Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

cervi in Cansiglio, nuova … pensata di Zaia

| 25 agosto 2013 | 18 Comments

Contro i cervi ecco i proiettili traccianti
Tambre. L’idea del presidente Zaia (LEGA NORD) per evitare l’abbattimento di 1200 ungulati. «Scatterebbe la fatwa contro di noi»

zaiaTAMBRE. Una nuova proposta del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia (LEGA NORD), per evitare la mattanza di 1200 cervi in Cansiglio che, a suo avviso, farebbe scattare la fatwa del mondo intero contro il Veneto, fino a boicottarne il turismo.

«Si potrebbero utilizzare proiettili traccianti, che sono già stati adoperati dalla Forestale, ovvero sparare dei proiettili che non feriscono ma che fanno scappare la mandria fuori dal bosco», ha suggerito ieri il governatore, in alternativa, se necessario, alla sterilizzazione chimica, per alcune stagioni, delle cerve.

La Forestale è già ricorsa a questo metodo, ottenendo qualche anno fa, un discreto successo, ma limitatamente ad alcuni mesi. Gli animali, una volta fuggiti, sono rientrati. S’erano infatti rifugiati nella conca dell’Alpago, o lungo il versante friulano piuttosto che nella Pedemontana trevigiana, da Fregona a Cordignano.

«Immagino che la nostra gente non sarebbe affatto felice», anticipa il sindaco di Tambre, Oscar Facchin, «per i danni che comporterebbero agli orti familiari e alle altre piantagioni». Anche ieri, però, il presidente Zaia (LEGA NORD), nonostante il formale invito di Flavio Tosi, suo segretario nazionale (regionale), oltre che sindaco di Verona, ha detto e ripetuto, con fermezza, che non cederà all’invito di procedere con il piano di abbattimento. «Neppure il Capo dello Stato mi può far cambiare idea sui 1200 cervi del Cansiglio che sarebbero da abbattere. Anzi, oserei dire neppure il Papa, benché il Papa non chiederà mai di uccidere una creatura, nemmeno animale, neppure il Papa, dunque, riuscirebbe a piegarmi», ha detto Zaia, davanti ad un nugolo di giornalisti. Immaginarsi Tosi. Immaginarsi anche gli assessori regionali Daniele Stival e Franco Manzato, favorevoli ad accogliere la richiesta dei sindaci, degli allevatori e dei cacciatori ad abbattere i cervi in sovrannumero.

Zaia, però, è irremovibile. «La mattanza proprio no, perchè se la facessimo in foresta, scatterebbe da tutto il mondo la fatwa contro il Veneto e le sue opportunità turistiche», spiega il presidente. «La questione è chiara. La mia non è una posizione ambientalista o animalista o a favore della caccia o contro gli agricoltori. I cervi fanno danni all’agricoltura e all’ambiente. Ma non si può cacciare nella piana del Cansiglio. Io sono qui a fare rispettare le leggi. Non ho nulla contro la legge sulla caccia ma nella foresta del Cansiglio non si caccia. Se noi dessimo l’autorizzazione, rischieremmo di fare la fine di quelli delle baleniere piuttosto che dei delfini e di essere “sputtanati” a livello internazionale».

Francesco Dal Mas

http://corrierealpi.gelocal.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

 

Tags: , , , , , ,

Category: Veneto

Comments (18)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Nico scrive:

    Incommentabile…neanke a pulire i cessi metterei una persona cosi’…E da noi lo fanno governatore.. Non ci sono parole (:n)

  2. ladron scrive:

    Questo è tutto scemo !!!!!!!!!!!!!! ma che cosa si è fumato.

  3. fiore scrive:

    itaglia….

  4. igor radere scrive:

    Non ho più parole, mi arrendo!

  5. Renzo scrive:

    la pubblicità della Settimana Enigmistica recita pressapoco così : Non far spegnere il cervello ogni dieci secondi….. Qui non lo accendono proprio mai . hai voglia di settimana di cruciverba e giochi vari 

  6. el tega scrive:

    Ohhhhhh!!!!!!ora ho capito!!! niente abbattimenti nella piana del cansiglio; però si spaventano nelle zone limitrofe e li poi ci si spara! praticamente una parata fatta a colpi a salve. Zaia vuol salvare capra (cervi) e cavoli (le piantagioni).Zaia, vedi di mandarne un pò da questa parte…  :mrgreen:

  7. luigi 49 scrive:

    e questo …ideologicamente…sarebbe uno che sta dalla parte “della popolazione, dei costumi, delle usanze e si fa carico dei problemi… e tanti bla bla bla……..” poveri noi, mi chiedo se uno così non possa un giorno diventare anche presidente del consiglio!!!!
     

  8. Cacciator cortese scrive:

    Ma zaia conosce le leggi delle vicine Austria e Svizzera?? O preferirebbe far sparare alle trote ?  :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D I pseudo animalari a cui si riferisce, sanno già per chi votare..quindi farebbe solo rantolare gli ultimi aficionados della Lega . Complimenti!

  9. faganeo scrive:

    «Neppure il Capo dello Stato mi può far cambiare idea sui 1200 cervi del Cansiglio che sarebbero da abbattere. Anzi, oserei dire neppure il Papa, benché il Papa non chiederà mai di uccidere una creatura, nemmeno animale, neppure il Papa, dunque, riuscirebbe a piegarmi»,
    Non si preoccupi penseranno i semplici cittadini fra non molto nella cabina elettorale a piegarLa in modo che non riscirà nemmeno più a sedersi in quella seggiola da quanto Le brucerà il ………… dove ora siede comodamente. Travolgentemente patetico !!!!!!!! E questo sarebbe il”DURO e PURO”!!!!????

  10. MAG scrive:

    Bresaola di cervo DOP. Questa è la soluzione!
     

  11. laser scrive:

     E BRUZZONE si preoccupa della brambilla????
    Giustissimo, pero’ sarebbe meglio che prima si occupasse di casa sua, questo pere esempio tanto per iniziare; a proposito con Maroni in Lombardia va meglio? Le deroghe intendo.

  12. dardo scrive:

    :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: mandatelo a zelig :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: ha un futuro :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: minchia che ridere……ahahahahahahaha

  13. Giannirm scrive:

    Ma lo sà Zaia che i proiettili traccianti contengono fosforo che brucia anche nell’acqua? Zaia non ha fatto il militare se nò saprebbe che i traccianti sono incendiari, a Capo Teulada dopo ogni manovra militare dovevamo spegnere gli incendi che questi proiettili provocavano alla macchia mediterranea, così …. i cervi che mangiano la ricrescita del bosco del Cansiglio sono salvi e la foresta finisce carbonizzata invece di tutelarla (f) (:n) oww -o- (dw) (:n)
    ZAIA informati bene che se fai una cosa simile finisci non sputtanato, ma nel tritacarne (y)

  14. gianni scrive:

    NON INSISTETE PIU’,X L’ABBATTIMENTO DEI CERVI.NEL 2015 ,CI PENSERANNO GLI ELETTORI AD ABBATTERE ZAIA E I SUOI CONSIGLIERI.ROMA LADRONA.

    • Roberto scrive:

      Luca Zaia nasce a Conegliano, in provincia di Treviso, il 27 marzo 1968.
      ———————————————————————————————————-
      Spiegami che cazzo centra Roma ladrona , ma per piacere !!!  Tenetevelo stretto.

  15. dardo scrive:

    rinchiudeteloooooooo e buttate la chiave, per paura dei verdi, e dei loro due voti questo si farebbe soddomizzare da un bel cervone maschio.  sei la vergogna della politica e con lei tutti quelli che la seguono tutti in uno zoo spero che gli italiani incazzati presto ve la faranno cag.e

  16. Bepi scrive:

    Per il sapientone di zaia ho trovato questo articolo su caccia in fiera approfondimenti riporto solo l’ultima parte che dice tutto.
    Il metodo è stato sperimentato in alcune zone, ma la stessa ricercatrice che lo ha praticato, Uma Ramkrishnan, ammette che “la sterilizzazione deve essere vista solo come una soluzione a lungo termine ed è improbabile che possa essere più efficace della caccia” e che con le popolazioni in ambiente aperto, non sarebbe mai stato possibile catturare e trattare tutti i cervi uno ad uno cosicché il metodo non potrebbe funzionare nella pratica. GonaCon: U.S. Department of Agriculture Animal & Plant Health Inspection Service Wildlife Services National Wildlife Research Center 4101 LaPorte Avenue Fort Collins, Colorado 80521-2154

  17. laser scrive:

    Dobbiamo ricominciare a pensare come facevano i nostri padri negli anni 60\70 “fare ciò che serve quando serve” senza problemi o pensieri.
    Invece i nostri governanti sono maestri del “POI” I cervi li spaventiamo così vanno da una altra parte a creare problemi, quindi non è più un mio problema;
    I rifiuti, qua impianti non ne vogliamo, portiamo i rifiuti da altre parti, e il problema è risolto.
    Centrali elettriche qui no, ma elettricità si.
    Con questo modo di pensare ed operare non si va’ da nessuna parte, e mi sembra che questo sia abbastanza evidente.
    Nostri rappresentanti in parlamento, noi in paralamento, persone pratiche e competenti, o non cirestera’ piu’ nulla.

Leave a Reply


4 + = 6

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.