Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Prof. Costa: La “ ribellione “ del popolo venatorio

| 26 agosto 2013 | 12 Comments

Costa GiuseppeLa “ ribellione “ del popolo venatorio

In questo delicato momento , c’è urgenza di una strategia complessiva ! Una sostanziale azione , nella difesa della nostra amata caccia. Fronteggiare le “virulenze” degli “ animalisti “ , nel rispetto delle regole e del confronto scientifico !
Oggi i cacciatori sembrano “sconcertati” , forse per le “aggressioni” subite in questi ultimi anni ,vedi : (L.157/92) e (L.394/91) !
E’ indispensabile “ rivedere “ gli ATC (ambiti territoriali caccia) , per sbarazzarsi della loro attuale funzionalità . Penalizzano il sistema caccia e , in particolar modo il cacciatore migratorista .
La soluzione , può scaturire solo da chi ha alle proprie spalle una storia ,una cultura rurale di grande capacità .
Sul territorio Nazionale, siamo ancora una realtà sociale . I numeri ci danno ancora ragione. La consapevolezza che , se esiste un ecologista questo è proprio il cacciatore !
In primo luogo l’amore per la natura . Quindi una proposta metodologica , per la formazione di un soggetto politico e , il coinvolgimento di tutti gli “attori” della ricerca-azione!
Questo , permetterà di ridefinire la figura del cacciatore , nel contesto collettivo e ambientale !

Prof. Giuseppe Costa

 

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: ,

Category: Dite la vostra

Comments (12)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. francusto scrive:

    Prof., devono cambiare le cose!!!!
    Sempre più tasse per sempre meno tempo!
    Parlo da presidente di circolo sentendo le lamentele del 90 per cento dei cacciatori.
    370 euro per 4 mesi sono eccessivi se mettiamo in programma giornate di silenzio venatorio, fenomeni meteorologici, lavoro ed impegni vari!!!
    Fate qualcoso Voi che potete altrimenti finiremo nel baratro.
    Franco Augusto.

  2. *Antonio scrive:

    A mio parere, fino a quando non verrà “fuori dal  cilindro” un’unica associazione venatoria, continueremo a fare ed a raccontarci chiacchiere.
    Il nostro vero problema è da sempre  “l’interesse politico” dei vari referenti…politici (soprattutto periferici) all’interno delle varie AAVV che al loro volta sostengono (quasi sempre in contrapposizione) la politica che a loro stessi fa comodo e quella del proprio tornaconto.
    Apprezzo molto il suo impegno Sig. Costa, purtroppo oggi i cacciatori vogliono soltanto andare a caccia, probabilmente convinti che “tanto a difenderli ci sarà sempre qualche fesso di turno”.
    Questo genere di cacciatori di accorgerà di “aver perso qualcosa” quando questo, o il prossimo Governo (vedi Grillo) troverà il tempo di dedicarsi alla caccia…abrogandola per sempre.
     Un saluto da Ischia Sig. Costa, le aggiungo che io “ho gia dato”, quando al voto, nel ’92, anzichè votare loro stessi… votando la caccia, i cacciatori preferirono votare il “politico amico” …già, non si sa mai. *Cacciatore a vita 

  3. segugio scrive:

    caro professore, sa quanti prima di lei hanno dato ricette miracolose? ne  abbiamo sentite di tutte e di più…..meno una, mai un’associazione che propone lo sciopero delle licenze, chissà perchè? hai visto mai che dopo non hanno niente da mungere e guarda caso, secondo il mio modesto parere, saarebbe l’unica soluzione che ci darebbe visibilità, anche mediaticamente. verrebbero a mancare centinaia di milioni di euro nelle casse dello stato  con la prospettiva di chiudere migliaia di posti di lavoro, scommette che troveremo chi prende le nostre difese? ma guarda caso non si fa……..hai visto mai!!!!

  4. dardo scrive:

    x segugio, sono convinto che la tua sarebbe una soluzione, ma ammesso che una aavv proponesse quanto sostieni tu, mi sai dire quanti cacciatori acconsentirebbero ad uno sciopero venatorio? chi ti scrive sarebbe già disposto, ma sai quanti se ne sbatterebbero? quello che ci serve è l’unità e la forza, se avessimo un partito, e la forza di sostenerlo allora si che sarebbe veramente possibile tutto. Per chi invoca un unica federazione di cacciatori posso dire che ne sono sorte così tante perchè evidentemente quelle esistenti non funzionavano, poi si rischia il riciclo del sistema attuale politico, oramai sono tutti amici, e se la caccia è ridotta allo schifo attuale dobbiamo ringraziare le nostre aavv, specialmente due arci e feder, feder la quale si è anche astenuta da una manifestazione di cacciatori a roma, praticamente se ne è sbattuta dei nostri problemi perchè il loro amico pd ha tirato le briglia ed il cavallo è andato per un altra strada, basta eresie qui si deve solo decidere se ci piace andare ancora a caccia o no!

    • segugio scrive:

      ne abbiamo provate e sentite di tutte e di più……a turno cè qualcuno che ci viene a illustrare le sue ricette miracolose che poi si rivelano le solite prese per il culo e servono solo a darsi un poco di visibilità personale con l’intento di mangiare qualche briciola della torta…….non cè unità, sono anni  che la si invoca, i dirigenti venatori e politici pensano solo a mantenere i loro privilegi, penso che almeno questo sia assodato,se poi i cacciatori non capirebbero che solo non rinnovando la licenza di caccia per un anno riuscirebbero a ottenere ciò che gli spetta è evidente che ci meritiamo ciò che abbiamo…….ma tanto di questo passo viene naturale, nella mia sezione,ad oggi 150 rinnovi a fronte dei 500 dello scorso anno  

  5. dardo scrive:

    ciò che dici non fa una piega, stiamo morendo di anno in anno, e con noi atc ed altri inglobatori di danaro, vedrai che lo sciopero venatorio arriverà da solo quando per un motivo o per l’altro si smetterà, sto lottando per non arrivare a tanto, ma se si dovrà arrivare a questo sarà una vittoria, almeno vi sarà un pretesto per essere tutti uniti una volta per tutte.

  6. laser scrive:

    Lo sciopero dei cacciatori è bell’ e fatto, con la crisi che gira, ed i costi le tasse che crescono, non molti decideranno di impegnare circa 400 euro piu’ le spese per avere sempre meno tempi e specie e sempre piu’ vessazioni.
    Il problema è che ai governati questo non interessa, qualche centesimo in piu’ su benzina tabacco alcool e si recupera quanto perso in tasse venatorie, anzi…

  7. sergio scrive:

    il confronto scentifico con chi dobbiamo averlo? con ISPRA con Toso con l’europa
    ogni volta che si mettono al tavolo 10 scenziati escono 12 studi diversi che dicono 13 cose diverse guardate  i vari KC dove non c’è una data uguale i tordi in corsica vanno in amore dopo quelli della toscana o della Spagna a cipro non parliamone neppure il piombo per Toso è pericoloso per altri 10 scenziati no. ma di cosa parliamo se non sono daccordo neanche tra di loro

  8. lucas scrive:

    Non oso pensare a quale cifra sia crollato il numero di cacciatori quest’anno… Lo “sciopero” è bell’e fatto…  :mrgreen:

  9. valentino carbone scrive:

    fra non molto sembra che ci saranno nuove elezioni nazionali(lo spero tanto),l’anno prossimo(2014)ci saranno le elezioni europee e provinciali……in questi anni non siamo stati capaci di organizzare un partito\e o movimento tutto nostro che raccolga tutto il mondo rurale(ovviamente caccia compresa),i vari treni sono passati(l’ultimo le scorse elezioni nazionali di febbraio),sono nati il partito caccia ambiente e niente,poi ancora meglio è nato il movimento per la cultura rurale e partito benino e poi si è fermato e altri…..ora in ultimo sembra sia nato cacciatori a dieci stelle……bha ora vediamo……per me questo e l’ultima occasione che avremo per provare a piazzare qualcuno ai veri livelli nazionali…..e che caspita qualcuno deve scendere in campo e farci contare……

  10. dardo scrive:

    mi risulta che in un comune in lunigiana i tesserati feder sono crollati al numero di 28 iscritti,….ed è solo un comune, piano piano selo stringono in mano…….il loro non fare li manda tutti a cag….

Leave a Reply


+ 9 = 16

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.