Scarica l'opuscolo Sicurezza a Caccia

AIW: cacciatori e naturalisti, un binomio possibile… ma

| 19 aprile 2012 | 4 Comments

Cacciatori e naturalisti: Un binomio possibile… ma non nel nostro Paese

Ancora una notizia che ci viene dall’America, dove la collaborazione tra il mondo della caccia ed il mondo dei naturalisti non è così conflittuale come nel nostro Paese e dove, anzi, dalla stretta collaborazione tra le due realtà ambientaliste (perché classificare i cacciatori tra i non ambientalisti è semplicemente un non senso, visto che sempre di fauna e di ambiente essi si interessano: ed i cacciatori non hanno certo interesse a che l’ambiente venga devastato e la fauna falcidiata) si ottengono successi che qui sarebbe lungo ricordare (si pensi solo ai milioni di ettari di paludi preservate o ricreate grazie ai soldi dei cacciatori e/o delle loro tasse; od ai boschi acquistati per la costituzione di aree protette a difesa di specie rare).
Oggi da quel mondo ci giunge una nuova notizia. In Luisiana, con una stretta collaborazione tra le associazioni dei cacciatori, i proprietari terrieri e l’associazione AUDUBON (che in America è l’equivalente della nostra LIPU) è stata costituita una vasta area tutelata lungo il corso del Mississippi dove resiste ancora una piccola parte dei boschi planiziali e paludosi che un tempo si estendevano su vaste estensioni e che rappresentano un rifugio per numerosi animali (almeno due specie rare di piccoli uccelli insettivori), tra i quali anche una residua popolazione di orso nero.
Questo eden si chiama Catfish Point ed è un “hunting club”, cioè una riserva di caccia gestita dai 76 membri e proprietari terrieri, che si estende su 4.800 ettari. Dopo anni ed anni di sfruttamento, ovviamente l’habitat non è più ricco ed in buono stato come un tempo, e quindi i proprietari hanno chiamato a consulto una equipe di esperti forestali e naturalisti al fine di provvedere a dei ripristini ambientali.
In pratica è stata creata un’alleanza (Mississippi River Alleance) tra cacciatori e proprietari terrieri, forestali e naturalisti della Audubon Society; alleanza che ora punta, per il 2014, ad ottenere una sana gestione dell’ambiente su un territorio di almeno 20.000 ettari di foreste private. “Vogliamo sviluppare una strategia che assicuri l’habitat per molte specie sia in foreste mature così come in foreste assoggettate ai tagli”. La risposta di tutti è stata entusiastica: “la gente ha detto che sarebbe felice di rivedere una specie locale di Albanella ritornare a volare sopra queste foreste” e di “poter far vedere ai loro figli l’Eden che sarà ricostituito”.
In Italia, invece, si pensa ancora a fare referendum con l’obiettivo di chiudere per sempre la caccia, col rischio di trasformare i cacciatori da potenziali conservazionisti e battaglieri ambientalisti (come l’America insegna) in bracconieri per reazione; così anziché risolvere i problemi della fauna e del suo ambiente si godrà di vittorie di principio che, se e quando ottenute, si riveleranno solo vittorie di Pirro, perché finiranno per portare poi le autorità pubbliche a dover aprire la caccia a furor di popolo (per i danni che molte specie arrecheranno all’agricoltura, ad altre specie a rischio estinzione e/o a tutto l’habitat), quello stesso popolo che oggi, almeno in Piemonte, si sta cercando di spingere alle urne per interdire o rendere sempre più difficile l’attività venatoria.

Murialdo, 18 Aprile 2012
IL SEGRETARIO GENERALE
F.to Franco Zunino

Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) – Codice Fiscale: 90003070662 – Segreteria Generale: Via Bonetti 71 . 17013 Murialdo (Savona) – Tel/Fax 019.53545 – Cell. 338.4775072 – wilderness_italia@alice.it

 

***

COME RICEVIAMO E COSI’ PUBBLICHIAMO

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute.
La redazione del sito www.ilcacciatore.com, non necessariamente avalla il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
***

Category: .In Evidenza, wilderness

Comments (4)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. fedeli massimo scrive:

    (n) (up)

  2. fiore scrive:

    diciamo che è l’unico possibile per avre buoni risultati! ma vallo a spiegare alla brambilla & C

  3. vasco scrive:

    Due tra i migliori amici miei sono cacciatori naturisti, si dedicano molto  alla caccia al colombaccio,  amano la natura come pochi,  rispettano la fauna come dovrebbero fare in tanti. 
    Chi ama la caccia rispetta l’ambiente che lo circonda, se poi sono “naturisti” meglio ancora, abbiamo certamente da loro tanto da apprendere. 
    vasco 

  4. dardo scrive:

    caro Vasco SOLO NOI E SOLO NOI aiutiamo la natura per continuare nella nostra arte, tutto attorno abbiamo persone che vogliono solo guadagnarci, quando dico a certe persone che ho acquistato un terreno la prima cosa che dicono è ….ma è edificabile? a questo esordire mi incazzo come un cinghiale inferocito, acquisire un terreno lo faccio per seminarci pulirlo e fare in modo che la selvaggina (stanziale) e migratoria trovi modo di soffermarsi e godere del mio operato, naturalmente traendo anche prodotti che uso in famiglia, lasciando che la terra ed il cielo respirino insieme senza soffocare nulla con il cemento. A certe persone servirei cemento armato in tavola.!!!

Leave a Reply


+ 4 = 7

oww :wink: :twisted: :roll: :oops: :mrgreen: :lol: :idea: :evil: :cry: :arrow: :?: :-| :-x :-o :-P :-D :-? :) :( :!: 8-O 8) -o- (y) (up) (n) (f) (dw) (:n) (:i) (:-p)


Nota Bene: E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purche' rispettoso della persona e delle altrui opinioni. La redazione si riserva pertanto il diritto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi o che non siano in tema con l'argomento trattato. Inoltre i commenti inviati, con il solo scopo di provocare, offendere o anche semplicemente dileggiare la caccia e i cacciatori, verrano cancellati d'ufficio. E' fatto divieto inoltre divulgare (all'interno dei commenti) email, articoli, etc. senza disporre dell'esplicito consenso dell'autore.


Avviso: LEGGERE ATTENTAMENTE
Ciascun partecipante si assume la piena responsabilita' penale e civile derivante dal contenuto illecito dei propri commenti e da ogni danno che possa essere lamentato da terzi in relazione alla pubblicazione degli stessi. La redazione del sito www.ilcacciatore.com si riserva il diritto di rivelare l'IP dell'autore di un commento e tutte le altre informazioni possedute in caso di richiesta da parte delle autorita' competenti, nell'ambito di indagini od accertamenti di routine o straordinari. La redazione del sito www.ilcacciatore.com non puo' in alcun modo essere ritenuta responsabile per il contenuto dei messaggi inviati dagli utenti e si riserva il diritto di cancellare e/o editare discrezionalmente e senza preavviso qualsiasi messaggio sia ritenuto inopportuno o non conforme allo spirito del sito senza tuttavia assumere alcun obbligo al riguardo.