Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Umbria: Il bilancio della pre-apertura di caccia

| 2 settembre 2013 | 6 Comments

cacciatore_con_cane2Umbria: Il bilancio della pre-apertura di caccia: due fucili irregolari sequestrati e 28 verbali

Oltre 300 i controlli eseguiti dal corpo, con 28 verbali per violazioni relative a distanze da abitazioni, appostamenti fissi non conformi alla normativa e infrazioni amministrative. Soddisfatto il presidente Guasticchi

Sono state una cinquantina le segnalazioni giunte oggi alla centrale operativa della polizia provinciale di Perugia in occasione della preapertura della caccia. Circa 300 i controlli eseguiti dal corpo, con 28 verbali per violazioni relative a distanze da abitazioni, appostamenti fissi non conformi alla normativa e infrazioni amministrative. Due – riferisce la Provincia – i fucili sequestrati.

Come nella scorsa stagione venatoria, gli agenti hanno potuto avvalersi della “preziosa opera” delle cosiddette sentinelle dell’ambiente, gli iscritti alle associazioni venatorie del territorio con cui la Provincia di Perugia ha siglato un accordo. Il presidente Marco Vinicio Guasticchi ha evidenziato come la Provincia di Perugia sia “da sempre in prima fila rappresentando un punto di riferimento, grazie all’indispensabile ruolo di mediazione reso possibile dalla messa in campo di competenze ed esperienze acquisite nel campo della gestione faunistica”.

Ha poi ricordato che la preapertura coincide con il rinnovo delle cariche negli Atc. “Entro la prossima settimana convochero’ un apposito incontro con tutti i soggetti interessati – ha annunciato Guasticchi – con l’obiettivo di arrivare a una soluzione che garantisca i molteplici interessi e l’equilibrio istituzionale di cui la caccia ha bisogno”.

http://www.perugiatoday.it

Tags: , , , ,

Category: Umbria

Comments (6)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. tortoioli claudio scrive:

    Bilancio positivo, non per i carnieri soltanto in pochi coloro che sono riusciti in discreti carnieri.
    Altissima la competizione per i posti, soltanto questo dovrebbe indurre associazioni e politica nel ritorno all’apertura unica la prima di settembre.
    Chiediamo subito di poter cacciare sabato e domenica 7 e 8 settembre come avviene nelle vicine Marche e in molte altre regioni.
    La vicinanza al mondo venatorio gentile Presidente Guasticchi si dimostra con i fatti non che le parole, un atto amministrativo che non costa un solo centesimo di denaro pubblico.
    Il disagio del mondo venatorio come quello di tantissimi cittadini è al colmo di ogni ulteriore tolleranza.
    Claudio Tortoioli Associazione Venatoria Ambientale  NATA LIBERA PERUGIA
     

  2. Caiello Evandro scrive:

    Il presidente Guasticchi scrive che la prossima settimana convoca i soggetti…….bene.
    A Terni il presidente Polli non convoca, non controlla, non risponde a chi con richiesta scritta vuole aver notizie sulla gestione dell’ ATC3. Forse è ancora in ferie 

  3. Bekea scrive:

    Nel mio comune si è fatta un po di pulizia. Non essendoci coltivazioni di girasoli,ci siamo dedicati più a cornacchie e gazze, parecchie,con pochi colombacci,e qualche tortora. Parlo di un comune in provincia di Vicenza

  4. Bartoccini Mario scrive:

    Il signor Guasticchi vorrebbe farci credere che il suo mondo, ben diverso dal nostro, si muove in direzione dell’interesse di coloro che pagano un concessione allo scopo di prelevare animali selvatici.
    Invece, quel mondo inquinato da faccendieri e bamboccioni, mesta al solo scopo di esaudire l’imbecillità animalista ampiamente dimostrata in occasioni rievocative e, vale per tutte, la richiesta dell’abolizione della Quintana di Foligno.
    Sappiamo bene che il signor Guasticchi ed il signor Franco Granocchia potrebbero farci cacciare sabato e domenica prossima senza colpo ferire, ma invece le promesse fatte a suo tempo sono state sopraffatte dal vento della mediazione a tutti i costi. E forse anche dall’arrivismo “menefrghista”!
    Se ne fregano anche nel caso degli ATC, perché torneranno a contare le mediazioni imposte dalla politica, invece del cambiamento totale di quegli uomini, che in Umbria dall’anno 2000, hanno sperperato per incompetenza ed arroganza oltre 30 milioni di €uro pagati dai cacciatori.
    Emblematico è il fatto che l’ATC Perugia n. 1 per ripopolare con le lepri manda in “missione” in Romania alcuni “esperti” acquistando colà quello che non sono stati capaci di produrre nel migliore ambiente esistente in Italia.
    A cosa sono servite le tante “cene di lavoro” ATC Perugia n. 1 pagate con il nostro danaro?
    Cordialità.     

  5. Bartoccini Mario scrive:

    Aggiungo come contrappeso alle promesse non mantenute, il corretto comportamento del sindaco del Comune di Corciano, signor Cristian Betti, e dello stesso Presidente del Consiglio comunale, ingegner Federico Fornari (questo sostenuto dai voti del Movimento Homonnivoro di Corciano), che allo scopo di contenere l’invadenza dei piccioni torraiuoli (columba livia) hanno autorizzato l’abbattimento sin dal 1 settembre.
    Prevenendo anche la conflittualità per “il capanno” che in ogni modo resta alta e pericolosa.
    Un buon lavoro quindi, risparmiando danaro pubblico per “studi” clientelari ed inutili, così come è avvenuto al comune di Perugia per volere del sindaco Boccali.
    Cordialità.   

Leave a Reply


7 + 9 =

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.