Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piemonte: I cacciatori pensano ad una class action

| 17 settembre 2013 | 5 Comments

giustiziapolemica. la regione studia un altro regolamento
Piemonte: I cacciatori pronti alla class action
La stagione venatoria avrebbe dovuto aprirsi oggi

Lo stop del Tar alla stagione venatoria: “Chiederemo i danni agli ambientalisti”

BIELLA – La sentenza del Tar che ha fermato la caccia in Piemonte, sta suscitando le dure critiche del mondo venatorio laniero. Che si sente ancora una volta penalizzato (l’apertura della scorsa stagione venatoria venne rimandata di 10 giorni anche quella volta per un ricorso al Tar).

E i cacciatori si mobilitano per trovare una soluzione. Intanto puntano il dito contro gli ambientalisti più intransigenti, ma soprattutto contro l’assessore regionale Claudio Sacchetto «che ha ancora una volta prestato il fianco alla Lac, per trovare gli appigli legislativi di un ricorso»

Ugo Givonetti è il presidente dell’ambito territoriale caccia Bi1: «Mi chiedo innanzitutto come mai queste sentenze arrivano sempre alla vigilia dell’apertura della caccia quando resta pochissimo tempo per avvisare i nostri tesserati. Tutte le attività sono sospese, come l’addestramento dei cani; e dire che ci siamo preparati anche pagando fior di tasse. Senza contare che un eventuale lungo stop alla caccia provocherà danni alla produzione agricola».

È motivo di sconcerto anche la lettura delle sentenza: «Come ha potuto la Regione mandare avanti una delibera, quella sulla caccia, priva del piano faunistico venatorio, della valutazione di incidenza ambientale, ignorando pure le annotazioni dell’Ispra sulla protezione di numerose specie? Siamo veramente arrabbiati – aggiunge Andrea Lanza, presidente della Federcaccia – . Stiamo valutando la possibilità di chiedere i danni: gli ambiti territoriali della caccia piemontesi stanno pensando ad un class action contro gli ambientalisti Lac».

Renato Moreschi

http://www.lastampa.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: Piemonte

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. win270 scrive:

    Caro Lanza, gli animalisti fanno il loro “lavoro” e lo sanno fare molto bene… a differenza di altri!!!
    La Class Action andrebbe si fatta, ma contro chi permette loro di fare e di vincere i vari ricorsi!!!
     

    • Ghibli scrive:

      bravo non è contro gli animalari che si deve fare la class action ma contro l’assessore regionale, e di conseguenza la Regione,  ed i suoi sottoposti che non sono stati in grado di fare una norma a prova di bomba (dw)
      per me l’assessore è un animalista che ha fatto apposta per impedire la caccia

  2. begallo scrive:

    Meno male che qualcuno comincia a ragionare…..ovviamente class action contro quelli che dovrebbero fare il loro lavoro e invece poi i risultati sono quelli che sono……..

  3. Ciro scrive:

    la class action va fatta contro i responsabili regionali che violando la legge hanno permesso il ricorso alla lac causando un danno enorme alla collettività dei cacciatori! Precisiamo che gli autori regionali responsabili di queste gravi mancanze continuano a percepire il loro lauto stipendio……andrebbero mandati a casa ma come sempre i nostri rappresentati apparte qualche comunicato tipo prendiamo atto di più non sanno fare che vergogna vergognateviiiiiiii 

  4. Giovanni59 scrive:

    …vedremo se si andrà oltre le “valutazioni” (:i)

Leave a Reply


+ 4 = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.