Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Lazio, ricorso dalla Lav per impugnare il calendario venatorio

| 16 settembre 2013 | 4 Comments

tar_3Lav impugna il calendario venatorio. Apertura caccia a rischio sospensione
Annuncio di Ceccarelli (Libera Caccia) in attesa della decisione del Tar prevista per mercoledì prossimo

A rischio sospensione l’apertura della caccia nella regione Lazio. La Lav, Lega anti vivisezione, ha impugnato il calendario venatorio presentando ricorso al Tar, Tribunale amministrativo regionale del Lazio, che si pronuncerà mercoledì 18 settembre.
Lo rende noto Massimo Ceccarelli, segretario nazionale della Libera caccia Anlc, che spiega: “Oggi si torna a caccia, ma attenzione, schiena dritta e occhi aperti, il bastone e la corota. Vige, infatti, sulla testa dei cacciatori di qualche regione la spada di damocle, e tra queste il Lazio. I nostri amici storici della Lav anti vivisezione hanno fatto ricorso al Tar per impugnare il calendario venatorio, chiedendo la posticipazione del prelievo all’1ottobre, cioè: apertura il primo ottobre, chiusura il 10 gennaio sui tordi, chiusura il 31 gennaio sulla beccaccia, più la chiusura dell’attività venatoria sulla Zps e Sic per la mancanza di valutazione d’incidenza”.
Così, il calendario delle attività di caccia potrebbe essere modificato se il ricorso presentato dall’associazione animalista venisse accolto dal tribunale amministrativo regionale.
“Forse non sanno – prosegue il segretario nazionale Anlc -, che la nostra regione è in proroga legislativa sul piano faunistico che sta in itinere.
Contestano la decade di sovrapposizione, sostengono che i dati cambiano in base alla nuova legge.
Il ricorso fa tutta una disquisizione sul disturbo, sul rischio di confusione, già tutto superato nel calendario e dalle precedenti sentenze.
Chiedono anche la sospensione di 19 specie spek e il contingentamento dei carnieri relativo, già ottemperato dalla regione, sostenendo coerenza, motivazione e pretestuosa con abuso di potere”.

Servizio integrale nel Corriere di Viterbo del 15 settembre
a cura di Lia Saraca

http://www.corriereviterbo.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: ANLC, Lazio

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. *Antonio scrive:

    Solito discorso, stessa tecnica…l’importante è colpire quanti più “nemici” possibile.
    Sarebbe interessante se le AAVV studiassero qualcosa per il “pagamento del conto” nei confronti di questa gente così laboriosa che non trova altro di meglio da fare dalla mattina alla sera. *Cacciatore a vita  

  2. Renzo scrive:

    Non serve che si muovano solo  le AAVV ,tanto quanto il fatto che lo Stato dovrebbe far pagare interamente le spese di questi ricorsi ai ricorrenti, che oltremodo intasano i tavoli della magistratura che dovrebbe lavorare su casi più seri ,molto più seri ed in modo veloce e giusto .  . Secondo me ci penserebbero centinaia di volte prima di appellarsi ad ogni piuma che svolazza .  :twisted: :twisted: :twisted: :twisted:

  3. Renzo scrive:

    AGGIUNGO : E’ ORA CHE SI COSTRUISCA UNA NUOVA LEGGE, CANCELLANDO TOTALMENTE LA 157 E SCRIVERNE  UNA NUOVA SOTTO TUTTI GLI ASPETTI . E CHE LA LEGGE NUOVA OBBLIGHI AD UNA UNIONE IN UNA UNICA ASSOCIAZIONE VENATORIA (voglio esagerare ) Perche l’Italiano è fatto così, se non lo obblighji non lo tieni nemmeno se lo leghi 

  4. emilio scrive:

    ..sull’unica Associazione Venatoria ci si sta provando, ma…..

Leave a Reply


3 + = 4

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.