Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Veneziano: Il meraviglioso rito si ripropone, si torna a caccia

| 30 agosto 2013 | 7 Comments

Caccia. Pre-apertura dal 1° settembre
Veneziano (Arci Caccia): “Il meraviglioso rito si ripropone: si torna a caccia!”

Veneziano OsvaldoDomenica 1° settembre prende il via una nuova stagione di caccia. E’ la cosiddetta pre-apertura prevista dalla legislazione nazionale nel rispetto delle normative europee e delle indicazioni dell’Ispra. Per lo più la caccia potrà essere esercitata da appostamento e solo a limitate specie migratrici, con particolare riferimento alla tortora e in alcuni casi a colombaccio ed acquatici, o ad alcune specie opportuniste (corvidi) anche per rispondere all’esigenza manifestata dagli agricoltori di una più concreta difesa delle colture in atto.

L’apertura della caccia è distribuita a macchie di leopardo anche se riguarderà essenzialmente le regioni del centro-sud e solo una parte dei cacciatori annoterà, domenica mattina, la giornata venatoria sul tesserino rilasciato dai comuni di residenza. Ecco il dettaglio (dovunque la tortora): Abruzzo 1 e 2 settembre, Basilicata 7 e 14 settembre, Calabria 1 settembre (anche colombaccio), Lazio 1 settembre, Lombardia dall’1 al 12 settembre (solo giovedì e domenica), Marche 1, 4 e 8 settembre (anche colombaccio, germano, alzavola e marzaiola), Piemonte 1, 6 e 7 settembre solo la provincia di Alessandria e un Atc della provincia di Torino, Puglia 1 e 12 settembre (anche la quaglia in forma vagante e con il cane su stoppie e incolti domenica 12 settembre), Sicilia 1, 7 e 8 settembre (dall’1 al 14 settembre anche il coniglio selvatico e dal 7 anche il colombaccio), Sardegna 1 e 5 settembre, Toscana 1 settembre (tortora, corvidi e in alcune province il colombaccio), Umbria 1 settembre (anche colombaccio, alzavola, marzaiola e germano), Veneto 1, 7, 8 e 14 settembre (1 e 7 anche colombaccio). In Emilia Romagna la delega alla pre apertura è stata affidata alle province. In Molise la Giunta ha predisposto l’atto della pre-apertura (1, 7 e 8 settembre) ma ancora non è stato adottato. In Campania il tar ha sospeso la pre-apertura. Marche e Toscana hanno previsto inoltre, a rigorose condizioni, il prelievo in deroga dello storno.

La maggioranza dei cacciatori, di contro, aspetterà la terza domenica di settembre (in Sardegna il 22 settembre e in Piemonte il 29 settembre) allorché è prevista l’apertura generale della caccia anche in forma vagante e con l’utilizzo del cane. Per poter esercitare la caccia occorre che ogni singolo cacciatore abbia la licenza di porto di fucile in piena validità, abbia pagato le concessioni nazionali e regionali, abbia versato la quota di iscrizione all’Ambito di caccia dove intende esercitare l’attività venatoria e sia dotato di una polizza assicurativa che dia adeguate coperture sia per la responsabilità civile contro terzi che per gli infortuni personali. L’Arci Caccia offre ai suoi soci sicurezza e tranquillità grazie alla convenzione con le Assicurazioni “Generali Italia s.p.a.”.

“In merito all’Apertura della stagione venatoria – dichiara Osvaldo Veneziano, presidente nazionale dell’Arci Caccia – non c’è che da prendere atto positivamente che il “meraviglioso rito” della caccia torna a realizzarsi nelle forme e nei tempi indicati dalla legge italiana, una delle più corrispondenti d’Europa alle indicazioni del mondo scientifico nonché rispettosa delle esigenze di tutela di colture agricole, risorse del nostro paesaggio rurale.

Ringraziamo gli agricoltori che ci ospiteranno sui loro terreni e i cittadini italiani che sono sempre più consapevoli che il rito della “caccia” è anche un utile strumento di gestione di quella fauna selvatica che per alcune specie in sovrannumero arriva a produrre significativi danni all’economia già provata dalla crisi economica.

Purtroppo è anche l’Apertura della stagione venatoria per quella parte di Associazioni ambiental-animaliste “poco europee” ed in crisi di identità e di ruolo di sproloquiare parole anticaccia con la speranza di sopravvivere a se stesse. Di nuovo, come nei secoli, tornano al catastrofismo militante. Marginali e talvolta insensibili alle vere esigenze di tutela dell’ambiente, alla lotta alla cementificazione selvaggia, alla speculazione edilizia e talvolta anche silenti nella lotta all’inquinamento, si cimentano “per l’apertura” in polemiche confortate da numeri molto più utili alle “lotterie” che al buon governo del patrimonio faunistico italiano.

Speriamo che la cultura ambientalista, in un prossimo futuro, trovi migliori interpreti di quanti animalisti sono a caccia, da anni, di risorse pubbliche per sterili referendum ed altre “pagliacciate” abolizioniste”.

Roma 30 agosto 2013

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , ,

Category: Arcicaccia

Comments (7)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Cacciator cortese scrive:

    AMEN! (:n)

  2. TATONNO scrive:

    NON RESTA CHE FARE UN IN BOCCA AL LUPO A CHI GODRA’ DEL PRIVILEGIO DELL’APERTURA IN ITALIA , NOI DELLA CAMPANIA NON APPARTENIAMO ALL’ITALIA. BRAVO VENEZIANO NON TI CHIEDERE PERCHE’ IN CAMPANIA DA ANNI NON SI HA UNA PREAPERTURA, NON CHIEDERLO AI TUOI SCAGNOZZI, TANTI I SOLDI DEI FESSI ARRIVANO LO STESSO CON L’INGANNO DEI RICORSI ALL’ULTIMO ISTANTE

  3. antonio scrive:

    buona caccia a lei e quelli che come lei ci possono andare. nonostante la crisi e i continui sacrifici che taluni cacciatori fanno durante l’anno per poter praticare la caccia vi permettete il lusso di fare anche ironia. BUONA CACCIA A LEI PER TUTTO L’ANNO

  4. Giacomo scrive:

    si torna a caccia!”
    Quale caccia !    :mrgreen:    :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:    Salutiaaamo 

    • bagnolesi giovanni roberto scrive:

      Mi dispiace Giacomo di dirti che questa  è la caccia voluta da FEDER-ARCI, non puoi dire che così non è e lo sai benissimo. Comunque voglio mandare ugualmente un caro saluto agli amici cacciatori italiani ed a Giacomo in particolare. Anche io ho fatto la preapertura in Italia ma prima ho fatto una capatina in Romania per allenarmi al tiro.  Credo comunque che se i nostri sindacati avessero la volontà di cambiare alcune cose in questa legge potremmo anticipare almeno di una settimana la caccia in questo paese così da  divertirci anche qua senza invece andare in paesi dove molte cose sono consentite naturalmente dietro pagamento di quote non del tutto indiffirenti. Io caccio nella zona di Galati e Tulcea e so benissimo quali sono i costi effettivi per ogno giornata di caccia e qui mi fermo.

  5. Giacomo scrive:

    Io caccio nella zona di Galati e Tulcea e so benissimo quali sono i costi effettivi per ogno giornata di caccia e qui mi fermo.
    ———————————————————————————————————
    Car Bagnolesi sulle associazioni non ti posso dare torto, ma come si fa per chi commette errori anche da penale tali da venire rinchiuso, bisogna poi recuperarli e fargli capire che non bisogna sbagliare più. Il guaio è secondo me, quando chi sbaglia poi persevera, non ti sembra? Tutti noi stiamo chiedendo che si costituisca una sola associazione e fino ad ora solo la Fidc, l’Anuu ed il CPS hanno acconsentito perchè hanno capito l’errore nell’essere solisti, per cui si sono convinti che è il solo sistema per avere forza nel gestire la nostra passione. Non voglio dire altro a te le conclusioni. Non ti devi fermare nel chiarire come si fa la caccia in Romania e perchè danno la possibilità di cacciare come si deve, ( forse anche troppa possibilità) tanto per farlo sapere ai nostri “protettori” che sai benissimo quello che ci stanno facendo in materia di restrizioni vedi la Campania. Non posso essere a favore di cacce ultra permissive perche da cacciatore naturalista ritengo giusto un prelievo che possa permettere ai selvatici di riprodursi, per questo spero che al più presto la caccia venga gestita in Europa con un calendario base che sia valido per tutte le nazioni facenti parte dell’Unione cosa che i politici a Strasburgo spero facciano al più presto, perchè anche li non mi sembra che facciano faville e non solo per la caccia. Non credo di meritare un saluto particolare su questo sito rispetto agli altri colleghi di passione ma visto che l’hai fatto, ti posso solo dire che è ben accetto e che ricambio con un cordiale, Salutiamo. :wink:  

Leave a Reply


2 + = 4

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.