Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: Il Tar interviene sull’allodola

| 16 settembre 2013 | 9 Comments

TarUMBRIA: IL TAR INTERVIENE SULL’ALLODOLA

Il Tar dell’Umbria ha deciso di accogliere la domanda di sospensione cautelare del calendario venatorio regionale per la stagione in corso per quanto riguarda il carniere consentito per l’allodola, presentata dall’Associazione Vittime della Caccia e dell’OIPA Italia.

“L’amministrazione ha omesso, con riferimento alla determinazione del carniere riferito all’allodola – si legge nell’ordinanza -, di motivare in ordine alle ragioni per le quali ha ritenuto di discostarsi dal parere espresso dall’ISPRA, tenuto anche conto delle risultanze del progetto Mito 2000- 2010 (chiamato nella deliberazione impugnata al fine di sostenere le scelte operate in relazione ad altre specie), il quale evidenzia il rischio di estinzione di nidificazione dell’allodola in Italia”.

L’udienza di merito del ricorso è fissata per il 4 dicembre 2013. Di seguito il testo dell’ordinanza.

http://www.ladeadellacaccia.it/

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Umbria

Comments (9)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. *Antonio scrive:

    L’udienza è fissata per il 13 dic. 2013…………..FATTO.
    Arrivederci allodole!
    Si svegliano la mattina, s’inventano un ricorso in qualche regione…ed ecco che un giudice “imparziale”, che non ha le “idee chiare”, sospende in via cautelare.  
    Oramai fanno come gli Indiani, colpiscono come e dove possono, ciò che conta è far fuori quanti più “nemici” possibile. *Cacciatore a vita
     
     

  2. Roberto scrive:

    Sempre peggio. Il peggio non è mai morto . Dalla padella alla brace . Di male in peggio. Avanti un’altro  (:n)

  3. matra scrive:

    Il fatto che il ricorso sia a dicembr enon viv ieta di cacciara l’allodala,basta fare una delibera mettere lo studio per l’allodola ed il problema si supera.

  4. Giovanni59 scrive:

    …ma lo avete capito che il problema è POLITICO o continuate a disquisire sui tecnicismi… :oops:

  5. Lazy Dog scrive:

    Perchè politico ?

    • Giovanni59 scrive:

      …ma come perchè (??), pensi i tar agiscano x conto proprio?, pensi che si siano autoistituiti da soli?,o pensi che le leggi che ne determinano il funzionamento non siano state prima pensate e poi votate dalla politica ?; e se passano un certo tipo di leggi è perchè all’interno dei Palazzi non contiamo niente, ergo le leggi vanno o cambiate o abolite,… e pensa un po come dovremmo riuscirci. NON credo che esista al mondo una categoria di persone (cacciatori italiani) fatta oggetto di cotanta attenzione dai suoi detrattori solo perchè si son fatti leggi e regolamenti col solo obbiettivo di bloccare (grazie ai tar) qualunque tipo di calendario o legge regionale.

  6. Lazy Dog scrive:

    Va beh ma mi sembra che le prendiamo da tutte le parti, sia da destra che da sinistra ….

  7. Bartoccini Mario scrive:

    La nostre Associazioni venatorie sopravvivono nel limbo dei faccendieri e, di conseguenza, non riescono mai a sputtanare i guitti che in mancanza di conoscenze e di serenità, scaricano le proprie frustrazioni sui cacciatori.
    Noi del Club Cacciatori “Le Torri”, meglio conosciuti come “cacciatori sconosciuti”, chiediamo alle nostre Associazioni venatorie di scrollarsi dai sensi di colpa, facendoci sapere chi sono questi fantomatici provocatori che si manifestano sotto le false vesti di “vittime della caccia” e “OIPA”.
    Sono in grado di individuare fisicamente i nostri nemici che continuano a gettarci odio addosso, informandoci di quanti soci annoverano, ove hanno la sede, quanti contributi “strappano” attraverso i diversi canali, abusando sfacciatamente della credulità popolare?
    Al TAR hanno fatto sapere che troppi anticaccia ed – ASSOCIAZIONI CON MAX 50 SOCI - vivono d’espedienti giocando sulle virgole?
    Ci facciano sapere – LE NOSTRE ASSOCIAZIONI VENATORIE - anche quanti animali allevatici hanno liberato pochi giorni prima dell’APERTURA, per meglio conoscere il fallimento voluto da dirigenti “faccendieri” – A VITA – privi di amor proprio.
    Cordialità.  

  8. barzagnino scrive:

    bravo mario le nostre associazioni venatorie non contano un tubo  e sono manovrate dai politici nostrani come marionette in questi giorni non si sono fatte minimamente sentiré per quanto riguarda l’istituzione di altri 5 ATC  perche’ cosi facendo ampliano di molto il loro potere dividendosi le cariche , tra’ presidenti, consiglieri , sedi e quant’altro quanto dovremo sborsare noi cacciatori per mantenere tutto questo? ai voglia la cecchini a dire che non ci sara’ aggravio economico per i cacciatori forse il primo anno  per dare il fumo negli occhi ma poi?, per quanto riguarda i nocivi poi abbiamo chiesto a gran voce che si possa sparare nei mesi di chiusura della caccia ai corvidi, alle nutrie , ci sono regioni (veneto in primis) che lo stanno facendo da anni con ottimirisultati, con rispetto Giulio.

Leave a Reply


2 + = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.