Arcicaccia: I beagle arrivano a Festambiente

| 21 agosto 2012 | 25 Comments

Sos Green Hill
I beagle arrivano a Festambiente
A Festambiente altri 7 beagle dell’allevamento di Montichiari finalmente salvi

Festambiente e Montichiari (Br) unite da un ponte di solidarietà concreta per salvare i beagle di Green Hill. Sette beagle arrivano a Rispescia, nella cittadella di Legambiente.
Sei cuccioli e una mamma che troveranno delle famiglie pronte ad accoglierli e a donargli tanto affetto. Si tratta di una delle tante operazione-beagle che Legambiente sta organizzando in giro per l’Italia. Tutti i cani sono stati assegnati alle persone accuratamente scelte e selezionate tra quelle che hanno effettuato la richiesta via internet sul sito di Legambiente. E stasera per altri sette beagle inizierà una nuova vita. Il loro arrivo a Festambiente è stato accolto presso lo spazio dibattiti dove è stata allestita una piccola piazza della libertà. Qui una squadra di volontari, veterinari ed educatori cinofili, nel prendersi cura degli animali, ha incontato e dato tutte le informazioni di base alle famiglie che hanno firmato il contratto di affidamento temporaneo, il tutto alla presenza di Rossella Muroni, direttrice di Legambiente nazionale, Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente, Antonino Morabito, responsabile nazionale fauna di Legambiente e Osvaldo Veneziano, presidente nazionale di Arcicaccia, che da anni insieme a Legambiente conduce una convinta battaglia per la legalità e la piena applicazione della legge nazionale sulla tutela della fauna ed in questa occasione ha fatto da padrino alla consegna del primo cucciolo ad una famiglia affidataria.
“L’operazione SOS Green Hill – spiega Antonino Morabito, responsabile nazionale fauna di Legambiente – è il più grande intervento mai avvenuto in Europa a difesa del più sincero amico dell’uomo: il cane. Le illegalità riscontrate dalla magistratura bresciana nell’allevamento di Montichiari hanno messo in luce i pesanti maltrattamenti che i beagle subivano. Il nostro obiettivo è quello di affidare, quindi salvare, il maggior numero di beagle nel più breve tempo possibile. Una task force di Legambiente sta lavorando senza sosta nel selezionare le famiglie idonee per l’affido temporaneo dei cani e provvedere all’uscita dei beagle dalla struttura di Montichiari. Fondamentali saranno poi le fasi di post-affido durante le quali Legambiente seguirà tutti i cani affidati e per le quali chiede la collaborazione di tutti: professionisti e cittadini. Ed anche chi non potesse partecipare direttamente, può aiutarci con un piccolo aiuto economico nel sostenere le spese per curare, salvare e seguire i beagle liberati da Green Hill”.

Ufficio Stampa Circolo Festambiente
LEGAMBIENTE
Tel. 0564.48771 – Cell. 349.8069234
ufficiostampa@festambiente.it – www.festambiente.it

 

***
Come riceviamo e cosi’ pubblichiamo
ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Tags:

Category: Arcicaccia

Comments (25)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Maurizio scrive:

    Ed anche chi non potesse partecipare direttamente, può aiutarci con un piccolo aiuto economico nel sostenere le spese per curare, salvare e seguire i beagle liberati da Green Hill

    Ecco le paroline magiche…..

  2. Traica Roberto scrive:

    Hai voluto la bicicletta ??? Ora o pedala , ma il più lontano possibile .

  3. sololasipe scrive:

    Fra scatolette, microchips, veterinari ecc.ecc. un cagnetto viene a costare, a fine anno, più della manutenzione totale di un auto..però abbaia! (:i) (:i) (:i) (:i) .. 8)

    • Andrea scrive:

      Certo paragonare una Vita ad un’auto ci fa capire quanta intelligenza c’è nelle tue parole, quando morirai probabilmente nessuno ti pagherà il funerale, perché costa quanto una tv lcd, e manco puzza! -_-”

  4. pino56rm scrive:

    Ma guarda che faccetta soddisfatta che c’ha er sor veneziano cor beagle ‘n mano!
    E’ proprio vero che quando uno frequenta il suo (leg)ambiente …………. 

  5. agostino scrive:

    Chissà se a cinghiale…era quasi da provanne uno…

  6. giannirm scrive:

    Quelli sono cani rubati a Green Hill.

    • Fabio scrive:

      quelli sono cani salvati da maltrattamenti e da una fine orribile.Siamo pero’lieti che ti offra tu come cavia e ti metta in gabbia,di certo non mancherai a nessuno e nessuno muovera’un dito x liberarti

  7. Giacomo scrive:

    Mi dispiace ma oltre alle tasse per la caccia tra le altre spese varie per la mia passione ho già da accudire il mio CANE DA CACCIA, e per giunta se l’arci sopra ancora non lo sa nella mia provincia di Salerno mi hanno vietato la caccia.
    Cercate di occuparvi di caccia piuttosto che siamo agli estremi, gli ATC hanno bisogno, un obolo non si rifiuta neanche ai cacciatori   :-?  Salutiamo

  8. peppol@ scrive:

    Green Hill e lo specchio del nostro paese…Azienda regolare con tutti i permessi a posto nonostante i proclami della rossa e dei media asserviti…eppure presa di mira da 4 xxxx probabilmente verra chiusa perche da noi conta il sentimento popolare e non la legge…i cani sono stati rubati e verra chiesto un risarcimento di 3000 euro a cucciolo…se non sei d accordo fai cambiare la legge e non entri in casa d altri a rubare….

    • Fabio scrive:

      e si talmente regolare che i magistrati dopo le ispezioni e valutate centinaia di pagine di verbali ‘!hanno chiusa e messo sotto indagine anche l’asl di brescia che avallava irregolarita’a valanga. Talmente regolare che sono stati trovati cadaveri a decine nei congelatori e nelle intercettazioni di discute di come eliminare i cani non vendibili.

    • fra scrive:

      sono loro che sono entrati in casa nostra (italia) e con la prepotenza il menefreghismo per quelle povere bestie e le spalle coperte dalla multinazionale che li copre la marshll fanno i suoi porci comodi .
      La vivisezione nn serve a nulla , ci sono tanti di quei soldi dietro che non ci si immagina nemmeno ora possono testare sulle cellule umane , ma siccome non ci mangia nessuno nn vogliono farlo……

    • Anonimo scrive:

      La vivisezione è un abominio, ma la caccia non è da meno eh… anzi, sarebbe uno sport più interessante se dessimo i fucili anche agli animali, allora sì che comincerei a fare sondaggi piacevoli!
      Ma purtroppo non è così, e dovrò continuare, insieme ai tanti colleghi, ad andare in giro per i boschi a sparare (incidentalmente) a qualche cacciatore.
      (up)

  9. Giusti Giacomo scrive:

    Con la faccia che fa sembra uno di loro,anzi,è,uno di loro.

  10. dardo scrive:

    concordo per i cuccioli da mettere nelle famiglie, ed aiutarli, ma porca miseria fare bacetti con legambiente che ci ha devastato, messo in condizioni di sacrificio e preclusione della nostra passione……..forse che Veneziano è un veggente ed ha visto la fine della caccia e si sta proponendo come seguace legambiente? miei cari signori questi sono i nostri sindacati coloro che dovrebbero diffenderci dagli attacchi dei nostri aguzzini! e purtroppo non è l’unica aavv che la pensa così vero federcaccia? iniziate a lavorare e non a percepire soldini grattandovi le palle e facendoci salire lo spred!

  11. mino scrive:

    avevano trovato oltre 100 cuccioli morti, era veramente tutto ok?mah…

    • Mael scrive:

      Beh, quello è normale, se tieni conto del numero dei cani e del fatto che i corpi devono essere per legge conservati fino alla cremazione..probabilmente ci mettono anni a raggiungere il numero sufficiente per essere cremati.
      Devi contare i nati morti e le cause naturali, ne abbiamo anche noi, per i cani è più probabile dati i parti plurigemellari

  12. Fabio scrive:

    una vergogna i cani dati a legambiente che non ha mosso un dito per liberarli e non e’scesa una volta che sia una in piazza a manifestare,il solito schifo all’italiana gestito dalla politica e dagli amici degli amici

  13. PB scrive:

    Fatemi capire, tolgono i cani da Greenhill e poi, come patron di questa festa di adozione ci mettono il presidente di Arcicaccia?

    Che coerenza. 

  14. maria Grazia scrive:

    Cosaa?? Sono sbalordita!! Dopo tante lotte cortei manifestazioni e proteste per ottenere la liberazione dei beagle vederne uno in braccio al presidente dell’arcicaccia mi fa imbestialire!! Non e’ degno nemmeno di sfiorarlo con un dito! Che cosa c’entra il rappresentante dell’odiata categoria dei cacciatori col nostro simbolo di lotta animalista?? Spero che legambiente e Lav ci diano una spiegazione logica ed esauriente al piu’ presto!

    • Mael scrive:

      Facile. i beaglie sono cani da caccia, quindi per essere posti in un contesto conforme alla loro natura, il meglio per loro è affidarli ai cacciatori

  15. Mael scrive:

    ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. La redazione del sito http://www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
    E questo dice tutto, nemmeno la grazia di non scrivere castronate in un articolo e di controllare le fonti, che poi naturalmente nessuno lo farà e quindi prenderanno per vere le storie di maltrattamenti, cui tra parentesi, non sono ancora uscite prove.
    Decisamente lo specchio del nostro paese, è pazzesco, tutta questa storia è assurda.
    Oh, comunque anch’io voglio qualche cane di razza e ricevere sovvenzioni, dove devo firmare?

Leave a Reply


9 + = 11

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.