Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Piemonte: le dichiarazioni dell’Ass.Sacchetto e Avv. Simonelli

| 15 settembre 2013 | 8 Comments

Assessore Sacchetto ClaudioPiemonte: La Regione: salveremo la stagione della caccia.
Animalisti e cacciatori sul piede di guerra

L’assessore Sacchetto: “Già martedì i nuovi provvedimenti”. Obiettivo: via libera alle doppiette domenica 29 settembre

«Guardi dire che io seguo la lobby dei cacciatori è una bestialità. A me della caccia non mi importa niente, voglio solo una legge come le altre Regioni».
Ecco ha risposto così l’assessore Claudio Sacchetto, ieri a 24 ore dalla notizia della sentenza del Tar che bocciava il suo calendario venatorio.

Se prima aveva come avversari gli animalisti e ambientalisti, ora anche i cacciatori non sono molto contenti di lui. «Certo che sei lei sente l’Arcicaccia, quelli sono comunisti…..».

È piuttosto «vivace» nelle risposte l’assessore leghista che ha continuato spiegando: «Tutto quello che è scritto nella sentenza, tutte le cose che secondo loro non ci sono noi le abbiamo fatte». Il parere dell’Ispra? «L’abbiamo e come le valutazioni di incidenza nelle aree protette, ne mancheranno tre o quattro. E sottolineo che il piano faunistico non deve essere regionale». Ecco questo è il punto sul quale la Lega abolizione caccia e Pro Natura hanno puntato di più. E Sacchetto spiega: «E’ di competenza provinciale, noi dobbiamo solo fare da coordinamento».

Ora però tutto sospeso, compresa la caccia selettiva, come quella ai cinghiali che provocano migliaia di euro di danni alle coltivazioni. Ma a sentire l’assessore cacciatori sereni: martedì quando si riunirà la giunta si troverà una soluzione «se la giunta farà la giunta e la maggioranza la maggioranza». Insomma Sacchetto si aspetta uno scudo anche politico dall’amministrazione di cui fa parte, che dovrà approvare subito i provvedimenti che potrebbero annullare la sentenza del Tar prima di fine mese. «Qui – insiste Sacchetto – si deve fare una riflessione polito istituzionale. Perché in altre Regioni con il parere dell’Ispra negativo si caccia e in Piemonte no. Noi nel merito della legge siamo tranquilli, la legge funziona». Ma anche di questo si dovrà discutere: davanti al Tar nell’ottobre del 2014.

A fare un po’ di chiarezza nella questione e «assolutamente come consulente super partes» Claudio Simonelli, avvocato alessandrino (già assessore alla caccia in passato) ma scriva «che non sono il legale dei cacciatori, li aiuto come consulente». Simonelli è anche presidente della Commissione di garanzia a Palazzo Lascaris. La commissione è chiamata a «esprimere pareri sui conflitti di attribuzione tra organi della Regione o tra Regione ed enti locali, sul carattere invasivo delle attribuzioni regionali da parte di leggi statali e sulla coerenza statutaria di progetti di legge e regolamenti».
Insomma il posto giusto per discutere del calendario venatorio. «Credo – dice Simonelli – si possa porre rimedio anche subito, non c’è nessuno ostacolo a rifare il calendario a accettando i pareri dell’Ispra, così il piano essere presentato al Tar. Sulle valutazioni di incidenza ambientale credo che il tribunale non abbia capito che sono state fatte tutte. La giunta comunque può fare entro la prossima settimana una delibera per salvare la stagione».

Antonella Mariotti

Trato da http://www.lastampa.it

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , ,

Category: Piemonte

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Daniele scrive:

    Pecunia non olet …

    (y)

     

  2. peppol@ scrive:

    Sembriamo appestati….

  3. Alessandro federighi scrive:

    x quanto riguarda la VI i giudici secondo me nn hanno capito che l”abbiamo fatta??????????????????????????????????????? (:n) (:n) (:n) (:n) (:n) (:n)

  4. Ezio scrive:

    L’assessore Sacchetto: “………«Guardi dire che io seguo la lobby dei cacciatori è una bestialità. A me della caccia non mi importa niente, voglio solo una legge come le altre Regioni».
    “A fare un po’ di chiarezza nella questione e «assolutamente come consulente super partes» Claudio Simonelli, avvocato alessandrino (già assessore alla caccia in passato) ma scriva «che non sono il legale dei cacciatori, li aiuto come consulente».”
    “A fare un po’ di chiarezza nella questione e «assolutamente come consulente super partes» Claudio Simonelli, avvocato alessandrino (già assessore alla caccia in passato) ma scriva «che non sono il legale dei cacciatori, li aiuto come consulente».”
    8-O 8-O 8-O 8-O 8-O
    PREGO QUALCUNO BEN INFORMATO CHE MI ASSICURI CHE QUESTE FRASI LE HA SCRITTE A “LIBERA INTERPRETAZIONE” L’ANIMALISTA/GIORNALISTA ANTONELLA MARIOTTI!!
    DITEMI CHE E’ COSI!! VI PREGO!!!!!
     

  5. Ezio scrive:

    “Se prima aveva come avversari gli animalisti e ambientalisti, ora anche i cacciatori non sono molto contenti di lui. «Certo che sei lei sente l’Arcicaccia, quelli sono comunisti…..».”
     
    Questa poi è il top!! A due anni dal mancato referendum che il governatore  del Piemonte COTA (Lega Nord) la maggioranza LEGA NORD/PDL che guida la Regione NON è ancora riuscita a fare una legge quantomeno dignitosa  sulla caccia e dintorni, c’è ancora chi tira fuori dal cilindro i “comunisti”.
    Per di più i “comunisti” di una AV che anche volesse non avrebbe alcun potere decisionale all’interno del Governo Regionale!!
     
    Per fortuna conservo ancora la mail con la quale Sacchetto mi assicurava che aveva grandi progetti per la caccia in Piemonte ed io gli rispondevo che noi ci saremmo accontetati di andare a caccia secondo la legge che c’era allora.
    Nel frattempo abbiamo dovuto ricorrere al Consiglio di Stato per poter cacciare tutti 3 giorni in alcuni atc ove era consentito solo ai cinghialai e siamo arrivati a sto punto per tutto il resto.
    Stiamo vivendo in un romanzo di Kafka. :cry: :cry: :cry: :cry:
     

  6. claudio ge scrive:

    Belin Enzo con il primo post mi hai anticipato il tutto x tutto. A uno non gli ne frega un cazzo, il secondo idem…e dove vogliamo andare!!! Certo che chi ha preso i voto x governare ne ha presi dai cacciatori e… INCOMPETENTI .. (:n) (:n)   

Leave a Reply


4 + = 9

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.