Genova: investe un cinghiale, morsi contro bastonate

| 22 novembre 2012 | 20 Comments

Faccia a faccia col cinghiale, morsi contro bastonate

Voltri, un uomo investe un animale poi scende ma viene azzannato a un polpaccio. Alla fine ad avere la peggio è l’ungulato. Il commissario provinciale Fossati: “Un’emergenza, bisogna abbattere 11.000 capi”

Attaccato da un cinghiale, lo uccide a bastonate. E’ accaduto verso le 17 in via delle Fabbriche, a Voltri. L’uomo, 55 anni, stava tornando a casa in macchina quando ha investito l’animale. Pensava che fosse morto, ma quando è sceso per andare a controllare, l’ungulato si è rialzato e lo ha caricato morsicandolo al polpaccio. L’uomo ha preso un bastone che aveva in macchina ed è riuscito ad abbatterlo.

I cinghiali sono ormai una vera e propria emergenza. Secondo il commissario della Provincia di Genova, Piero Fossati, è necessario abbattere 11.000 capi. Sono numerose le segnalazioni, nell’entroterra della città, di devastazioni provocate dai cinghiali a orti, vigneti, uliveti, terrazzamenti, ma anche sui versanti e sul corso dei piccoli rivi.

“Bisogna assolutamente – spiega Fossati – che il contingente dei capi abbattibili fissato per questa stagione in 11.000 sia pienamente raggiunto, aumentando, se il calendario venatorio regionale lo consente, il numero delle giornate settimanali in cui è possibile la caccia, finora solo mercoledì e domenica”.

La Provincia sta predisponendo, d’intesa con gli Atc, un provvedimento “che permetterà di recuperare le giornate di caccia al cinghiale perdute per il maltempo non più al lunedì, ma al sabato. Questo perchè – precisa Fossati – il recupero venatorio al sabato assicura una presenza maggiore di cinghialisti, molti dei quali invece al lunedì spesso non possono partecipare alle battute per impegni lavorativi. E il provvedimento, come l’aumento delle giornate venatorie settimanali per i cinghiali, ha lo scopo di assicurare il maggior numero di abbattimenti per ridurre e prevenire i disagi e i danni sul territorio.”

di STEFANO ORIGONE

http://genova.repubblica.it

 

 

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Tags: ,

Category: Curiosità, Liguria

Comments (20)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Rudi4x4 scrive:

    Brambilla, chiamate lei per risolvere il problema cinghiali!

    Cacciatori Liguri…non sparate, lasciate che invadano la citta! 

  2. urika64 scrive:

    Sistemato il cinghiale bisognerebbe non avesse posato subito il bastone…
    :wink:

  3. begallo scrive:

    speriamo che non lo denuncino per maltrattamento……. e bracconaggio…..

  4. Ezio scrive:

    Ma il codice della strada sanziona chi non si ferma a soccorrere un animale ferito.
    Ed ora?? :roll:
     

  5. fedeli massimo scrive:

    IO vorrei essere una mosca x vedere realmente cosa è accaduto, cioè che il cinghiale sia stordito mi stà bene , poi però si rialza e morde l’investitore e poi? poi ll’investitore tiene un bastone in macchina……arma impropria, ebbene nel frattempo il cinghiale che fà ? stà a guardare che tù prendi il bastone e aspetta le bastonate sulla capoccia :lol: :lol: o stava ancora intontito o aspettava il soccorso…. :-D

  6. Antonio scrive:

    Comunque ha fatto male ad uccire con il bastone un cinghiale ferito.Doveva prestagli soccorso chiamando un veterinaio,curarlo e liberarlo poi in un bosco tranquillo.Solo i cacciatori con appositi regolamenti sono autorizzati al prelievo,gli altri no. Sicuramente questo tizio è passibile di maltrattamento animale.   Saluti Antonio

    • Traica Roberto scrive:

      Tu Antonio hai mai prestato soccorso ad un cinghiale  :?:   :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

      • Antonio scrive:

        Francamente me lo sarei portato a casa ma non avrei sparso notizia.Secondo me gli animali sono tutti uguali, quelli feriti o colpiti da calamità naturali è giusto soccorrerli è importante il rispetto per la natura.Mi da fastidio che uno non cacciatore si impossessi di un animale in forma abusiva,in questo caso un bastone o un sasso rientra in atteggiamento di caccia abusiva. Saluti Antonio

    • agostino scrive:

      se tu sapessi cosa può fare un cinghiale ferito dubito che avresti il coraggio di scendere dalla macchina.

  7. Giacomo scrive:

    Si potrebbe pensare di fare la caccia al cinghiale con il bastone per dare maggiore sicurezza ai praticanti dei boschi evitando i fucili a lunga gittata. :twisted:    Salutiamo

  8. Marco Efsio Pisanu scrive:

    Se dessero reta a me dovremo fare uno sciopero per almeno un anno!
     
    Poi dopo l’invasione dei cinghiali verranno a pregarci per riprendere ad andare a caccia, a quel punto se vogliono il nostro aiuto devono scendere a patti con noi, saremo  noi a dettare le condizioni!

    Normal
    0

    14

    false
    false
    false

    IT
    X-NONE
    X-NONE

    /* Style Definitions */
    table.MsoNormalTable
    {mso-style-name:”Tabella normale”;
    mso-tstyle-rowband-size:0;
    mso-tstyle-colband-size:0;
    mso-style-noshow:yes;
    mso-style-priority:99;
    mso-style-parent:”";
    mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
    mso-para-margin-top:0cm;
    mso-para-margin-right:0cm;
    mso-para-margin-bottom:10.0pt;
    mso-para-margin-left:0cm;
    line-height:115%;
    mso-pagination:widow-orphan;
    font-size:11.0pt;
    font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
    mso-ascii-font-family:Calibri;
    mso-ascii-theme-font:minor-latin;
    mso-hansi-font-family:Calibri;
    mso-hansi-theme-font:minor-latin;
    mso-fareast-language:EN-US;}

    :mrgreen: :mrgreen:

  9. ghibli scrive:

    sono d’accordo sciopero per almeno un anno di tutti i cacciatori

    • Peter scrive:

      Un anno di sciopero poco è, ce ne vorrebbero almeno 2, così le belle bestioline diventano una moltitudine e arano pure i campi. Saranno contenti gli agricoltori? Chissà; provare per credere, hai visto mai.

  10. sololasipe scrive:

    L’esipodio (diceva TOTO’) è alquanto interessante,giuridicamente parlando, perchè l’investitore avrebbe dovuto accertarsi, con la respirazione bocca a bocca, se il cinghiale avesse avuto un trauma polmonare e, la cosa più importante al normale controllo, se il bastone avesse superato le tre botte regolamentari o risultasse senza asticella manovale.. :cry: :cry: 8)

  11. dardo scrive:

    viva i cinghiali, quando li vedo nel bosco li saluto e li lascio passare per noi sono la nostra voce e la nostra protesta, che prolifichino sempre più :-D :-D :-D :-D :-D :-D

Leave a Reply


+ 7 = 14

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.