Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Abruzzo: Febbo, niente stop alla caccia

| 12 settembre 2013 | 1 Comment

Mario FebboCaccia, niente stop in Abruzzo. Febbo: “Domenica si parte”
Le associazioni ambientaliste ritirano la richiesta di sospensiva presentata al Tar dell’Aquila. L’assessore alle politiche agricole: “Il calendario venatorio è vigente”

PESCARA. Il calendario venatorio «è attualmente vigente» quindi non c’è «nessuna sospensiva, la caccia parte il 15 settembre» a tre delle principali specie cacciabili: il fagiano, la lepre e la quaglia. Lo afferma l’assessore regionale alle Politiche agricole e alla Caccia, Mauro Febbo, esprimendo soddisfazione per l’esito dell’udienza di fronte al Tribunale Amministrativo Regionale dell’ Aquila in riferimento al ricorso proposto dalle associazioni Lac, Associazione Vittime della Caccia ed Earth avverso il Calendario Venatorio 2013/2014. «Al termine dell’ udienza infatti – riferisce Febbo – è stata ritirata la richiesta di sospensiva dalle Associazioni ricorrenti».

«In questi anni – prosegue l’assessore – il mio impegno è stato costantemente rivolto a raggiungere la migliore sinergia tra pratica venatoria e massima attenzione alla conservazione dell’ambiente, coinvolgendo sia il mondo venatorio che le istituzioni in numerosi progetti, i più importanti supervisionati e coordinati dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, Ispra. E seguendo queste linee continueremo a lavorare e impegnarci anche in futuro. Il mio assessorato, attraverso i propri componenti e funzionari, fortemente motivati e competenti, si è sempre adoperato per costruire una cultura di ‘sostenibilità’ dell’attività venatoria attraverso una rete collaborativa tra Istituzioni e stakeholder, realizzando incontri tematici e tecnici, anche al fine di perseguire il risultato di una possibile convivenza tra mondi finora ritenuti alternativi, e rispettosa delle diverse esigenze».

«Gli obiettivi raggiunti nell’ambito del mio programma – sottolinea ancora Febbo – confermano quella che è sempre stata la mia opinione: la coesione del mondo venatorio, unitamente a una corretta gestione della fauna sul territorio, sono gli ingredienti vincenti per una univoca ed efficiente politica venatoria nella nostra Regione». Infine la raccomandazione di «un’attenta lettura di quanto è stato disposto per le tre specie e per altre, con le modifiche apportate al Calendario Venatorio 2013/2014, approvate dalla Giunta regionale il 26 agosto scorso, tutte reperibili sul sito istituzionale dell’ ufficio caccia della Regione Abruzzo», conclude Febbo.

http://ilcentro.gelocal.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: Abruzzo, Lepre

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Cacciatore indignato scrive:

    Vorrei sottolineare che la “grande concessione” fatta ai cacciatori italici è quella di far cacciare il fagiano e la lepre, acquistati da allevamenti con il loro stesso denaro, e immessi sul territorio…Le quaglie, invece, hanno già inviato le loro cartoline dall’Africa … :roll: :roll: :roll: :mrgreen:

Leave a Reply


3 + 2 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.