Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Risposta a: Campania, tanta meraviglia per cosa?

| 6 giugno 2012 | 25 Comments

RISPOSTA A CAMPANIA:TANTA MERAVIGLIA PER COSA?

Caro Cesare,
ho letto la tua “TANTA MERAVIGLIA PER CHE COSA? e sinceramente non capisco come fai ad inneggiarea quella “autorità politica”.
Dici che quest’autorità ha presentato una bozza di modifica della L.R. 8/96 che ha scatenata una guerra.E ti credo. Come avete fatto a pensare che i cacciatori campani nonostante il raddoppio della quota dell’atc (una per la stanziale ed una per la migratoria ) avrebbero apprezzato. Per vostra fortuna non conoscono il vostro viso,perchè certamente qualcuno di loro incontrandovi qualcosa di poco gentile vi avrebbe detto.
E vi siete dimenticati della famigerata prenotazione? Ma insomma è così difficile capire che le cose bisogna migliorarle non renderle più pesanti. Per inserirsi nella problematica di qualsiasi categoria bisogna prima conoscerla e poi pian pianoi umilmente inserirsi. Voi avete solo aumentato le tasse e creato altre pastoie,L.a modifica è stata presentata nel Novemre del 2011,i l’art.34 della finanziaria è del 30 dicembre 2011 penso che abbia preso spunto proprio dalla vostra proposta,cosa facevate in quel periodo?non ho sentito la vostra voce,chi taca acconsente.
Attualmente mi risulta che la posizione dell’autorità politica è abbastanza cambiata,in peggio ovviamente (segue nuove indicazioni diametralmente opposte alle precedenti) e per adesso mi fermo qui.
Ah un’ultima cosa, smettila di firmarti “consigliere comunale di S,Agata dei goti” fino a prova contraria so di certo che sei consulente per la caccia di un’autorità politica, Presidente Provinciale dell’ANUU di Benevento,nonchè vice presidente regionale della stessa associazione. E’ importante per i cacciatori sapere da quale pulpito viene la predica, anche per poter giudicare.Bisogna sempre essere orgogliosi della divisa che si indossa,se poi comincia a restringersi si può sempre valutare il da farsi.
Non te la prendere e ,ti prego di considerarmi sempre l’amico Francesco Abbruzzese

P.S. “errare è umano,perseverare è diabolico”

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Tags: ,

Category: .In Evidenza, Campania

Comments (25)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. vincenzo scrive:

    “Attualmente mi risulta che la posizione dell’autorità politica è abbastanza cambiata,in peggio ovviamente (segue nuove indicazioni diametralmente opposte alle precedenti) e per adesso mi fermo qui.”
    Peggio di come siamo messi??E’ vero che al peggio non c’è mai limite,ma ci incuriosisce cosa sta di nuovo “partorendo”la Giunta Caldoro FIDC & soci!!!Forse 100 euro ed un solo giorno di caccia alla migratoria??? Si vede che proprio non gli interessano i NOSTRI SOLDI ed I NOSTRI VOTI!!!

  2. Giacomo scrive:

    E’ importante per i cacciatori sapere da quale pulpito viene la predica, anche per poter giudicare
    —————————————————————————
    Stavo proprio per scrivere nell’altro post “lettera aperta alla Fidc Caserta”, vediamo un pò cosa siete capaci di fare voi dell’EPS !! Ma nel  leggere ora quest’altro ho dovuto ricredermi. La frase che ho incollato sopra scritta da voi è sacrosanta !! In democrazia la verità sta all’apice del buon governo, ma anche denunciare chi vuole approfittarsi del popolo. Solo le denunce sono l’unica arma in mano a chi si professa sostenitore di una categoria. Questi sono concetti semplici, semplici che non vengono mai messi sul tavolo e fatti valere da chi si erge a difensore. Rivolgo la domanda anche a te caro Francesco : quale motivazione hanno dato alle restrizioni messe in atto i politici della regione ? Non mi sembra che con questo art. 34 si voglia proteggere la selvaggina o l’habitat, non ti sembra ? Una restrizione per legge fatta a migliaia di cittadini cacciatori dovrebbe avere validi motivi.  :wink:  Salutiamo         

  3. “Avisso per tutti i Cacciatori Campani”
    Venerdi 8 giugno 2012 alle ore 19.00 presso il palazzo “Fazio” sito in Capua (CE) ci sarà un assemblea aperta a tutti i cacciatori campani appartenenti a qualsiasi “ASSOCIAZIONE VENATORIA”,per discutere il da farsi riguardo l’abrogazione dell’articolo 34. 
    All’Assemblea prenderanno parte i presidenti delle varie associazioni venatorie. 
    Invito tutti a prendere parte a ques’iniziativa dando un segnale forte a chi ci dovrebbe rappresentare! 
    NE VADEL FUTURO DELLA CACCIA IN CAMPANIA!
    Per informazioni non esitate a Contattarmi.

  4. Giacomo scrive:

    Ho avuto notizia da poco che il presidente Luigi Spera ha indetto una importantissima riunione della  FIDC SALERNO nella citta di NOCERA INFERIORE, il giorno 18 Giugno Lunedì corrente anno, presso l’ASSOCIAZIONE PRO CASOLLA con sede in Via IODICE N° 1. Motivazione della riunione è la discussione in atto alla Regione dell’art. 34 e di tutta la problematica inerente la caccia in provincia di Salerno. Sono i benvenuti tutti i cacciatori di appartenenza a qualsiasi associazione. Si prega gli interessati di farlo sapere nel possibile a tutti i cacciatori conoscenti e non.
    Da parte mia vi invito a partecipare tutti Dalle Alpi alle piramidi e dal Manzanarre al Reno.  :wink:  :-D

    • melfi salerno scrive:

      Giacomo dalle alpi alle piramidi e dal manzanarre al reno, dovresti mandarc, ma a piedi, i De Stefano Buglione poi ti faccio l’elenco degli altri così si fanno anche compagnia. Gino Melfi CONF.A.V.I

      • Giacomo scrive:

        Cario Gino, spero che tu ci andrai e dirai la tua visto che hai tanto da dire, l’ingresso come da comunicato è aperto a tutti.  :wink: Salutiamo

  5. serino cesare scrive:

    …..amico Franco Abbruzzese, non mi meraviglia questo tuo comunicato.
    Certamente ti rispondo,qui però,senza fare comunicati stampa in merito,perchè la penso diversamente e poi non devo fare propaganda.
    Infatti il tuo comunicato è semplicemente provocatorio,strumentale e fuori luogo.
    Ben sai il legame di stima ed amicizia e pertanto non mi permetterei mai di sparlare di un’altra associazione con la quale condivido finalità equilibrate e sintetizzate all’interesse della collettività venatoria campana,ma soprattutto a prescindere dalle associazioni,il mio interesse verso la politica venatoria lo svolgo anche senza associazione, perchè vivo in un contesto di cacciatori che mi sostengono anche politicamente e pertanto mi posso permettere di esprimermi anche senza abito, semplicemente con nome e cognome.
    Ti posso rassicurare che proprio grazie alla proposta AVETA è stata generata la scintilla che ha scatenato tutta la polemica venatoria campana.
    Grazie a questa scintilla è sorta la questione venatoria in regione campania, altrimenti saremmo rimasti ancora fermi nella storia:non a caso è nato l’inappropriato articolo 34 .
    Non a caso c’è tutta questa discussione in regione campania per la questione venatoria.
    Abbiamo avuto la forza di creare un movimento di opinioni e di discussioni,finalizzati al miglioramento della nostra passione.
    E di questo ne siamo orgogliosi:anche la tua critica mi rende orgoglio, perchè vuol dire che c’è confronto, c’è discussione,e pertanto necessariamente bisogna trovare una soluzione ad un problema mai affrontato.
    L’Onorevole AVETA ha avuto la capacità di depositare una proposta equa ed idonea a tutti i cacciatori campani,una proposta di carattere sociale, mirante alla collettività, contrariamente a chi ha preposto con l’articolo34 l’inserimento dell’Enci nei comitati di gestione degli ATC.
    La proposta numero 270/2011 del protocollo generale della regione campania,proposta di modifica della legge 8/96 ad iniziativa dell’Onorevole AVETA, è una proposta che comunque dispone un cambiamento importante,ovvero la possibilità a tutti i cacciatori campani di poter esercitare il prelievo dei migratori liberamente su tutto il territorio della regione campania:è comunque una proposta che segue il suo iter attraverso la valutazione nelle opportune commissioni,quindi per dire che è modificabile nel percorso,ma resta il fatto che è una proposta a vantaggio dell’intera collettività dei cacciatori campani.
    Ed è poco per te,caro Franco ? Dopo la proposta AVETA, sono state riportate altre proposte ed è continuato il discorso venatorio che già in precedenza aveva iniziato l’Onorevole De Lucia.
    Il mio dubbio è questo :vogliamo migliorare la caccia in Campania o dobbiamo stare ad attendere i contentini ?
    Io non sono per i contentini,ma per la trasparenza,per la legalità,per la partecipazione,per la democrazia,per la pari dignità.
    Io mi firmo tranquillamente quello che sono,rappresentanza politica liberamente e democraticamente eletta e pertanto,ripeto,svolgo politica venatoria anche con questa veste e nessuno melo può vietare, perchè politicamente rappresento orgogliosamente anche una parte dei cacciatori del mio comune. Ti dico di più :nella stessa veste ho affrontato la questione caccia al cinghiale in provincia di Benevento,facendo riunire la commissione provinciale agricoltura con cognizione di causa ed accoglienza da parte della stessa della modifica che proponevo.
    Questo per dirti,caro Franco,che sia con l’abito associativo o senza,ma sia soprattutto con l’abito politico il mio impegno per la caccia prescinde dalle tue sottintese intenzioni demolitive.
    Per me la caccia è di tutti i cacciatori e non di parte,perciò insisto sulla pari dignità e sulla partecipazione.
    Che tu sia avverso al personaggio politico,poco mi interessa:per me l’importante è creare il precedente per il miglioramento,per il perfezionamento dell’attività venatoria, depauperata per tanti anni dalla politica aberrante di noti personaggi.
    E’ giunto il momento di dire basta allo sfruttamento passivo dei cacciatori campani.
    La tua deve essere una critica costruttiva e non demolitiva, perchè demolendo non si va a nessuna parte,si rimane fermi nella storia.
    Pertanto impegnati anche tu a migliorare la caccia in Campania,in maniera propositiva, con iniziative utili all’intera collettività venatoria campana,in nome della partecipazione e della pari dignità.
    Di quali posizioni parli ? La politica si fa per raggiungere obiettivi finalizzati alla collettività: è anacronistico pensare in maniera retroattiva,ancorati e legati ad osboleti e superati schemi del passato.La politica è progresso,è visione futuristica.
    Io sono orgogliosamente rappresentante ANUU,in provincia di Benevento e Vice Presidente Regionale,come sono Consigliere Comunale in Sant’Agata dei Goti(BN), ma essenzialmente sono me stesso e sono un uomo del popolo e nulla temo,anche perchè sei consapevole del mio ruolo istituzionale e di quello che sto svolgendo nella mia attuale posizione internazionale.
    Distinti saluti.
    Serino CESARE.
     

  6. max scrive:

    Tutte le associazioni presenti negli ultimi 10 anni nel comitato tecnico della regione campania sono colpevoli della situazione della caccia in campania,portata a far si che si privatizzi attraverso mirati provvedimenti vedi articolo 34 a vantaggio di pochi esponenti e a svantaggio di tuti i cacciatori.Si sono create riserva di caccia che varranno riempite  grazie all attuazione di provvedimenti della regione vedi articolo 34,e i  proprietari si abbufferanno alle nostre spalle,la fidc arcicaccia annu eps ancl sono tutte responsabili di questo abbuffarsi alle spalle dei cacciatori.Dovete e la pagherete tutti vi porteremo al fallimento!

    • serino cesare scrive:

      CONDIVIDO ! Ma la soluzione che esponi è relativa in quanto su 45mila cacciatori campani, potrà non associarsi il 50% o il 70%, ma rimarrà comunque quella percentuale tale da permettere la sopravvivenza delle associazioni venatorie,in quanto noi cacciatori campani oramai siamo abituati a subire passivamente. 
      Per questo motivo insisto sulla pari dignità associativa,in quanto la partecipazione è sinonimo di trasparenza,legalità,condivisione,concertazione.
      Solo in questa maniera è possibile debellare il sistema anacronistico ed aberrante che gestisce l’attività venatoria da oramai più di un quarto di secolo.
      La pari dignità delle associazioni venatorie abbinata alla concertazione ed alla condivisione,aliena la prevaricazione.
      Pertanto si sostenga la cultura della trasparenza,della legalità,pretendendo la partecipazione e quindi l’applicazione dei principi fondamentali della democrazia. 

      • Ivan Adinolfi scrive:

        Caro Cesare se il 70% dei cacciatori decidessero di non tesserarsi con le proprie associazioni sarebbe un grande successo per la categoria che mai come prima potrebbe dimostrare che effettivamente la misura è colma. Non credo che col restante 30% le AAVV sopravviverebbero e comunque, come tu ben sai, io collocherei  quella percentuale residua nella categoria dei “crumiri”, personaggi che dietro la scusa della dipendenza venatoria si credono più furbi degli altri e continuerebbero ad andare a caccia.Orbene, questi personaggi,nel rispetto della maggioranza che a malincuore avesse deciso di rinunciare alla propria passione, andrebbero perseguitati venatoriamente per costringerli alla deposizione delle armi.

  7. Giacomo scrive:

    Vediamo un pò di dare un significato politico a quello che è successo in Campania. Poichè la regione ha bisogno di soldi, aumentare solo la tassa regionale del doppio comportava comunque un’agitazione dei cacciatori contro i politici che hanno votato perchè già pieni di tasse. A questo punto cosa fare ? Oltre al raddoppio tassa si aggrava la situazione, dando solo 30 giornate per la migratoria con in più l’aggravio della tele prenotazione. La situazione volge al disastro ed i cacciatori che ormai si sa non possono fare a meno di andare a caccia, chiedono di pagare anche il doppio della tassa purchè si cambi la legge e si vada a caccia come l’anno precedente. A questo punto si fa un po di melina poi alla fine si arriverà alla conclusione che la regione non potendo fare a meno dei soldi dei cacciatori, (come si fa a perdere tanti soldi ) concede di andare a caccia come l’anno precedente e senza prenotazione segnando solo il tesserino. A questo punto il gioco è fatto, la regione prende più soldi e le associazioni e i politici hanno salvato la faccia prendendosi il merito. :mrgreen:  :wink:  Salutiaaamo
     
     

  8. giuseppe scrive:

    non date nemmeno 1 soldo per gli atc,il tesserino per segnare le giornate e’ d’obligo dopo che si e’ pagato la regionale,ma conviene solo se siete in graduatoria in basilicata, non date un soldo alle associazioni campane con le loro assicurazioni(assicurazioni private tipo ina) e mai pagare per gli atc senza territori stando allo stato attuale con l’art.34,muore la caccia in campania…..devono morire anche loro,se li assecondate pagando fate solo proteste sterili e inutili,non si otterra’ mai niente,la caccia-i cani sono la mia passione,ma adesso si e’ arrivati al limite,e’ l’ultima mia risposta,non vale nemmeno la pena di perdere tanto tempo dietro alle nullita’ che tanto parlano e niente concludono,si sono venduti il territorio parco nazionale cilento-vallo diano,si sono venduti i tempi di caccia,le restrizioni,adesso si dovranno solo prostituire loro per ottenere qualcosa.
    giuseppe

  9. domenico scrive:

    Sono d’accordo con Giuseppe non paghiamo le tessere delle AA.VV. e neanche gli A.T.C. tanto sono gestiti da coloro che hanno voluto la modifica dell’art.34, le grandi associazioni, vi dico questo perchè essendo un cacciatore di cinghiali ho avuto modo di aver nella squadra una persona il quale è stato richiamato dalla sua associazione, nonchè presidente di un A.T.C., IL QUALE RIMANEVA ESTERREFATTO DEL FATTO CHE NELLA MIA SQUADRA VI ERANO NUMEROSI PARTECIPANTI DI VARIE ASSOCIAZIONI E UNO SOLO DELLA SUA………… :mrgreen: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: …., comunque MANDIAMOLI TUTTI A CASA O CON NOI CACCIATORI O CONTRO DI NOI E VISTO CHE I SOLDI DELLA QUOTA REGIONALE GIA’ L’HANNO SPESA NON RINNOVIAMO :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

  10. Eps scrive:

    Abbiate fiducia, ke le cose si stanno mettendo a posto…… dgnita’ di rappresentanza, caccia alla migratoria senza prenotazione e senza limitazione di giornate, se non quelle previste dalla legge 157 del 1992, ogni provincia avra’ il suo ATC nel proprio ed esclusivo territorio, residenza venatoria nell’ATC dove si riterra’ opportuno effettuare la richiesta da inoltrare dal 1 febbraio al 31 marzo ed eventualmente stiamo cercando di lavorare per far si che la richiesta venga rinnovata tacitamente anno per anno, senza che debba esser effettuata ogni anno……e tutto prima di questa stagione venatoria…….. si paga la stanziale all’ATC di residenza venatoria, si paga una quota per la migratoria alla regione….ma continuaiamo ad esercitare la caccia…..avendo dovuto penare per archiviare definitivamente l’art.34!!!! un simpatico saluto a Gino e a tutti Voi…

  11. vincenzo scrive:

    Per Eps:E’ la notizia più bella che ho sentito negli ultimi mesi,speriamo che sia così!
    Giacomo:Bastava che aumentavano di 31 euro(4pacchi di cartucce) e Basta,senza fare tutto sto casino!!!!!!!!!!!

    • Giacomo scrive:

      Caro Vincenzo, che si dessero da fare per istituire il nostro Istituto regionale addetto alla migratoria piuttosto che stare sempre con il piattino in mano !! :mrgreen:  Altrimenti tordi e beccacce al 31 gennaio ce li sogniamo !! :roll:  :wink:  Salutiamo

      • max scrive:

        Giustissimo per gli osservatori regionali,ma anche con i dati che abbiamo ora i 4 dati che ha l’ispra,potremmo portare il tordo al 31 gennaio,la beccaccia non c’è niente da fare al massimo al 20 gennaio,ricordo sempre che il tutto deve avvenire solo grazie alla volontà politica se c’è volontà non ci sono problemi in quanto i dati sono anche degli istituti europei e ci riparano da qualsiasi ricorso.Ci vuole solo la volonta della regione.
        Per quanto riguarda la stanziale,si deve pagare le cose che vogliono alcuni cacciatori sono irrealizzabili e anticostituzionali,è inutile che cerchiamo cose utopiche,si deve pagare di più quest’anno la regione è quasi in defaul io sono disposto a pagare di più ma solo se ottengo un poco in più non certo in meno,se no NON RINNOVO!sALUTI. 

  12. giuseppe scrive:

    senza offesa per nessuno(EPS) sono come san.tommaso se non tocco non credo…… e siccome il credere significa pagare se non si passa dalle parole ai fatti i miei soldi me li gestisco io, 1 mese atc 2 potenza novembre — 4 settimane dicembre potenza –4 giorni all’estero a quaglie e se ci facciamo i conti risparmio e mi diverto,qui atc di salerno senza territorio pretendono €62,la stanziale l’abbiamo sempre pagata negi anni precedenti e raramente si e’ visto qualche fagiano rottamato(poi se voglio i fagiani vado in afv e li sparo,ma non e’ nostra cultura la stanziale le varie associazioni hanno sempre preso i soldi ma mai fatto niente di serio),oggi fanno una distinzione di caccia stanziale e migratoria,non era + facile dire dobbiamo raddoppiare gli introiti?,si permettono pure di parlare di migratoria,ma mi devono dire dove, in quali posti se e’ tutto un parco?vogliono la prenotazione!!!!ma se la facciano per un ricovero ospedaliero,ogni anno e’ una presa in giro..preapertura!!!  2 quaglie,un solo giorno ma solo per mezz’ora!!!! io vado all’estero con 4 soldi,parchi di stoppia ed erba a perdita d’occhio,selvatici in quantita’ che qui in una vita non li vediamo,ma si rendono conto che il loro tempo “associazioni venatorie e tutti quelli che ruotano intorno e si “abboffano” e’ finito?qui  ancora si cerca di fare qualche uscita con i cani,ma solo avendo tempo disponibile e non si sa’ come impiegarlo,ma l’attivita’ venatoria e’ finita da tanto in campania,verdi-ambientalisti-guardacaccia che fanno la caccia ai cacciatori e chi + ne ha + ne metta, quindi ormai gli animi sono acerbati,ora facciano come vogliono,se il piatto(calendario venatorio e atc) proposto e’ di nostro gradimento bene altrimenti saluti e baci.
    giuseppe
     
     
     
     

  13. domenico scrive:

    Cara EPS ed io che la caccia alla migratoria non ci vado per niente, perché devo versare i soldi alla Regione? :roll: :roll: Perché come 2° ATC non lo posso avere per la stanziale? Attendo una sua Risposta.

    • Eps scrive:

      l’Atc alla migratoria non è obbligatorio, e non è considerato come 2° Atc, bensì come una scelta che il cacciatore può fare o non può fare…. Chi sceglie di effettuare la caccia alla sola stanziale, effettua un unico versamento all’Atc di residenza venatoria dove ha inteso effettuare la propria istanza. Benissimo, si potrà richiedere il 2° Atc per la stanziale in un altro degli Atc della Regione, che ricordo sono in n. di 6. (previa instanza come 2° Atc e relativa autorizzazione dell’organo di gestione.-

    • bruno camigliano(ce) scrive:

      Buongiorno ma sei l’amico domenico che e intervenuto venerdi sera al convegno sulla caccia a capua?

  14. max scrive:

    EPS VOI ERAVATE PRESENTI AL COMITATO TECNICO DI IERI CI DICE COSA è SUCCESSO?NON SI SA NULLA CHISSà COME MAI….

  15. Eps scrive:

    Non e’ successo nulla di nuovo, dopo la discussione sul parere dell’ISPRA pervenuto al calendario venatorio 2012, e’ stata rinviata la discussione di tutto, a giorno 15 giugno 2012 prossimo ore 16.00.

  16. Giacomo scrive:

    Il parere dell’Ispra non è vincolante quando una Regione decide sul calendario venatorio e solo consultivo ! E chi è che si deve consultare con l’Ispra, se non abbiamo il nostro Istituto faunistico Regionale !! Chiaro ? Allora quello che dovete dire in Regione cara EPS è che si deve fare l’ Istituto Regionale addetto alla fauna, altrimenti non si va da nessuna parte, staremo sempre con le date alla metà di Gennaio per tordi e beccacce se non anche peggio. E se l’anno scorso si sono permessi di far cacciare la beccaccia un’ora dopo l’alba figuriamoci quest’anno cosa ne verra fuori oltre a quello che già sta in ballo. Sono in gioco soldi e voti e noi siamo stufi di mettere sempre mano alla tasca e per contropartita avere anche restrizioni, se non l’ hanno capito cercate di spiegarcelo. :roll:  Salutiamo 

Leave a Reply


3 + = 4

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.