Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piemonte: gli agricoltori protestano per l’aumento dei danni

| 17 settembre 2013 | 6 Comments

CinghialePiemonte: protesta della confederazione, danni sempre più consistenti.

La Cia interviene chiedendo ancora una volta che la popolazione di cinghiali e caprioli sia riportata a livelli accettabili. Il Tribunale amministrativo regionale ha disposto la sospensione dell’attività venatoria in tutta la Regione, compresa la caccia di selezione agli ungulati. Il blocco della caccia di selezione sta destando molta preoccupazione tra gli agricoltori.
I danneggiamenti causati dalla fauna selvatica sono notevolmente aumentati rispetto allo scorso anno e stanno mettendo in ginocchio le aziende agricole. Il problema non riguarda solo l’agricoltura, perché gli incidenti causati dagli ungulati sono stati numerosi e alcuni hanno messo in serio pericolo di vita le persone.

“Da tempo le Associazioni agricole – rileva la Cia- Confederazione Italiana Agricoltori del Piemonte – mantengono alta l’attenzione sulla problematica dei danni, sempre più consistenti, procurati dalla fauna selvatica su tutto il territorio. I danni mettono sempre più a rischio la produttività delle aziende e, di conseguenza, la garanzia del reddito. E’ necessario ripristinare al più presto la caccia di selezione, in un ottica di mantenimento degli equilibri eco-ambientali.
La decisione di imporre lo stop alla caccia di selezione è paradossale.
Contenere il numero di cinghiali e caprioli è essenziale per salvare le coltivazioni agricole. L’elevata e incontrollata densità degli ungulati è un problema che attende da troppi anni di venire risolto. La popolazione faunistica va riportata a livelli accettabili.
Gli agricoltori coltivano per produrre e vendere i propri prodotti e non per vedersi devastare e poi ripagare le colture, spesso con ritardo ed in maniera inadeguata. Auspichiamo che la Giunta regionale provveda al più presto ad adottare gli atti amministrativi necessari per ovviare al blocco della caccia di selezione agli ungulati”.

http://www.cuneocronaca.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , , ,

Category: Capriolo, Cinghiale, Piemonte

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Daniele scrive:

    … protestano… ma NON un accenno agli animalisti… NON una critica agli animalisti che hanno voluto e ottenuto la sospensione della caccia… chissa’ perche’….

    :twisted: :twisted: :-P

  2. Renzo scrive:

    Guarda caro amico che se scrivo qualcosa su questo sarai costretto ad usare i missili contro di me , quindi me ne stò zitto ! Anzi : forza cinghiali caprioli, cornacchie, gazze ecc.ecc. Peccato che negli stagni non ci sono i coccodrilli …………. :lol: :lol: :lol:

    • Daniele scrive:

      :twisted:

      Caro amico, io invece mi sarei imposto di non commentare l’intenzione (tanto poi non ne faranno di nulla come sempre) di indire una Class Action nei confronti degli animalisti…. ma non e’ mica colpa loro se l’Assessore, con la colpevole inefficenza delle nostr ass.venatorie, ha partorito un calendario venatorio impugnabile dal Tar???

      Che si adoperino e collaborino fattivamente perche’ venga stilato un calendario fatto come si deve…. e se gli animalisti ricorreranno ugulamente, e il tar dara’ loro torto… allora e solo allora gli si potra’ richiedere i danni.

      Ma se il Tar da loro ragione, che richiedi????????

      :evil:

       

  3. peppol@ scrive:

    la regione si fa pagare ma non è in grado di mandarti a caccia…farsi rimborsare la tassa ed i danni li paghino gli animalisti

  4. Ghibli scrive:

    ma dove sono le associazioni venatorie quando si decideranno a fare una campagna di informazione su queste cose sui giornali nazionali?
     
    alla CIA chiedete i danni agli animalisti sono loro che stanno facendo chiudere la caccia ed aumentare i danni e sarebbe ora che incominciaste a fare una campagna contro i vostri veri nemici gli animal chic ambientalisti (:i)

  5. Ghibli scrive:

    questa è la risposta ad un mio quesito di cosa dovrebbero fare quei lavoratori che perderebbero il lavoro se chiudessero la caccia o i pali e le sagre dove vengono utilizzati gli animali
    “Quanto ai posti di lavoro le ricordo che stiamo ancora piangendo i posti di lavoro persi quando hanno chiuso i campi di concentramento nazisti e i centinaia di operatori si sono trovati in mezzo ad una strada, o, se preferisce, i lavoratori che fabbricavano le mine anti-uomo che falcidiavano i bambini ignari mentre giocavano nei prati e decimavano gli animali selvatici”
     
    chi lo scrive è il responsabile dell’ENPA Treviso e potrete leggere la discussione sul sito
    http://richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it/2013/09/16/lievita-il-numero-dei-cervi-condannati-in-cansiglio-il-cfs-benedice-la-strage/
     
    a voi il giudizio oww

Leave a Reply


+ 1 = 10

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.