Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Anlc: Un’informazione scomposta e scorretta

| 10 settembre 2013 | 5 Comments

ANLCUn’informazione scomposta e scorretta

l’Associazione Nazionale Libera Caccia desidera stigmatizzare e porre in stato di diffida l’atteggiamento scomposto e privo di ogni fondamento tecnico che ha determinato una scorretta comunicazione mediatica andata in onda il 31 agosto ai danni del mondo venatorio. Il servizio, curato dalla giornalista Maria Luisa Cocozza, è stato mandato in onda, al telegiornale TG5 nell’edizione serale. La Sig.ra Cocozza, ignara della realtà venatoria Italiana si è affidata imprudentemente (o artatamente ?) a “verità assolute” divulgate al pubblico, senza neppure effettuare le opportune verifiche.

Il Wwf afferma che per la specie tortora, in Italia, non esistono studi che confermino la stabilità.
Questa associazione ambientalista, prima di fare simili imprecise dichiarazioni, avrebbe dovuto informarsi con la consorella Lipu la quale, nel corso di oltre 10 anni ha elaborato ricerche e studi scientifici a livello nazionale che dimostrano inoppugnabilmente un trend non solo stabile ma in moderato aumento come risulta dal documento Rete Rurale Nazionale e LIPU (2011): “La specie è valutata in incremento come popolazione nidificante in Italia”.

D’altra parte, anche secondo i dati del Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, raccolti nell’ambito delle attività della Rete Rurale Nazionale (si veda il grafico a pag. 23) nel decennio 2000-2010, gli andamenti di popolazione degli uccelli comuni in Italia fanno registrare un incremento del +56% della tendenza dei nidificanti.

La specie non è classificata a rischio di estinzione in Italia secondo la recente Lista Rossa nazionale degli uccelli nidificanti (Peronace et al., in stampa). Dai rilevamenti effettuati nell’ambito del progetto MITO2000, per la Tortora selvatica risulta un incremento moderato.
Ciò dimostra che la specie in Italia, nonostante sia stata sempre prelevata, nell’arco del decennio, in pre-apertura, per uno, due o tre giorni, non ha subito conseguenze di sorta e quindi l’attivita venatoria risulta del tutto ininfluente sul suo stato di conservazione.

La giornalista continua con le sue “cicalate piatte e gonfie” affidandosi nuovamente alle massime del Wwf che afferma: le regioni interessate alla concessione della pre-apertura hanno aperto la caccia in anticipo ad alcune specie sulle quali l’Ispra avrebbe espresso parere sfavorevole.

È opportuno ricordare che alle regioni, che ne hanno fatto richiesta, l’Ispra ha dato parere favorevole alla concessione delle giornate di pre-apertura limitatamente a poche specie di selvatici migratori e corvidi, unitamente al controllo numerico dei prelievi e all’applicazione dei criteri generali gestionali.

Rimaniamo pertanto sfavorevolmente colpiti dall’atteggiamento di totale noncuranza del direttore del Tg5 che avrebbe dovuto, quanto meno, vigilare con attenzione su ciò che manda in onda. E forse, per garantire una corretta e completa informazione, avrebbe dovuto sollecitare la sua giornalista a non limitarsi a diffondere acriticamente le veline del Wwf, ma a chiedere anche
il parere di altri esperti.

Alessandro Cannas

 Tratto da: http://www.anlc.it

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , ,

Category: ANLC, Generale

Comments (5)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Roberto scrive:

    Tutto vero certo , però ce la suoniamo e cantiamo sempre tra di noi , vorrei vedere l’articolo su un quotidiano che replica alla giornalista come hai fatto qui sul web , certo non pretendo che lo faccia tu fratellone , ma chi di dovere dovrebbe cominciare a strizzare le palle a certa gente  :mrgreen:

    • Roberto scrive:

       certo non pretendo che lo faccia tu fratellone , ma chi di dovere dovrebbe cominciare a strizzare le palle a certa gente  
      —————————————————————————–
      Parlo di tutte le AAVV

  2. Springer scrive:

    Alessandrone bello…finche’ ci si limita a ” stigmatizzare ” questi continueranno a sparare a ” alzo zero ” nei nostri confronti… E la gente , che non legge i nostri blog e le nostre stigmatizzazioni, a credergli…. Di conseguenza la nostra immagine va sempre piu’ a puttxane :wink:
    Bisogna andar oltre le stigmatizzazioni, che , ripeto , leggiamo solo noi, e passare a azioni ben piu’ decise a salvaguardia sia di una giusta informazione che della nostra immagine… :wink:

  3. laser scrive:

    Allora perchè non chiedere di rettificare la notizia errata, magari anche se necessario rivolgendosi alla autorità giudiziaria, dirlo a noi non cambia molto, fa’ piacere ma non cambia nulla.
    Saluti.
    P.s.
    Intanto prepariamoci alle annuali sparate dei tg, in occasione della apertura di domenica 15 settembre.
    Diffidare preventivamente non sarebbe opportuno, cari esponenti di ANLC?

  4. Pietro Pirredda da Arzachena (Sardegna) scrive:

    Perchè tale protesta ritardataria non viene mandata pubblicamente ed alla sede del TG5?
    Secondo me per il bene della caccia dovremmo acquisire più visibilità anche in riviste, quotidiani e Reti televisive che non sono del settore caccia 

Leave a Reply


+ 6 = 12

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.