Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Genova: Cinghiale sbranato da un branco di lupi

| 6 settembre 2013 | 15 Comments

Lupo-lunaSanto Stefano d’Aveto – “Roby” è un bastardino di 10 anni. Un cagnetto da compagnia. Che ogni giorno segue il suo padrone negli orti di Casoni da Morsasco, vicino alla strada provinciale 65, nel verde della val d’Aveto. Lo ha fatto anche ieri, come tutte le mattine. Soltanto che, qualcosa, ha rapito la sua curiosità. E così, senza che nessuno se ne accorgesse, ha cominciato a seguire qualche impronta, una scia, fino a rimanere paralizzato dal terrore. Davanti a lui, nascosta in un prato che una volta era un campo di grano, si è trovato davanti a qualcosa che soltanto quel cagnetto, sulle prime, è riuscito a capire: un cinghiale femmina di ottanta chili, completamente smembrato, divorato, vittima di un attacco di lupi.

«Abbiamo sentito “Roby” abbaiare come un disperato – racconta Michele Focacci, cacciatore residente a Casoni – lo chiamavamo e non ritornava. Così siamo corsi da lui».

Così Michele Focacci e il fratello hanno trovato quella carcassa di cinghiale. «Era una bestia – spiegano – sarà stata sugli ottanta chili. Di lei è rimasto poco o niente. I lupi l’hanno aggredita vicinissima alle case, a ridosso di un orto. Poi l’hanno trascinata sul prato, in un punto più nascosto e lo hanno divorato». Ad aggredire la povera ungulata è stato un branco «non inferiore ai cinque elementi – spiega il cacciatore – Perché un cinghiale di quelle dimensioni, un lupo solo, non si azzarda a colpirlo. E anche in due o tre faticherebbero parecchio. Quegli animali, quando si sentono in pericolo, sanno essere micidiali».

Lei non è riuscita a difendersi. Probabilmente ha provato con tutte le forze, ma è stata sopraffatta. E adesso, Casoni, ha paura. Per i residenti non si tratta di un branco di passaggio, ma di una comunità stanziale. «Ad aprile scorso – spiegano – di notte si sentivano due branchi distinti comunicare da un poggio all’altro. Con quegli ululati che, a volte, sono capaci di mettere i brividi». Non era finita lì. «Perché nessuno aveva trovato tracce di lupi, ma nel frattempo erano sparite delle pecore da alcuni recinti». Fino ad un episodio inquietante, almeno per l’epilogo. «Le prime tracce inequivocabili di una presenza fissa di lupi si sono viste in estate – spiega Focacci – Pochi mesi fa un branco ha inseguito un gruppo di cavalli. Uno di questi, nel fuggire, è caduto in un dirupo ed è morto».

Ma i residenti sono preoccupati soprattutto perché i lupi si sono avvicinati molto alle case. «Il cinghiale che abbiamo trovato ieri è stato attaccato a non più di 15 metri dalla porta di un casolare. Questo vuol dire che quel branco, oltre che sedentario, non ha paura di avvicinarsi all’abitato».

Per la carcassa del cinghiale sono intervenute le guardie venatorie della polizia veterinaria di Federcaccia. L’ungulato è stato sepolto. Nel frattempo sono stati raccolti reperti del passaggio del branco, che hanno confermato la vicinanza tra i lupi e le case abitate. «Negli ultimi tempi queste colonie sono aumentate – conclude il cacciatore – non sono più di passaggio ma hanno trovato un habitat perfetto per fermarsi. E cominciano a non temere nemmeno la presenza dell’uomo».

Alessandro Ponte

http://www.ilsecoloxix.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , ,

Category: Generale, Liguria, Lupo

Comments (15)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. begallo scrive:

    Mandate Pel di Carota……e il Deputato Europeo……

  2. Renzo scrive:

    Lupi… o cani abbandonati a se stessi  :idea:

  3. Peter scrive:

    Finchè la barca va lasciala andare; quando qualcuno ci rimetterà le penne senza che alcuno sia intervenuto in tempo, poi sai il pandemonio che ne uscirà fuori. Santa Rosalia prima l’hanno rubata poi hanno fatto le porte di ferro.

  4. Springer scrive:

    Al Lupo al Lupo…..O son cani…? Mah…Se ci sono ben due branchi di Lupo si dovrebbe trovarne traccia da qualche parte… Una carcassa divorata non basta a dire che si tratti di questa specie….

    • fabio guidi scrive:

      Guarda Massimo, che anche da noi stanno succedendo cose poco piacevoli e tutte
      riconducibili al lupo.
      Io ho visto le fatte fresche e non sono di cane, stai sicuro. Altri amici hanno visto proprio i lupi e parlano di un maschio con radiocollare rosso di una sessantina di kg molto chiaro di pelo.
      Si parla dei dintorni di Livorno, dove a memoria, i lupi non sono mai stati. Come hanno fatto ad arrivare fin quì?
      Non vorrei che la risposta consistesse nel fatto che nel 2012 la provincia ha dovuto sborsare € 1.400.000 per danni all’agricoltura causati dai cinghiali……
      Dal tam tam dei cinghialari e di altri amici che hanno visto i lupi, si tratta  di due esemplari , maschio e femmina con radiocollare rosso, che hanno gia’ avuto una cucciolata di 4 esemplari, una lupa giovane ma non piu’ cucciola e’morta sotto una macchina vicino Livorno. In piu’ ultimamente sono stati incontrati da due che facevano trekking vicino a casa mia (abito in campagna), due cuccioli.
      Il tutto senza che nessuno abbia mai parlato di niente al riguardo, salvo il giornale locale quando e’ stata uccisa la lupa sulla strada.
      Ti assicuro che non sono per niente tranquillo a sapere che vicino a casa mia c’e’ un branco di almeno sette esemplari, visti.

  5. Springer scrive:

    Fabio….da te ci sono infatti oltre a essere stati avvistati ( e ritrovati morti ) ne hai anche trovato tracce di presenza….Quindi non dubito di questo… Pero’ nell’articolo si parla di ben DUE branchi di Lupo di cui non e’ mai stata trovata traccia concreta se non l’averli sentiti ululare da un monte all’altro…Ma anche qui…se li senti ululare sai dove sono…e se sai dove sono tracce ne trovi …Soprattutto se , scritto nell’articolo , sono a ridosso di un centro abitato..Qualcosa non torna… :wink:
    Per quanto riguarda le introduzioni e’ ovvio che se ( i tuoi ) sono radiocollarati si tratta di esemplari conosciuti da qualcuno…Da chi si puo’ anche immaginare… :-D   Tieni comunque presente che sono animali territoriali e che per trovare il loro territorio si possono spostare anche di parecchio dal luogo del rilascio o da dove gli e’ stato applicato il radiocollare. Quindi non e’ detto siano stati rilasciati da te , ma arrivare chissa’ da dove… Per la paura ti capisco…ma il Lupo dopo secoli di persecuzione e’ uno degli animali piu’ elusivi e che rifugge l’uomo in assoluto tanto e’ vero che avvistarlo e’ cosa casuale o riservata solo a esperti… Piu’ preoccupante sarebbe un branco di cani ” liberi “…quelli si che attaccano l’uomo non avendone paura e sono gli autori di TUTTI gli episodi mortali a carico di quest’ultimo negli ultimi 100 anni.. Comunque…stai all’erta  :wink:

    • fabio guidi scrive:

      Massimo,
      il fatto che mi fa piu’ paura e che nella mia zona, in un raggio di 500mt in linea d’aria da casa mia, siano stati visti 2 cuccioli con la mamma. Credo che significhi che la tana non debba essere troppo distante, quindi il “loro” territorio e’ quello.
      parlo di paura non tanto per me uomo, quanto per i miei cani. Sai bene anche tu che il cane per il lupo e’ come il gatto per il cane………….e se me li trovo davanti a beccacce,
      poi come lo spieghi alla provinciale che mi sono difeso ? Ti sembra giusto questo ?

  6. Ezio scrive:

    Sant’aggiustati è il santo più gettonato dagli italiani  da molti anni ormai.

  7. Marco C scrive:

    Addirittura ci sentiamo impauriti per la presenza di 2 branchi di lupi, ma per favore,  queste splendide creature si richiamano prima di iniziare la cacciata perchè difficilmente gli appartenenti dello stesso branco riposano tutti insieme. Qualche anno fa a meno di un km dalla mia abitazione, mentre ero a caccia ho visto di buon mattino due lupi che rientravano nel bosco, ho provato molte sensazioni  tranne la paura di essere aggredito. Oggi è il lupo ad essere terrorizzato dall’uomo e non viceversa. Poi se vogliamo la selvaggina tutta per noi questo rappresenta tutta un’altra storia.

  8. Ezio scrive:

    Questi nuovi lupi di cui molti credo…e non solo io che sarebbe ben poca cosa… non appartengono  certo alla timida specie del lupo italico, sono così impauriti dagli esseri umani che qualche mese fa un esponente di quella razza è entrata in pieno giorno nel cortile della cascina di un mio amico ed ha tentato di sbafargli il gatto che è riuscito per miracolo a salvarsi la pelle rifigiandosi sotto il cofano del trattore.
    Poi come ha già detto bene Fabio poco sopra per noi…forse…non ci saranno pericoli, per i bambini che giocano in campagna magari fino a tarda ora o per gli animali domestici sarà un’altra storia.
    Anzi per gli animali domestici e di allevamento che sia un’altra storia è già provato, manca solo la prova con gli esseri umani.

  9. fedeli massimo scrive:

    Non cè problema……….se capita si fà selezione!

  10. fedeli massimo scrive:

    In appennino gli allevatori sono anni che nè controllano il numero……. (:-p)

  11. aaa scrive:

    Urca lupi che mangiano i cinghiali! Notiziona. Pensavo mangiassero erba

  12. bbb scrive:

    volete ammazzare anche i lupi? chi mi sa dire l’ultimo lupo che ha aggredito, senza motivo, un essere umano? magari tornassero i lupi a ripopolare i boschi…ma l’idiozia umana non lo permetterà purtroppo

Leave a Reply


7 + 4 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.