Lucca: troppi cinghiali, organizzata nuova battuta

| 26 aprile 2012 | 8 Comments

Caccia libera ai cinghiali “Troppi danni ai nostri campi”
Il caso degli ungulati tiene banco nelle campagne

LUCCA – La Provincia ha autorizzato un intervento di «braccata» con non più di 50 persone e con l’utilizzo di un numero adeguato di cani

I COSIDDETTI «interventi di controllo» sono serviti a poco. Almeno quelli normali, quelli di routine. I cinghiali, in particolar modo nelle zona del Morianese, continuano a scorrazzare liberamente e, secondo i proprietari dei campi, anche a fare non pochi danni. Per questo la Provincia ha autorizzato un intervento di «braccata» con non più di 50 persone e con l’utilizzo di un numero adeguato di cani. Per farlo ci sarà tempo fino al 20 maggio, ma nei modi e nei tempi dettati da Palazzo Ducale. D’altronde è la stessa amministrazione provinciale a chiarire quali sono i termini della questione. Soprattutto un’azienda agricola ha denunciato, tramite lettera protocollata lo scorso 16 aprile, «l’impossibilità di procedere alle normali semine agrarie — si legge — a causa della continua presenza di cinghiali».

PER QUESTO la ditta stessa chiede che venga attuato un intervento di riduzione degli animali. Una lettera di protesta o, se vogliamo, di segnalazione come tante altre a cui la Provincia ha dovuto dare una risposta in tempi stretti. E così infatti ha emesso una determina con la quale autorizza un intervento di controllo del cinghiale nella zona di S.Quirico di Moriano tra il fiume Serchio e la collina, nella forma della «braccata». Dovrà essere presente, al momento, anche un agente di vigilanza mentre l’autorizzazione dovrà essere comunicata per forza di cose a polizia provinciale e comitato di gestione dell’Atc. Ma non finiscono qui gli «incartamenti»: su apposita scheda — da far pervenire il prima possibile all’ufficio risorse faunistiche — dovrà essere riportato il numero degli animali abbattuti, il sesso e l’età. I capi abbattuti poi saranno destinati ai proprietari e conduttori dei fondi che abbiano subito un danno da cinghiale negli ultimi due anni.

LA QUOTA non utilizzata per rifondere i danni sarà destinata ai partecipanti alle azioni di abbattimento nel rispetto delle norme. Qualora i capi non siano utilizzati per rifondere i danni o per rimborsare i costi sostenuti per l’intervento, dovranno essere inviati ai centri di lavorazione abilitati. Naturalmente è fatto obbligo, durante le operazioni, di adottare tutte le misure precauzionali, di allontare le persone estranee, mentre il personale di vigilanza dovrà redigere un apposito verbale.
Cristiano Consorti

http://www.lanazione.it

 

 

Category: .In Evidenza, Cinghiale, Toscana

Comments (8)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. andrea ciulli scrive:

    Come sempre i soliti cacciatori e guardie volontarie a fare il lavoro di altri che sono lautamente pagati per fare il loro lavoro………….
    ma quanto la smettiamo di correre a sparare ad un cinghiale ?
    saluti, andrea 

  2. fabrizio scrive:

    bravo Andrea !!
    e i danni li paghino certi soggetti che pensano solo ad avere visibilita’ sui mass-media e alle poltrone, ma di ambiente e fauna selvatica non capiscono niente, e pretendono di improvvisarsi difensori dell’ ambiente, senza saper  nemmeno distinguere un leccio da un corbezzolo o un gruccione da un frullino……
    e’ per colpa di gente come quella se la fauna selvatica fa danni e se i torrenti esondano (perche’ impediscono di regimere e pulire i letti di essi) in caso di piogge consistenti .
     

  3. dardo scrive:

    siamo alle solite, i cinghiali ai conduttori i soldini ai (cacciatori) della lobbi, poi voglio vedere se gli danno i piccioli, abbiamo una leva per mandare in culo la brambilla trattando quanto la provincia chiede e facendo capire quanto siamo indispensabili, ……..ma niente accorriamo subito pur di fare una fucilata, siete cacciatori che preferiscono mangiare la gallina oggi e fare senza uovo domani, visionate BENE CACCIATORI dove è la nostra debolezza, la nefandezza,ed il servilismo, siamo corrotti da uno sparo è verosimilmente ridicolo a quanto stiamo assistendo. oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww oww  

  4. fedeli massimo scrive:

    Pensate solo al disturbo x lepri fagiani starne pernici in fase di riproduzione……. (:n) (:i)poi si dicono tutti contro la caccia….i soliti assessori del piffero senza arte e ne parte (:-p)

  5. andrea ciulli scrive:

    cari amici, meno male che non sono il solo a dire queste cose…….
    se gli chiedi di andare a sparare a una volpe con il cane da seguita ti dicono che disturbi la piccola selvaggina stanziale, ma per sparare ad un cinghiale ve benissimo, anzi vai subito che è meglio !
    che vergogna che è la caccia così come i nostri amministratori ! 

  6. Traica Roberto scrive:

    Ciacciaroli , solo e nient’altro che cicciaroli , mi dispiace ma lo spazzino per far comodo a chi sta seduto comodo  non lo farò mai .  (f)

  7. gianni scrive:

    STATE A CASA,ALTRIMENTI VERGOGNATEVI.

    • Alino scrive:

      Non sanno cosa sia l’etica venatoria,questa non è l’eredità che ci hanno lasciato i nonni,
      il cacciatore deve anche rispettare il selvatico, ora andiamo ad’uccidere cinghiale lasciando morire di fame
      i porchettini ancora striati, è una vergogna!!!!!

      Ciao,
      un CACCIATORE

Leave a Reply


+ 8 = 13

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.