Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

Zanoni (Idv): questione richiami vivi al Parlamento Europeo

| 31 maggio 2012 | 35 Comments

Caccia: Zanoni (IdV), i richiami vivi entrano al Parlamento Europeo

BRUXELLES – Oggi la Commissione Ambiente ha approvato, con 33 voti a favore, 16 contrari e 11 astenuti, una relazione che chiede alla Commissione europea di rafforzare la strategia Ue per la protezione e il benessere degli animali 2012-2015. Durante la votazione sono stati approvati gli emendamenti proposti da Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e vice presidente dell’intergruppo Benessere degli animali al Parlamento europeo, uno dei quali, il 49, prevede che “la legge quadro europea sul benessere degli animali debba includere misure volte a risolvere il problema del possesso di uccelli selvatici, catturati o allevati, utilizzati come richiami vivi nella caccia di uccelli migratori, in condizioni incompatibili con la loro natura“.

Prima d’ora al Parlamento Europeo non si era mai parlato di richiami vivi i quali erano praticamente inesistenti per le norme di tutela degli animali. I richiami vivi sono gli uccelli utilizzati nella caccia ai piccoli uccelli migratori canori in particolare nelle regioni del Veneto e Lombardia. Provengono da catture effettuate con le reti da uccellagione in deroga alla direttiva Uccelli 147/2009/UE che le vieta tassativamente. Di norma sono di sesso maschile e appartengono alle specie: Allodola, Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Merlo ma anche Fringuello, Peppola, Pispola e Prispolone. Un uccello da richiamo per essere utilizzato deve poter emettere il canto nuziale che in natura viene emesso in primavera. La caccia agli uccelli migratori viene pero’ esercitata in autunno quando questi uccelli non cantano pertanto vengono sottoposti ad un trattamento artificiale che ne stravolge il proprio ciclo biologico al fine di farli cantare in un periodo innaturale, ovvero in autunno. Il trattamento consiste nel simulare l’inverno, cioè la stagione che precede la primavera.

Questi poveri animali sono detenuti in primavera e in estate in locali quasi bui, con pochissimo cibo; gli vengono strappate alcune penne delle ali, del corpo e della coda per indurre il cambio di piumaggio artificiale, ovvero la muta. Questo trattamento ha come risultato lo sconvolgimento del ciclo biologico con il risultato che canteranno in autunno – inverno.I cacciatori detengono questi animali in piccole gabbie, i contenitori di acqua e cibo sono interni alla gabbia e perciò questi animali possono defecare sull’acqua e sul cibo con problemi igienici rilevantissimi. Le gabbie hanno i contenitori di cibo e acqua interni per evitare sporgenze esterne consentendo ai cacciatori di trasportare decine di gabbie nel bagagliaio delle loro auto. Dopo qualche anno gli animali perdono molto del loro piumaggio, si atrofizzano le ali, si creano vari tipi di lesioni.La mortalità è altissima perciò ogni anno, sempre in violazione della Direttiva Uccelli (c’è un caso EU PILOT di infrazione aperto presso la Commissione Europea), vengono catturate migliaia di questi animali per sostituire quelli che muoiono.

Andrea Zanoni, Eurodeputato IdV e vice presidente dell’intergruppo Benessere degli animali al Parlamento europeo ha così commentato la votazione di oggi: “Bisogna porre fine all’uso barbaro, incivile e ormai inaccettabile dei richiami vivi nella caccia da appostamento ai piccoli uccelli migratori. Sono contento che il mio emendamento sia passato a larga maggioranza, ho dovuto faticare un po’ per far capire ai miei colleghi della commissione di che cosa si trattava perché a quanto pare nel resto d’Europa questa nefandezza è sconosciuta e l’Italia e’ l’ultimo dei paesi UE che fa una di questa barbara pratica. Ora seguirò l’iter di questa relazione che dovrà essere votata dalla Commissione AGRI – Agricoltura e in seguito dal Parlamento Europeo”.

http://www.ansa.it

***

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Tags: ,

Category: .In Evidenza, Leggi/Politica

Comments (35)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Diegobs scrive:

    Non commento nemmeo i deliri di questo personaggio……una cosà però bisogna dargli atto, che sta facendo valere la propria carica di Europarlamentare per portare avanti le proprie idee (per quanto assurde e contrarie possano essere).
    I “ns paladini” invece?

  2. peppol@ scrive:

    sta facendo piu danni di un terremoto con l’appoggio tacito delle nostre AAVV

  3. CORRADO scrive:

    SI DIEGO CONCORDO CON TE, ANCHE NEL CASO DI  QUESTO PERSONAGGIO..LA PASSIONE (AVVERSA ALLA NOSTRA ) LO FA INPEGNARE E DI BRUTTO.
    IL PERSONAGGIO è BEN CONOSCIUTO.
    EVIDENTEMENTE SE SON PASSATE LE SUE MOZIONI SIGNIFICA CHE SI IMPEGNA PIU DEI NOSTRI AMICI….
     
    MI DOMANDO MA   QUANTE PERSONE RAPPRESENTA ,QUANTI ELETTORI…….
        

    • Giovanni59 scrive:

      La sua biografia parla di circa 11.200 preferenze ricevute alle Europee del 2009, è uno che si da da fare non ci sono dubbi, dato che è riuscito a convincere la maggioranza dei suoi colleghi, ottenuto questo obbiettivo….non si fermerà. (dw)

  4. vincenzo scrive:

    bel regalo ci ha fatto il sindaco De Magistris a Napoli!!!Ha portato in parlamento europeo il più grande anticaccia della storia,da quando è in parlamento europeo non dorme la notte per romperci i cogli@@@@,sua unica vera e sola ossessione!!!Perchè non va a lavorare?????????????????

  5. Giacomo scrive:

    Non è che mi stia simpatico, ma da cacciatore ambientalista se devo dire la mia non ha tutti i torti. Lui afferma facendosi ragione che gli uccelli sono tenuti in condizioni incompatibili, per cui credo che non si sta chiedendo di eliminare i richiami vivi, ma il modo di come vengono tenuti. Per cui chi di dovere si dovrebbe appellare alla UE in contrapposizione. per la non abolizione totale dei richiami, ma solo di dettare le condizioni per detenerli, onde evitare l’abolizione in toto di tutti i richiami, o mi sbaglio ? Salutiamo  :wink:  

    • Leonardo - Fi scrive:

      Anche perchè altrimenti la cosa dovrebbe essere estesa anche a tutti gli altri animali tenute nelle gabbie come canarini, bengalini, pappagallini, criceti, conigli ecc..
      Personalmente conosco qualche cacciatore di capanno e vi posso assicurare che tengono i loro richiami molto meglio di tanti pappagalini tenuti da cosiddeti “animalisti” …

    • CORRADO scrive:

      tu parli senza conoscere l’argomento  a quanto pare.

      secondo te noi lombardi (ad esempio )ed i nostri legislatori  ad esempio che ci hanno  messo in legge le dimensioni delle gabbie da utilizzare (con parere anche dell’ispra…..)  teniamo gli animali in condizioni  non compatibili?

      e sempre secondo te noi  stiviamo i richiami  in posti angusti  e insalubri  con  poco cibo…giusto??        perchè?? secondo  te  ?
        meno magnano e peggio stanno e piu campano? o cantano meglio??.

       tutti possiamo avere delle opinioni propie , ma prima di  ergerle a corrette, sarebbe opportuno confutarle non ti pare?
       
      credi  veramente esista un modo per  questi novelli  caligola   di  tenere animali in cattivita?

      • Giacomo scrive:

        Caro Corrado, io non credo niente secondo me !! La strada che questo ha intrapreso per voi gabbialroli è dura molto dura, io ho voluto solo dare un mio consiglio da ascoltare o non ascoltare a me in tasca non entra niente. Il mio non ha tutti i torti significa che questo è convincente verso la commissione Europea e la maggior parte dei cittadini. Piuttosto cercate e ve lo ribadisco di far capire come stanno le cose, ma non al sottoscritto ma a chi si deve opporre a questo signore. Se riuscirete almeno a far capire che siete disposti ad aumentare il volume delle gabbie che forse adesso la legge permette che siano troppo piccole meglio per voi. Salutiamo :wink:   

        • luigi49 scrive:

          Guarda che le attuali dimensioni delle gabbie è stato recentemente modificato accogliendo un ricorso promosso dal WWF….. se vogliamo aumentarle ancora …servirà un camion per portarne 4…

    • de Saià scrive:

      Giacomo, spiegami cosa signific aper te…..da cacciatore ambientalista?
       magari lo sono anche io  e non lo so.
       o io sono solo un cacciatore…boh….fammi capire.

      • Giacomo scrive:

        Saià, significa semplicemente che per me tenere uccelli in gabbia coperti e chiusi per un periodo di tempo lungo o corto che sia non va bene ! Come detenere uccelletti in una gabbia molto piccola non va bene ! E’ un sopruso verso madre natura che ci ha creati liberi in un ambiente libero ??!! Io la mia caccia la faccio ad uccelli in libertà non li chiudo in gabbia ! Chiaro ? Con questo non voglio dire assolutamente che tutti dovrebbero fare la mia caccia perchè tutte sono rispettabili, e poichè questa caccia e fatta di tradizioni io non sono contrario, sono contrario ai metodi esagerati che si usano per far cantare gli uccelli. Non farmi dire di più :roll:  per me questo basta e avanza. Salutiamo :wink:

        • Diegobs scrive:

          L’ignoranza è temporanea, la stupidità è per sempre. :roll:

        • Bekea scrive:

          Giacomo, partiamo da un dato di fatto,se non sei un capannista  non è nella tua mentalità capire o conoscere le problematiche che hanno i migratoristi da capanno con l’uso dei richiami.  Le dimensini delle gabbie sono codificate per legge regionale e hanno il parere dell’Ispra. La cura e l’igene, l’alimentazione dei richiami è una delle ragioni del benessere e prolungamento della vita dei richiami. Noi capannisti abbiamo verso i richiami lo stesso amore che gli altri cacciatori ahanno verso i loro cani. Per il semplice fatto, non detto da questo politico da sagra, che se ad un controllo in stagione di caccia un volatile in gabbia avesse dei difetti fisici anche dovuti all’età, ( cataratta ) verremmo sanzionati per maltrattamento di animale, reato penale, non amministrativo, ( tutti casi documentati ) perciò nella realtà siamo  già in regola con queste affermazioni fatte da zanoni. Come vedi questo delirante comunicato contiene delle assurde affermazioni, fatte al di fuori di ogni ragionevole verità.

        • de Saià scrive:

          e quindi secondo te,(ma solo secondo te…perchè la regione lombardia e l’inps..hanno gia detto  quali sono le misure delle gabbie compatibili per ogni specie) quali sarebbero  le misure giuste. dopodichè  mettici  i richiamo come meglio credi io , li metto nelle gabbie che mi ha autorizzato la legge ad usare.

          punto 2 coperti non li teniamo…chiusi,  è un termine insito nella parola gabbia.

          sappi che stanno talmente male che si riproducono pure in catrtività…e vivono  3 volte piu dell’età media  in natura.

          perchè? perchè loi trattiamo male.
                

        • DiegoBs scrive:

          Per maggior chiarezza, a completamento di quanto detto dai colleghi Bekea e De Saià, la normativa che regola le dimensioni per le gabbie dei richiami è la direttiva UE nr. 20336 del 28/01/1997.

        • Giacomo scrive:

          Ma scusate ! Ma allora questo secondo voi e secondo legge è andato alla commissione Europea a dire fesserie ? Ma allora denunciateloooooo !! Ma come ve lo devo dire !! Fate solo sproloqui contro di lui ma sostanza niente e chiaro o non è chiaro. Salutiaaamo

  6. diego sperotto scrive:

    I problemi dell italia….

  7. Maurizio scrive:

    Purtroppo finchè nelle posizioni che contano ci andranno questi personaggi (vedi anche chi ha accolto le delegazioni di Lombardia e veneto a Bruxelles) e di fronte a simili “menzogne” non c’è nessuno che abbia la volontà, le palle, la conoscenza della materia per smentirle, saremo sempre alla loro mercè.

  8. Niky scrive:

    Questo squallido personaggio, che ricopre una carica regalata e non meritata, come quella che gli darono in regione Veneto, mi fa sempre più schifo.
    Si interessa solo di uccellini in Europa, mentre il lavoro di un Parlamentare è anche quello di interessarsi dei problemi del SUO PAESE, molto più importanti .
    A fronte di morti, gente senza casa e senza lavoro, lui parla di uccellini.
    Dove volete che andiamo con questa gentaglia….

    • sergio55 scrive:

      x Giacomo non vorrei risponderti, ma ti dico solo una cosa, guarda che dopo averci tolto le gabbie, questo essere ti toglie anche il tuo ausiliare, perche quando lo fai correre puo sudare è quindi essendo autunno o inverno si può ammalare. Riguardo ai richiami lascia stare non sai cosa dici.   x NIKI ti dico solo che  questo animalaro, in pochi mesi ci stà spaccando il cul………………… non aggiungo altro.

  9. Terfiro scrive:

    Ho l’impressione che questa volta, in Europa,  per colpa di un fazioso che convince dicendo menzogne,per le nostre tradizioni si stia  prendendo una brutta strada. Faccio appello a tutte le associazioni  venatorie, all’Onor, Berlato che è un parlamentare Europeo dalla nostra parte, al consigliere Ligasacchi che può avere buone influenze politiche in materia, anche oltralpe, perchè questo scempio di ciò che alla nostra caccia appartiene, non sia assolutamente permesso.
    Verrebbe a colpire le fasce più deboli e più anziane della nostra passione ( per tanti unico modo rimasto per poterla praticare ) e non solo, verrebbe a colpire attività lavorative e produttive che ne sono legate, e tutto questo per un paramentare Europeo che è lì per il solo scopo di chiudere la caccia.
    La caccia è tradizione, se viene meno la tradizione può venir meno la caccia.

  10. Giusti Giacomo scrive:

    Fai appello alla grande federcaccia di Giacomo.Giacomo a volte parli di unità tra cacciatori,parli di unità delle aavv,parli di riunire tutte le aavv sotto il”grande ombrello” della fidc.Ma come si fa se te da cacciatore sei contro la categoria?.Io sono più ambientalista di te,e di quelli che si professano amanti degli animali anche se sono un cacciatore,ma non mi sognerei mai di andarti contro.
    Quando parli di queste cose tu pisci sempre fuori dalìi vaso maremma troia!!!!!!
    Parla di cani e di beccacce per piacere.

  11. Giacomo scrive:

    Giusti ma hai capito quello che ho detto ? Al posto di rispondere al sottoscritto perchè non scrivi qualche rigo al tuo presidente CPA, vediamo cosa siete capaci di fare contro queste bombardate che vi vengono tra capo e collo, io non conto niente !! Sapete solo prendervela con la Fidc, vediamo cosa sanno fare le altre associazioni, se questo dice bugie bisogna denunciarlo, come mai nessuno lo fa, incominciando da quelle associazioni che hanno molti cacciatori tradizionalisti come la Lombardia e il Veneto !!  Dai Giusti ma icchè te tu vuoi fare adesso ? Non vorrei che dalla collera ti butti da sopra la villetta,  :mrgreen:  quando mi pizzichi con la mia associazione ti diverti non è vero ?  8-O  Maremma animalista !! :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :wink:  Salutiamo 

  12. Giusti Giacomo scrive:

    Carissimo è inutile che io parli con la mia ass.venatoria,non hai capito che a livello decisionale non conta nulla?
    Me la prendo invece con chi ha i bottoni di comando e non fa.
    Ho capito quello che hai detto,e non sono d’accordo che un cacciatore con tanta passione in corpo come te vada a cercare cavilli contro altri colleghi.Io se ti rammento lo faccio sempre con amicizia,e stai tranquillo dalla villetta per la collera non mi butto,ho piccioni da allenare e da addestrare :-D .
    Che Zanoni lo vogla,o no.
    Una cosa voglio dire,mi meraviglio di Berlato che è lassù come lui,e non gl’ha ancora schiacciato quel capo bacato,come facevano tanto tempo fa i contadini con i passerotti di nido.

  13. sergio55 scrive:

    Bravo Giusti hai detto cose sacrosanti, specie l’ultima.

  14. Ben scrive:

    Vorrei segnalare che al bar ho sentito dire di uno che ha un merlo a cui l’anellino alla zampa si è praticamente saldato in essa, se non ho capito male, crescendo l’arto, gli ha inglobato anche l’anellino. Di questo cosa dice il nostro Eurodeputato??? darà la colpa a noi cacciatori??? 8-O

  15. Giusti Giacomo scrive:

    A me toccò tagliarlo a uno storno,gli dava noia e si spezzava la gamba a beccate,lo portavo con me quando cacciavo gli storni l’anello,ma ad un controllo della polizia provinciale dove gli tenevo,perchè non si potevano portare più a caccia il verbale me l’hanno fatto,sia per quello,sia perchè c’era stato un errore di scrittura dell’allevatore sul certificato.
    Poi quel giorno gli detti tutti a loro,gli avrebbero portati al centro di Galceti per la riabilitazione al volo prima di liberarli,tanto a caccia non si potevano portare più.
    Chissà che fine hanno fatto i miei stornini.

  16. SERGIO BERLATO scrive:

    Ma con tutti i Vostri rappresentanti che avete eletto con i Vostri voti al Parlamento europeo, proprio a me venite a chiedere di intervenire su Zanoni???
    Non avete scritto che mi devo far da parte e lasciare spazio ad altri?
    Per quei pochi che hanno ancora fiducia nel sottoscritto,  informo che l’emendamento presentato da Zanoni in Commissione ambiente, dove gli anticaccia sono la maggioranza ( io ed altri 18 colleghi abbiamo votato contro), non produce alcun effetto perchè deve ancora passare al voto della Commissione agricoltura ( dove abbiamo la maggioranza noi ) e poi passare per il voto finale in aula del Parlamento.
    Non allarmatevi per niente…..

  17. sergio55 scrive:

    Grazie per la precisazione, magari l’avessi 4 giorni fà era meglio.

  18. Terfiro scrive:

     Sergio Berlato, se sono io che ho cercato di investirla nel problema dei richiami vivi, è perchè prima di tutto ho fiducia, (a prescindere dalla linea politica al quale appartiene), verso chi pratica la mia passione e soffre quanto me quando, in modo offensivo,  deplorevole ed 
     ignobile questa  viene  infamata.                                                                                     
     Non ho mai denigrato il suo operato anche quando sapevo che tante battaglie sarebbero
    state perse in partenza e non per causa sua.
    Non appartengo a quella schiera di
    cacciatori che vorrebbero il mondo e sono pronti a sparare su chi non è
    riuscito a farglielo avere pur adoperandosi in  loro favore. Non mi
    inlludo mai, ma neppure disprezzo,  perchè sono pienamente consapevole di quanto sia difficile nella società di oggi  combattere a favore della nostra
    passione, nel contempo credo che politicamente sia più facile perdere consensi che ottenerli.
      Fortunatamente lei si trova nel posto giusto per prendere posizioni e
    stoppare personaggi scomodi e ciarlatani come Zanoni, che se era per me
    certamente  lì non c’era. La ringrazio per il chiarimento sulla situazione
    dell’accaduto in commissione ambiente UE che  sicuramente  in me ed altri
     trasmette tranquillità. Gli rinnuovo qella fiducia necessaria perchè contribuisca, nelle sedi opportune, a cercare di dare un pò di serenità e qualche certezza in più alla nostra passione.  Mi avvarrò sempre di tutti, senza
    preconcetti politici e nel massimo delle mie possibilità, perché le mie
    passioni, le mie tradizioni,  le mie libertà e quelle  di tutti, siano sempre
    rispettate, senza se e senza ma.

         
    Terfiro

  19. Ben scrive:

    Ho appena letto che Lucca ha autorizzato a catturare le Cornacchie con le gabbie e poi le fanno fuori con “dislocazione cervicale”… qui l’Eurodeputato dov’è??? non le sa queste cose??? poi verranno interrate ma devono stare attenti alle falde acquifere…  e devono pesare più di 3KG, forse hanno pietà dei piccoli nati, cosa che loro non hanno con i merletti… e la preside che dirà???
    8-O

  20. fabrizio scrive:

    le motivazioni di quel signore contro l’ uso di uccelli da richiamo sono semplicemente prive di fondamento e in larga parte frutto di pure e semplici illazioni. evidentemente ignora che NESSUNA DIRETTIVA EUROPEA VIETA L’ USO DI RICHIAMI VIVI……e se non lo sa, si informi, come ignora che i richami vivi campano molto piu’ a lungo degli uccelli in natura, cosa che sarebbe impossibile se fossero mantenuti in condizioni di stress, come sembra sostenere. si tratta solo di una speculazioni politica a fini di pura e semplice propaganda, ma sicuramente alle prossime elezioni europee sara’ trombato, anche perche’ gli italiani hanno problemi veri cui pensare e della subcultura animalista non gli puo’ importare meno. gli esponenti della subcultura animalista stanno perdendo di credibilita’ di giorno in giorno e piu’ si agitano piu’ perdono credibilita’. basta guardare la “manifestazione” nazionale ieri a Roma…..i quotidiani piu’ seri nemmeno ne hanno parlato, solo alcuni TG hanno mostrato le riprese delle telecamere, rigorosamente con inquadrature parziali e campi visivi strettissimi e forse per non far vedere che erano tanti quanti i proverbiali 4 gatti…… e hanno fatto parlare soltanto i loro esponenti senza alcun contraddittorio, gabellando le cose che dicevano contro la ricerca scientifica come fossero “Verita’ Rivelata”……piu’ che informazione seria, questa e’ pura e semplice propaganda travestita da giornalismo. per fortuna che gli italiani ragionano con la loro testa.

Leave a Reply


+ 2 = 8

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.