenziosi nell’eventuale esercizio parziale della caccia che fosse possibile svolgere. Siamo di fronte ad un calendario venatorio profondamente “mutilato” e chiaramente contraddittorio dopo la sentenza del TAR.
L’Amministrazione regionale in carica porta tutte le responsabilità del “caos” e della confusione di queste ore. Chiediamo alle forze politiche presenti in Consiglio Regionale di attivarsi perché torni a prevalere la ragione e l’interesse generale, cosa possibile solo se si superano ritardi, errori, incompetenze che hanno fatto del Lazio una delle peggiori regioni italiane in materia.

L’Ufficio Stampa
Roma, 20 settembre 2013

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , , ,

Category: Arcicaccia, Lazio

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fabio pulcini scrive:

    ARCICACCIA MA VAFFAN………… (up)

  2. mac scrive:

    Ma voi DOVERAVATE quando loro scrivevano, come mai non vi siete accorti che non avevano richiesto il parere all’ISPRA? Fosse per me (ex socio arci caccia) vi manderei a casa, ma purtroppo avete culo che non possa decidere io…

  3. Roberto scrive:

    fan…. tutte le aavv ; vogliamo una ASSOCIAZIONE VENATORIA UNICA!!!

  4. pino56rm scrive:

    ” Nella gestione della fauna “bene comune” la Giunta Zingaretti ha dimostrato superficialità ed incapacità non tollerabili”
    La giunta zingaretti è quella che voi avete votato.
    quelli che hanno presentato il ricorso, come già scritto altrove, sono gli stessi con i quali avete diviso il tavolo e deciso il nostro futuro di cacciatori, non appoggiando le modifiche che si volevano fare alla maledetta 157.
    E ribadisco quanto detto da mac: alla stesura del calendario venatorio voi, come tutte le altre aavv, o non eravate presenti o eravate “in altre faccende affaccendati”. Non è possibile che non si sia parlato di questo in quei momenti!
    Quindi abbiate la compiacenza di tacere e ……. SVEGLIA! PERDIO, CHE  CI STANNO PORTANDO VIA QUEL POCO CHE C’E’ RIMASTO!!!!!!!!!!!!!!!
    E per finire ripeto quello che la maggior parte di noi vogliono: una UNICA associazione che tuteli veramente l’interesse della caccia e dei cacciatori.

  5. fabio pulcini scrive:

    sono d’accordo vaffan…… tutte le associazioni venatorie.

  6. max scrive:

    Arcicaccia ci dice lei che calendario approverebbe?sono tanto curioso,rispondetemi .

  7. franc scrive:

    Non sto neanche a leggere il comunicato, perchè mi sa tanto che è stato scritto sulla falsariga di quello sulla Sardegna.
    Voi adesso siete li a bacchettare a destra e a manca, ma le mani da mettere sul tavolino dovrebbero essere le vostre insieme a quelle di federcaccia perchè è grazie alla vostra incompetenza e che si è giunti a questi risultati.
     

  8. fedeli massimo scrive:

    So amici vostri………..

  9. STEFANO RM scrive:

    …Arcicaccia andate a braccetto co legambiente che figura tra le associazioni che hanno fatto ricorso… Abbiate almeno la compiacenza di lasciarci in pace… (:-p)

  10. DONATO MAZZENGA scrive:

    MA VERGOGNATEVI TUTTI TUTTE LE ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE!!!!!!
    ABBIATE ALMENO IL CORAGGIO DI AMMETTERE CHE NON CONTATE UN CA…. E AVETE COSCIENTEMENTE DISTRUTTO LA CACCIA IN ITALIA! TACI ARCICACCIA TACI!!!!

Leave a Reply


+ 4 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.