Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Editoriale: La quinta stagione

| 6 settembre 2013 | 2 Comments

La quinta stagione
Editoriale: Diana Nr. 16 a firma di Rodolfo Grassi

Rodolfo GrassiÈ la più bella perché illuminata dalla caccia coi suoi problemi ed il suo fascino. Basta con un ambientalismo colpevole di offrire alibi a chi continua ad avvelenarci

Tant’è l’attesa che giunge all’improvviso, ed è la quinta stagione. La nostra. Si alimenta di ricordi e speranze, illusioni e progetti: illumina un universo che non vuol sparire ed è l’uomo che si racconta nella sua storia e lungo il suo domani. Perché questa è la caccia autentica e vera.
Arriva quando partono le rondini, gli storni cominciano ad imbrancarsi e le avanguardie di tortore, quaglie, rigogoli e tanti altri alati del popolo dei migratori hanno riconquistato i quartieri di svernamento.
Le polemiche non mancano e rendono più vivace l’attesa, le recriminazioni neppure e sono la triste saggezza del giorno dopo: i propositi di far meglio si affacceranno presto. Perché questi sono i riti di una caccia che vive prima nell’anima che sul terreno. Vola nella fantasia e precede le ali dei selvatici.
Il calendario della stanziale sembra immutabile con le sue liturgie d’apertura, anche queste prevedibili ma ogni volta diverse nel volto degli amici, nel comportamento dei cani, nei luoghi e nei voli. Persino le accuse, i pentimenti o i consensi appaiono scontati. Ed è la caccia che ogni anno si reinventa ed ogni volta promette che alla prossima sarà migliore. Come le quattro stagioni della vita per tutti, le cinque invece per noi privilegiati a consumarne una in più.
Per molti, forse, la più bella.
È tempo ora di cominciarla a vivere ma sono anche i giorni per nuovi impegni, da parte delle organizzazioni venatorie e degli enti locali, delle Regioni e di una politica che non può non prendere atto che, nella crisi generalizzata, la caccia è e deve continuare ad essere una risorsa in posti di lavoro e gestione del territorio, allevamenti di selvaggina ed educazione all’ambiente.
La deriva di un protezionismo camuffato da amore per gli animali, per tutti gli animali, maschera l’incapacità di spalancare gli occhi sul mondo e sui veleni che lo assediano, non rende giustizia alla memoria dei morti per tumore né cerca rimedio ai tetti di amianto ed alle discariche clandestine. È tempo di una riscossa dei Cacciatori, di uno scatto di orgoglio per chi è chiamato al privilegio di vivere la stagione più bella. La Quinta.

Rodolfo Grassi

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Libri/Riviste

Comments (2)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. marcello scrive:

    Premetto che io sono un ottimista,uno di quelli che se cade dal tredicesimo piano del palazzo,fino che non arriva a terra, pensa di riuscire ad imparare a volare,fatta questa doverosa premessa,io prima di dire che questa sarà la più bella stagione,ci andrei come si suol dire”con i piedi di piombo.
    Ma vediamo i motivi  di tutta questa contentezza:Dovrei essere contento, perché pur avendo presentato il calendario nei tempi giusti,la mia Regione  se lo è visto impugnare davanti  al TAR con bassi espedienti, per far si che  questo accadesse in periodo di caccia e non prima,(dimostrando, se mai ce ne fosse stato bisogno,che agli animalisti, non frega niente degli animali).Dovrei esser contento perché le Associazioni Venatorie nazionali,sono sempre più incapaci di produrre sforzi utili alla caccia ed ai cacciatori, impegnate come sono, a farsi la guerra per una tessera in più.Forse dovrei essere contento perché il telegiornale di RAI due, ancora una volta ha dipinto i cacciatori e la caccia ,come una banda di delinquenti, senza che da nessuna parte si levasse un cenno di reazione.Oppure dovrei essere contento , delle norme  sempre più astruse ,che ogni anno i comitati di gestione dei vari ATC si inventano.No in tutta sincerità non vedo motivi per gioire, a parte che fortunatamente,siamo ancora qui,la nostra è una forma di resistenza ormai,ci siamo a qualunque costo,dovessimo andare a caccia , anche solo con la fionda:La caccia è stata ridotta così dai Politici,e il nostro è un modo per dissentire ancora di più dalle loro scelte!!!
    Quindi un “IN BOCCA AL LUPO” a tutti e non scoraggiatevi,verranno tempi migliori(speriamolo)
    Marcello.M

  2. Springer scrive:

    “”..siamo ancora qui,la nostra è una forma di resistenza ormai,ci siamo a qualunque costo,dovessimo andare a caccia , anche solo con la fionda..””
    ______________________________________________________________
    (n)

Leave a Reply


+ 9 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.